Tipress
D'inverno, come d'estate, è stato un anno record per il turismo svizzero. E di magra per quello ticinese.
ULTIME NOTIZIE Ticino
AGNO
5 ore
Infortunio in via Stazione, fuori pericolo il 41enne
L'uomo, tuttavia, ha riportato lesioni gravi e si trova ancora in ospedale
FOTO
ROVEREDO
5 ore
Cerca funghi, finisce nel riale. Soccorso in elicottero
L'uomo è stato trasportato all'Ospedale Civico di Lugano.
FOTO
LOSONE
6 ore
Malore nei pressi del fiume, arriva la Rega
Sul posto anche la Polizia, un'ambulanza e un'automedica
CANTONE
7 ore
«Chi vigila sul Governo non deve essere al Governo»
L'Mps lancia un'iniziativa parlamentare per l'istituzione di una commissione ad hoc.
CANTONE
8 ore
«Più piste ciclabili e spazi per i più piccoli»
Lo chiede la Federazione Ticinese di Ciclismo, che si è riunita oggi in assemblea
CONFINE
8 ore
L'ultimo saluto a don Roberto: «Ha dato la vita per gli ultimi»
La messa in suffragio del sacerdote si è celebrata questa mattina a Como
FOTO
LUGANO
9 ore
Vernice? No, l'alga tossica
Immagini suggestive quelle inviate da un lettore.
CANTONE
13 ore
Pulire i fondali del Lago Maggiore? «Trovato letteralmente di tutto»
I sub dell'Associazione Delta Divers si sono impegnati nella pulizia dei fondali durante il Clean-up day 2020
LUGANO
23 ore
Esce di strada di fronte allo stadio
L'incidente è avvenuto questa sera in via Trevano. Illesi i tre occupanti del veicolo
CANTONE
1 gior
«In questa crisi la Svizzera ha mostrato la sua coesione»
Ignazio Cassis e Christian Vitta hanno ripercorso questa sera i punti salienti della pandemia.
LOCARNO
1 gior
«Vogliamo le bici sui bus»
I Verdi del Locarnese chiedono alle Fart di togliere il divieto
CANTONE
1 gior
Inchiesta Lega: spunta il nome di Tettamanti
I magistrati italiani indagano sui conti pro-Salvini. Ma dal Ticino arriva la smentita di Fidinam
RIAZZINO
1 gior
30 gradi, ma è già Natale
Nei negozi sono già comparsi i primi addobbi natalizi
LUGANO
1 gior
«Lugano perderà un bel po' di soldi»
Tre consiglieri comunali hanno stimato a 40 milioni il danno da Covid per quest'anno. E chiedono lumi
CANTONE
1 gior
«Il tempo per accudire i figli valga negli anni di servizio»
Un'iniziativa parlamentare chiede di non penalizzare le neo-mamme dell'amministrazione pubblica
AGNO
1 gior
Il Covid fa friggere i conti dei pescatori
Gli eventi cancellati nel 2020 appesantiscono i bilanci di molte associazioni.
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano solo la Valle di Blenio
La prossima settimana sono previsti controlli mobili in sette distretti su otto.
CASLANO
1 gior
Abbaglio sui «controlli fantasma»
La Commissione rinnova la fiducia alla Polizia Malcantone Ovest: «I controlli sono stati regolarmente effettuati»
CANTONE
1 gior
Badanti: «Il CNL viene applicato in tutte le istituzioni coinvolte?»
È quanto chiede Fabrizio Sirica, che ha inoltrato un'interrogazione
LUGANO
1 gior
Artecasa si farà
La fiera si svolgerà dal 28 ottobre al primo novembre
LUGANO
1 gior
Cocaina, la pista si allunga
Altri arresti ieri in vari luoghi del Cantone
LUGANO
1 gior
Donne «discriminate» anche in carcere
Sette deputati chiedono il ripristino di un carcere femminile in Ticino
CANTONE
1 gior
«Imposte in su? Una medicina peggiore del male»
Secondo il PLRT nella difficile situazione attuale occorre riflettere sulle priorità di investimento
CANTONE
1 gior
«Presidio antirazzista» rosso-verde contro le politiche di Gobbi
Il comitato unitario di tre anni fa lancia un nuovo appello per «il ripristino della legalità».
LUGANO
1 gior
A Lugano si torna sul ghiaccio
Da lunedì prossimo la Cornèr Arena sarà nuovamente aperta per il pattinaggio pubblico
CANTONE
1 gior
I ticinesi non pagano i debiti (e il Covid non c'entra)
Troppi insolventi, il tasso è tra i più alti in Svizzera. Ed è rimasto invariato con la crisi da coronavirus
CANTONE
1 gior
«Oggi è l'ultima giornata estiva», parola di MeteoSvizzera
