Depositphotos (archivio)
MONDO
06.07.2021 - 09:470

Il prezzo del rame si sgonfierà entro fine anno

Il metallo aveva raggiunto il suo picco a maggio. Ma ora, secondo JP Morgan, subirà gli effetti del rallentamento cinese

NEW YORK - Il rally del prezzo del rame è destinato a sgonfiarsi sotto il peso del rallentamento dell'economia cinese. Ne è convinta JP Morgan, secondo cui il prezzo del metallo che il 13 maggio ha toccato il massimo storico a 10'750 dollari la tonnellata tornerà verso i 7500 la tonnellata entro la fine dell'anno.

Secondo la banca d'affari statunitense, il prezzo del rame avrebbe raggiunto un picco nel secondo trimestre in ragione della combinazione tra il previsto rallentamento dei consumi in Cina nei mesi a venire e il miglioramento sul lato dell'offerta.

La previsione di JP Morgan non è condivisa dalle altre banche di Wall Street: Goldman Sachs per esempio ritiene come non sia più la Cina, ma gli Stati Uniti la nuova economia trainante i consumi di rame e scommette su di un prezzo a 11'500 dollari la tonnellata entro i prossimi 12 mesi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 08:17:15 | 91.208.130.86