TiPress
CANTONE
25.01.2021 - 23:150

Casi di rigore, luce verde dal Gran Consiglio

La votazione è stata una formalità: 2 astenuti e nessun contrario

BELLINZONA - Il Gran Consiglio ticinese ha dato il via libera ai 75,6 milioni di franchi che saranno dedicati alle aziende colpite dalle difficoltà legate alla pandemia di coronavirus.

La votazione sul messaggio del Consiglio di Stato con la proposta «di adesione e di partecipazione del Cantone all'attuazione delle misure a sostegno dei casi di rigore» è stata chiara sin dall'inizio, ed è passata con 78 voti favorevoli, due astenuti e nessun contrario.

Il sostegno economico andrà ai settori più colpiti dalla crisi, che sono stati costretti a rimanere chiusi per lunghi periodi e che hanno avuto enormi perdite per quanto riguarda la cifra d'affari. Nel messaggio passato oggi, infatti, sono state anche allentate le condizioni per percepire gli aiuti.

Dal 1° febbraio sarà possibile avviare la procedura di richiesta, compilando il modulo elettronico sulla pagina ufficiale del Cantone

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 18:55:29 | 91.208.130.89