La calda parentesi settembrina si prepara ad abdicare. Da domani temperature in calo
SOLDUNO
1 gior
Cocaina in casa di un 39enne
L'uomo, di origini dominicane, è stato arrestato
CANTONE
1 gior
L'Unesco saggia i faggi valmaggesi
La riserva forestale ambisce ad entrare nel Patrimonio mondiale come "bene seriale"
CANTONE
1 gior
Coronavirus e case anziani: visite in camera di nuovo possibili
«Gli ospiti hanno sofferto per l'isolamento». Merlani: «Sulla scuola non diventiamo troppo paranoici».
CONTONE
1 gior
Liquami nel pozzo, ma non c'è pericolo per l'acqua
Spandimento abusivo di liquami nei pressi del pozzo di captazione. Le autorità: «Nessun pericolo per la salute»
LOCARNO
1 gior
Conti in rosso e critiche: «Non avete rilanciato il turismo»
I conti consuntivi 2019 della Città sollevano critiche anche da parte di chi propone di approvarli.
CANTONE
1 gior
Operazioni antidroga fra Bellinzonese e Tre Valli: 6 persone finiscono in manette
Sequestrati anche importanti quantitativi di stupefacenti, una trentina le persone denunciate
VIDEO
LUGANO
1 gior
Il turismo strizza l'occhio agli over 60: «Lugano Region. Il vero sud»
L'iniziativa vuole anche convincere gli operatori ad estendere le aperture stagionali
CANTONE
1 gior
Maturità professionale: «Non penalizziamo gli allievi»
Il Partito comunista interroga il Governo sul posticipo degli esami e sui tempi con cui è stato comunicato agli studenti
CANTONE
1 gior
Quattro nuovi contagi in Ticino
Il numero complessivo di casi raggiunge quota 3'608. Le nuove cifre aggiornate questa mattina dal Cantone
MENDRISIO
1 gior
Super Puma dell’Esercito vittima di un attacco laser
L’autore del gesto è stato intercettato e denunciato al Ministero pubblico
CANTONE
1 gior
I medici: no alla distribuzione dei bonus
Meglio usare quei soldi raccolti durante la pandemia per scopi utili all'ospedale
RIVA SAN VITALE
1 gior
Quando lo scultore è donna: «Tramuto i sogni in bronzo»
Trent'anni fa la scultrice e pittrice Gabriela Spector ha lasciato l'Argentina per mettere radici in Ticino.
CANTONE
1 gior
«I nostri figli a casa per un mini raffreddore»
Misure anti Covid-19. C'è malumore tra i genitori degli allievi di scuola elementare e dell'infanzia.
VIDEO
CONFINE
1 gior
«A Chiasso in monopattino... ma che prezzi»
Il viaggio di uno Youtuber 26enne dalla Bergamasca al Ticino. Non senza problemi alle ginocchia
LOCARNO
2 gior
Fabrizio Sirica non correrà per il Municipio
L'ha annunciato ufficialmente questa sera all'Assemblea annuale della Sezione.
VIDEO
MERCATO LUGANO
2 gior
«A Lugano ho trovato un luogo dove non sentirmi straniera»
Tara è una storica ospite del mercato del sabato. I gioielli etnici e le pietre sono la sua passione
CONFINE
2 gior
Prete ucciso a Como: «Io non c'entro»
Il 53enne tunisino finito in manette per l'omicidio di don Roberto ha ritrattato la sua confessione
CANTONE
2 gior
Covid nelle scuole: «Perché non tutti i casi vengono comunicati?»
Edo Pellegrini chiede al Governo quali criteri vengono adottati per la comunicazione dei casi di positività.
BELLINZONA
2 gior
No all'Unità di Sinistra, Verdi e ForumAlternativo si smarcano
Proseguiranno il loro percorso comune ma senza un'alleanza con PS e PC.
QUINTO
2 gior
Schiacciato dalla porta dell'hangar, gravi ferite per un 54enne
L'infortunio sul lavoro è avvenuto questo pomeriggio all'aeroporto di Ambrì.
CONFINE
2 gior
Domani le esequie di Don Roberto nella sua Valtellina
La salma del prete ucciso a Como è arrivata questa mattina a Sondrio.
CANTONE
2 gior
In Ticino ci sono diciannove nuovi carrozzieri
Gli apprendisti hanno superato le prove di fine tirocinio in tre diverse professioni del settore.
CANTONE
2 gior
«Costretti ad andare a scuola il sabato»
Il SISA denuncia il carico di lavoro eccessivo che alcuni studenti stanno affrontando
CANTONE / SVIZZERA
26.02.2019 - 10:260
Aggiornamento : 11:37

