Keystone
L'ambasciatore Ue Petros Mavromichalis con lo sfondo di Palazzo federale
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
13 min
Coronavirus: i Cantoni chiedono regole più semplici
Questa la loro posizione in vista degli allentamenti che il Consiglio federale dovrebbe confermare domani.
SVIZZERA
35 min
Morti in crescita vertiginosa nell'anno della pandemia: + 12,4%
Il Ticino è tra i cantoni più colpiti in proporzione alla popolazione.
GINEVRA
58 min
Si apre una voragine in strada
All'origine del crollo potrebbe esserci una perdita di una tubatura
SVIZZERA
1 ora
Maltempo anche ieri sera, danni segnalati a centinaia
Svizzera centrale piegata da grandine e forti temporali, tra alberi caduti e allagamenti sul suolo pubblico e privato.
SVIZZERA
15 ore
«Basta mascherine nei negozi e nei centri commerciali»
L'appello arriva dalla Swiss Retail Federation, che comprende numerosi commerci tra cui Ikea e Lidl
SOLETTA
16 ore
È stato ritrovato il corpo del 33enne scomparso nell'Aare
Il cadavere del giovane è stato ripescato venerdì vicino a Olten.
BERNA
16 ore
Rubano un'auto militare e ingaggiano un inseguimento con la polizia
La folle corsa di tre giovani è terminata al posto di blocco di Worb, dove il trio è stato fermato e arrestato.
FOTO
TURGOVIA
17 ore
Frontale tra due furgoni (violentissimo), due feriti
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio a Frauenfeld: un 21enne è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale.
JURA/FRIBURGO
17 ore
Maltempo, danni per 11 milioni
Le precipitazioni nell'Ajoie e nella Gruyère sono costate care agli assicuratori
GLARONA
17 ore
Rinvenuto il corpo di un 22enne, era disperso da novembre
Il giovane era stato travolto da un blocco di neve mentre camminava verso la cima del Vrenelisgärtli.
VALLESE
19 ore
Ritrovato morto sotto la valanga
Dopo una settimana di ricerche, i soccorritori hanno rinvenuto il corpo senza vita del 36enne scomparso a Bagnes.
SVIZZERA
20 ore
Altri 367 contagi e quattro decessi nel weekend
Sono undici le persone ospedalizzate nelle ultime 72 ore. Il bollettino dell'UFSP.
ZURIGO
20 ore
Schwarzenbach ha pagato i sei milioni di multa all'AFD
Il collezionista d'arte aveva importato 83 opere in Svizzera senza procedere allo sdoganamento.
BASILEA
22 ore
Granconsigliere sotto accusa per razzismo
Sotto la lente del Ministero pubblico contenuti video e cartacei ritenuti discriminatori e offensivi.
BERNA
22 ore
A processo il turco che investì un corteo di curdi
I fatti avvennero nel 2015 a Berna: l'automobile dell'uomo fu accerchiata da diversi manifestanti. Sette rimasero feriti
SVIZZERA / UNIONE EUROPEA
07.02.2021 - 09:130
Aggiornamento : 14:24

Accordo quadro: «È inconcepibile concedere alla Svizzera un'eccezione»

Per l'ambasciatore Ue a Berna, il tempo delle trattative è finito. Possibili «garanzie» sulla protezione dei salari.

BERNA / BRUXELLES - La conclusione dei colloqui su un accordo quadro istituzionale tra Berna e Bruxelles è possibile nelle prossime settimane, afferma l'ambasciatore dell'Ue in Svizzera. Non ci sarà però alcuna riapertura dei dossier controversi, dice Petros Mavromichalis in un'intervista pubblicata oggi dal SonntagsBlick.

Il diplomatico è convinto che «con un po' di buona volontà da ambo le parti» una soluzione dovrebbe essere possibile in poco tempo. «Dove c'è spazio per l'interpretazione, daremo volentieri una mano per chiarimenti», spiega. Però «c'è una cosa che non faremo: riaprire i dossier contestati». Le trattative sono finite, sottolinea il 56enne.