Record per il turismo svizzero, anno nero per il Ticino

Il settore alberghiero ha contabilizzato 38.8 milioni di pernottamenti nel 2018 con una crescita del 3,8%, mentre nel nostro cantone c'è stato un calo del 7,5% rispetto al 2017

BELLINZONA - Record per il turismo svizzero. Anno nero in Ticino. Il settore alberghiero sorride in tutte le regioni del Paese, a parte nel nostro cantone. Ma andiamo con ordine riportando alcune cifre.

La prima riguarda i pernottamenti nel 2018. Ed è parecchio significativa. Lo scorso anno, infatti, negli alberghi sparsi per la Confederazione hanno pernottato ben 38.8 milioni di persone, ovvero ben 1.4 milioni in più rispetto al 2017 (+3.8%).

Sorrisi elvetici, lacrime ticinesi - Un risultato strepitoso ottenuto grazie anche alla domanda straniera che è aumentata del 4.5% (+921.000) facendo registrare il miglior bilancio degli ultimi 10 anni. E alla fedeltà di quella svizzera che ha fatto segnare un nuovo record.

Ma se gli albergatori elvetici mostrano un sorriso a 32 denti, quelli ticinesi versano lacrime amare. Il nostro cantone è in effetti l'unica regione che va controcorrente e che presenta 184.000 pernottamenti in meno rispetto all'anno precedente. Quel 2017 che rimane - come ricordava l'ormai ex presidente di Ticino Turismo Elia Frapolli diversi mesi fa - comunque «un anno da record determinato da condizioni eccezionali».

Tutti i dati diramati oggi dall'Ufficio federale di statistica:

Provenienza:

Record di clientela svizzera - Nel 2018 la domanda svizzera ha totalizzato 17,4 milioni di pernottamenti (+493 000; +2,9%), ovvero un valore a oggi ineguagliato. La domanda straniera ha raggiunto 21,4 milioni, registrando il considerevole aumento di 921 000 pernottamenti (+4,5%). 

Deutschland über alles - La domanda europea conferma l’aggiustamento iniziato nel 2017, determinando un aumento di 393 000 pernottamenti (+3,3%). Tra i Paesi di questo continente è la Germania (+147 000; +3,9%) ad aver contribuito maggiormente alla crescita, seguita dalla Francia (+41 000; +3,3%), dal Regno Unito (+37 000; +2,3%), dalla Spagna (+32 000; +7,1%) e dai Paesi Bassi (+27 000; +4,5%). L’Austria, al contrario, segna una flessione marcata di 25 000 unità (–6,2%), seguita dalla Turchia (–13 000; –10,9%). 

Tanti americani - Il continente americano presenta una forte progressione (+249 000 pernottamenti; +8,9%). All’interno di questo continente, gli Stati Uniti, con 206 000 unità supplementari (+10,1%), generano la crescita assoluta maggiore di tutti i Paesi di provenienza stranieri. La domanda di questo Paese raggiunge quindi 2,3 milioni di pernottamenti totali, ovvero il livello maggiore dal 1990. Segue il Canada con un incremento di 23 000 pernottamenti (+9,4%). 

Più cinesi e indiani, crollano i giapponesi - La domanda degli ospiti asiatici presenta un incremento di 247 000 pernottamenti (+4,8%). Tra i Paesi di provenienza della suddetta clientela, la Cina (senza Hong Kong) determina la crescita maggiore, pari a 80 000 unità supplementari (+6,3%); È seguita dall’India, con una progressione di 71 000 pernottamenti (+9,6%). Anche i Paesi del Golfo registrano un aumento (+26 000; +2,9%). Dopo molti anni in crescita, la Repubblica di Corea genera un risultato stabile (–960; –0,2%). Il Giappone, invece, ha registrato la maggiore diminuzione assoluta di tutti i Paesi di provenienza, con un calo di 26 000 pernottamenti (–6,3%). Infine, è in rialzo anche la domanda dell’Oceania (+24 000 pernottamenti; +6,5%) e l’Africa (+7600; +2,8%).

Regioni turistiche:

Solo il Ticino con il segno meno - Nel 2018 registrano aumenti di pernottamenti rispetto al 2017 11 regioni turistiche su 13, sei delle quali presentano persino crescite uguali o superiori al 5,0%.  In primo luogo la regione Zurigo presenta 325 000 pernottamenti supplementari (+5,4%), ovvero la progressione assoluta maggiore. Seguono i Grigioni (+279 000; +5,7%), la Regione Berna (+256 000; +5,0%), Lucerna/Lago dei Quattro Cantoni (+214 000; +5,9%), il Vallese (+206 000; +5,3%) e Ginevra (+178 000; +5,8%). Il Ticino, in controtendenza, presenta un calo marcato di 184 000 pernottamenti, che rappresenta una flessione del 7,5%.

Soggiorno e tasso d'occupazione:

Due notti di media - Lo scorso anno la durata di soggiorno era di 2,0 notti, come nel 2017. I soggiorni degli ospiti stranieri, con una media di 2,1 notti, sono leggermente più lunghi di quelli degli ospiti svizzeri (1,9). Tra le regioni turistiche, i Grigioni vantano la durata di soggiorno più lunga con 2,7 notti. Segue il Vallese con 2,3 notti. La regione Friburgo, invece, con 1,6 pernottamenti presenta la durata più breve. 