Per quanto concerne la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), il cui ruolo all'interno dell'accordo quadro è stato molto criticato in Svizzera, non c'è spazio per i negoziati, dichiara il diplomatico. «Per l'Ue, il ruolo della CGUE non è più motivo di discussione. È inconcepibile concedere alla Svizzera un'eccezione nell'interpretazione del diritto dell'Unione. Il principio dell'unità del diritto comunitario nel mercato interno è inviolabile», insiste Mavromichalis. Dopo tutto, l'Ue non sta obbligando nessuno a partecipare al suo mercato interno, aggiunge il cittadino greco.

Per quanto riguarda la protezione dei salari, Bruxelles è disposta a «offrire garanzie». Ma non tornerà su punti come la regola degli otto giorni, dove i compromessi sono già stati trovati, dice. «Accettiamo un periodo di notifica anticipata di quattro giorni per le aziende dell'UE».

Il fallimento? Una «grande delusione» - Un fallimento dell'accordo quadro istituzionale sarebbe una «grande delusione» per Mavromichalis. L'Ue e la Svizzera rimarrebbero nella situazione attuale. Non ci saranno nuovi accordi di accesso al mercato e quelli esistenti non saranno aggiornati, dice l'ambasciatore dell'Ue.

Nel 2018, il Consiglio federale ha negoziato un accordo quadro con l'Ue per regolare l'adozione del nuovo diritto comunitario e la gestione delle controversie. Oggi, le relazioni tra Berna e Bruxelles sono regolate da una ventina di accordi bilaterali fondamentali e più di 100 altri trattati. Il Consiglio federale non ha finora firmato l'accordo a causa dei punti controversi e delle resistenze in parlamento.

Colloqui di chiarificazione sono iniziati proprio questa settimana a Bruxelles. Le discussioni concernono tre punti particolarmente contestati in Svizzera: le misure di accompagnamento, la cittadinanza europea e gli aiuti di Stato.

In un'intervista concessa ieri alla Neue Zürcher Zeitung, l'ex presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, aveva sostenuto che, nelle trattative, la Svizzera avesse «sottovalutato» la coesione dell'Ue.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Volpino. 4 mesi fa su tio
Tutto da cestinare perché non ce l'abbiamo di bisogno.
Elveg 4 mesi fa su tio
Non caliamo le braghe per l’ennesima!!!!
Wunder-Baum 4 mesi fa su tio
Mi spiace, ma un accordo *deve* poter essere rinegoziato. Troppo facile affermare che è inconcepibile, direi invece proprio il contrario. Forza, non facciamoci intimidire !
Equalizer 4 mesi fa su tio
Mai dipendenti da una giustizia di uno stato terzo, diventeremmo come l'India verso gli UK nel 1930. Mai!
Volpino. 4 mesi fa su tio
Ma li volete sbloccare i commenti o no?
Biaggi 4 mesi fa su tio
Ahahahah buona domenica EU
joe69 4 mesi fa su tio
Ma per favore.... prendiamoci il tempo che ci vuole e cerchiamo di nn genufletterci al UE, anche se con Cassis sarà dura....
Tato50 4 mesi fa su tio
Quindi eliminiamo il Tribunale Federale, ultima istanza, perché poi quello di Strasburgo va contro le decisioni del succitato. Il caso dell'accattonaggio di Ginevra è lampante; a quella tipa gli hanno pure riconosciuto i danni morali e diversi Cantoni stanno cambiando la legge che non permette questo tipo di "attività" ;-(( Bèla roba ;-(((
volabas56 4 mesi fa su tio
Un altro balivo, che vive sulle spalle dei cittadini europei. Come del resto tutta la masnada di diplomatici che stanno a Bruxelles
Capra 4 mesi fa su tio
Juncker detto Merlot ..la coesione ue? Difatti Gb via !
Capra 4 mesi fa su tio
Juncker....detto Merlot
Volpino. 4 mesi fa su tio
La maggioranza in parlamento ci sta solo con la Corte di giustizia degli Stati dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) per le divergenze anche perché all'epoca Cassis aveva promesso la sovranità. Junker si conceda un drink e si dia una calmata visto che ormai è solo l'ex presidente della Commissione. Quel "accordo quadro" così com'è non rispetta per nulla la volontà del popolo sovrano ma costituisce un ricatto inaccettabile non degno di una firma.
streciadalbüter 4 mesi fa su tio
E`giunta l`ora di mandare a quel paese l`unione europea e tutti i suoi burocrati ricattatori.
pontsort 4 mesi fa su tio
Vorrà dire che ne faremo a meno
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 09:39:03 | 91.208.130.87