Tasso d'occupazione, comanda Ginevra - Nel 2018, il tasso netto di occupazione delle camere ha raggiunto il 54,5% contro il 52,9% nel 2017. Tra le regioni turistiche, Ginevra presenta il tasso più elevato, ovvero il 67,2%. Segue la Regione Zurigo con il 65,7%, mentre il tasso più basso è stato registrato nella Svizzera orientale (41,4%). 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Federico Parli 1 anno fa su fb
Beh fatevi qualche domanda...
Ivan Malus Regis 1 anno fa su fb
Purtroppo il Ticino e un cantone per anziani, pensionati quindi con la moda delle OPPOSIZIONI non si fa nulla o quasi. IL RALLY, no inquina e fa rumore, quindi riduciamo uno dei Rally più belli della Svizzera a un Rondò. CONCERTI, no troppo rumore e troppa gente. FORMULA E, siamo matti troppo complicato. Anni fa si parlo anche di un parco dei divertimenti ma credo che sia finito in nulla anche questa iniziativa. Ecc.....ecc....
Rossana Stefanetti 1 anno fa su fb
Le strutture ricettive del Ticino sono ferme a 50anni fa e purtroppo molto spesso il personale è scortese! Meglio passare oltre!
Massimo Nardotto 1 anno fa su fb
Rossana Stefanetti in it le strutture nn sono assolutamente meglio, solo m. più economiche ed hanno il benedetto mare!😉
Akın Şeker 1 anno fa su fb
Di bene in meglio
Andrea Giuliano 1 anno fa su fb
Rifate il conto dopo l’estate.....
Pietro Zanoli 1 anno fa su fb
Muras yess!!! Bella fotografia della situation!!!!
Luciano Leo 1 anno fa su fb
Fatevi una domanda e datevi una risposta ...
Danilo Pezzani 1 anno fa su fb
Se vai in bei posti costa tanto in Svizzera tedesca come in Ticino, sono i "ristorantelli" di fascia medio bassa che sono cari e con servizio un po' così! Che spaventano i turisti e le persone della zona, e non dimentichiamo che tantissimi turisti fanno un giretto in Ticino e poi proseguono per l'Italia, dove i prezzi sono più bassi e il servizio e accoglienza è tutta un'altra cosa! Quindi il conto è subito fatto.
Roberto Gaiani 1 anno fa su fb
pure la passerella Ascona Isole di Brissago è stata inondata di ricorsi....
Dario Arcotti 1 anno fa su fb
Complimenti ... facciamo in modo che anche il futuro CdS faccia questa fine ...
Robert Mark Riederer 1 anno fa su fb
Fatevi due domande non ce piu nulla in ticino se non per i pensionati
Luca Riboni 1 anno fa su fb
io ho fatto 8 pernotti in camping in Ticino....il mio piccolo contributo al turismo l'ho dato
Beppe Calva 1 anno fa su fb
L’unica zona dove c’è turismo e il locarnese, il resto è noia se non c’è un evento
Daniela Donnini 1 anno fa su fb
Venite a fare un wekend a Riccione, fantastica, di tutto di più fino a notte fonda tutto l', anno❤️❤️❤️,
Matteo Buzzi 1 anno fa su fb
Quando si semina distruzione del territorio, cementificazione senza limiti, caos viario e inquinamento atmosferico si può solo raccogliere una diminuzione dei turisti, mi raccomando avanti così a votare i partiti di maggioranza...
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Il prossimo aprile, non votate quei partiti che hanno voluto e vogliono tuttora la libera circolazione, che è stata la rovina del Ticino: ossia PST, PLRT, PPD. Se volete cambiare qualcosa, non votate quei partiti.
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
La libera circolazione. Ha provocato un ribasso dei salari, disocuppazione, con conseguente impoverimento della popolazione. Meno soldi, meno acquisti, meno investimenti. Anche nel settore turistico. Inoltre la libera circolazione ha aumentato il traffico, gli ingorghi, lo smog e ha peggiorato lo stato delle strade. A detrimento anche del turismo.
Lucrezia Novelli 1 anno fa su fb
ma per carità è proprio questo volersi chiudere a tutti i costi che ha rovinato il Ticino
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Lucrezia Novelli perchè ?
Mauro Di Addezio 1 anno fa su fb
I commercianti ticinesi dei centri cittadini sono fuori di testa e dei montati. Sicuramente non attraggono con prezzi e professione. Inoltre da chiasso a Locarno ci vuole mezza giornata. Quindi? Week in auto? Poi si va a mangiare un salamino e una polenta al grotto ( servizio zero e cucina sottozero, salamini esteri) e ci vuole un leasing. Ma siete fuori come balconi poi vi lamentate
Andrea Insolia 1 anno fa su fb
L'anno scorso, d'estate, sul lungolago di Muralto facciamo per entrare in pizzeria alle 21.30, non hanno potuto servirci perchè non essendo considerata zona turistica gli orari erano molto rigidi. Bugia o no.... Roba da matt!
Jingo Rebo 1 anno fa su fb
Il Ticino è penalizzato dalla vicina Italia ... Costo,città , arte ,prodotti tipici ,ecc ecc Qui ci sono posti bellissimi ... Prodotti di qualità ... È tutto in forma anonima . Provate a chiedere se in Italia conoscono il Merlot del Ticino .? In Ticino han fatto il primo premio mondiale l’anno scorso ... Eppure nn lo sa quasi nessuno ...! Chi nn conosce Barolo ? La città e il vino .?
Stéphane Muras 1 anno fa su fb
Che la salvezza di una regione stia nel settore turistico è una credenza del passato. Il settore turistico, in tutte le zone in cui è diventato il primo settore, vede la rapida concentrazione degli introiti nelle casse di pochi investitori che sono stati più furbi degli altri al momento giusto. Senza parlare del delirio (Air B&B complice) degli affitti e della partenza dei locali verso quartieri abordabili. Le tensioni a vari livelli che si vedono a Barcellona, a Venezia, a Parigi mostrano a che punto il settore turistico non deve essere messo su nessun piedistallo di principio. Ancora di recente il nostro affare Maldive di Milano dimostra nel suo ridicolo a che punto un determinato luogo sbaglia credendo che il settore turistico possa essere una vera locomotiva per lo sviluppo, il dinamismo, il benessere. Io come turista non mi sono mai sentito così bene che in posti poco turistici, che tiravano la loro identità, il loro benessere, il loro particolare quotidiano, dalle proprie risorse. Al turista che sono piace stare in posti che non hanno bisogno di me e della massa di gente come me. Se vogliamo dare l’immagine della dolce vita nel nostro Bel Cantone, dobbiamo noi da soli e dapprima renderci la vita dolce. Se hai un lavoro soddisfacente vicino a casa, se hai tempo per la tua famiglia, se ti senti in sicurezza con amministrazioni efficienti, se non hai debiti, allora forse te lo trovi il tempo per stare in terrazza con gli spritz e gli stuzzicchini, per andare a ballare, per camminare in montagna, per pedalare in natura. La grande vittoria sarebbe di vedere turisti scollare birra su birra seduti sulle panchine delle nostre partite di calcio municipali, partecipare alle vendemmie, iscriversi per una settimana ai nostri club di vela perché alla sera si fa sempre un bel barbecue in riva al lago, infilarsi in una partita al bocciodromo, ecc. Il turista di passaggio si innamorerà del nostro amore per la nostra vita. Ma la amiamo la nostra vita ? Questa riflessione la faccio sempre quando guardo la Piazza Grande di Locarno, deserta la maggiore parte del tempo. Sul pranzo, qualche banda di studenti delle scuole vicine, seduti per terra con miserabili panini triangolari comprati alla Coop. Ciò che dovrebbe essere la « vetrina » della Città emana solo grigiume, immobilità, sterilità. Si potrebbe cominciare da qualche fontana, un chiosco gelataio paninaro, tante panchine, qualche aiuola fiorita, altalene, scivoli, il tutto se vogliamo smontabile per lasciar posto a Moon&Stars e il Festival quando necessario. Non ci vuole una laurea per capire cosa può rendere amabile una piazza europea, soprattutto sedicente « latina ».
Mélanie Gentile 1 anno fa su fb
Stéphane Muras bravissimo!!!!!
Jingo Rebo 1 anno fa su fb
Trovo anche che la zona nn è turistica ... Costa molto e nn attira abbastanza interesse ...
Jingo Rebo 1 anno fa su fb
Conosco poco la situazione turismo in Ticino ... Trovo vere tante cose già scritte...
Giancarla Boldrini 1 anno fa su fb
Continuate a fare palazzoni togliere verde appena entro e dopo il palazzo del crcil vedo il mantegazza vetro verde un pugno nello stomaco
Giancarla Boldrini 1 anno fa su fb
Svegliaaaa cominciate a mettere gente più educata e gentile bei servizi dei bar alberghi ecc
Paolo Bisenti 1 anno fa su fb
Perché la gente dovrebbe venire in ticino che costa tutto tantissimo e non c’è niente da fare?!?!
Juri Blum 1 anno fa su fb
Paolo Bisenti Ticino, la grande casa anziani
Marcelbeat Baier 1 anno fa su fb
Paolo Bisenti condivido
Charles Castioni 1 anno fa su fb
Gastroticino e Ticino Turismo.. Ottimo lavoro.... 🤣 🤣 🤣
Lele Bizza 1 anno fa su fb
Bravo Cristiano Canonica😉
Alessia Doria 1 anno fa su fb
Au Ri città morta 😂
Sonia Damico 1 anno fa su fb
Consolatevi..il Vallese non fosse per le 4 montagne e qualcuno che viene a sciare sarebbe anche peggio del Ticino.
Viky Viktoria 1 anno fa su fb
Per forza Lugano non offre più nulla da fare
Cristiano Canonica 1 anno fa su fb
Gia ma xchè nn si fa piazza pulita!!!! In "gastro Ticino ente(i) del turismo e compagnia bella ...cumé sa dis gent che ha " truva ul posct e mia ul lavura !!!!!
Laura Montagna 1 anno fa su fb
direi che non mi meraviglia! chi pagherebbe per venire in un posto dove il traffico é soffocante, l'aria irrespirabile e tutto costa cifre astronomiche? sono finiti i tempi dei pullman di svizzero tedeschi e degli italiani che portavano i soldi nelle nostre banche. Adesso, grazie ai nostri politici, soffochiamo nel traffico, paghiamo tasse da capogiro senza più nemmeno un prato perché ormai hanno costruito mostri ovunque😡😡😡
Elisabetta Croci 1 anno fa su fb
Altro settore secondo me su cui intervenire
Giuseppe Fanelli 1 anno fa su fb
Il Ticino poteva diventare L'oasi di lusso dei vicini lombardi, ma purtroppo qui lo straniero è odiato....
Danilo Pezzani 1 anno fa su fb
Giuseppe Fanelli non è odiato lo straniero da noi! Ma purtroppo la maggioranza dei dipendenti e pure proprietari sono stranieri e sinceramente a volte sembra che ti fanno loro un piacere a servirti, chi viene a queste condizioni con dei prezzi che non valgono il servizio che ti dovrebbero dare🙂 Ciao Sep..
Giuseppe Fanelli 1 anno fa su fb
Danilo Pezzani fantástico quindi la colpa è dei dipendenti stranieri che non sono simpatici mentre fossero tutti ticinesi sarebbe perfetto.... Alla fine la colpa è sempre degli altri, non sappiamo guardarci dentro, è inutile che ci lamentiamo. Se il dipendente "straniero" è scortese, perché il titolare lo tiene?
Danilo Pezzani 1 anno fa su fb
Giuseppe Fanelli no non è che gli stranieri sono scortesi ma per dei turisti stranieri o svizzero tedeschi che arrivano da noi, non hanno il giusto savoir fair, tante volte sembrano stressati, io giro tanto tra Francia, Italia, Spagna e quando vai in posti pubblici negozi o ristoranti ti senti coccolato come tra amici, qui ci sono pochi posti dove trovi l'accoglienza e a volte la professionalità che troviamo noi quando andiamo all'estero, poi ogni mondo e paese, non ne faccio un fatto di stranieri brutti svizzeri buoni, ho più conoscenti e amici stranieri che svizzeri, ma girando e parlando è uscito questo fatto specialmente da turisti italiani che sono venuti in vacanza in Ticino🙂🙂 io mi riferisco specialmente alle zone turistiche del Ticino, poi ce da considerare anche la tipologia di turista straniero che viene, di addetti ai lavori Ticinesi ne son rimasti pochi, e magari fuori dalle zone turistiche! Poi facendo pochi km arrivano in Italia dove è tutto un altro mondo!
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Tutto è rimasto a trent'anni fa. In Ticino è tutto fermo, anche i salari. Le uniche cose che aumentano sono le persone in assistenza, i frontalieri, il traffico e lo smog. E il turista, che non è scemo, queste cose le vede.
Francesca Bruni 1 anno fa su fb
Luca Gilardi io vengo spesso al Lac da Milano, per le mostre
Luca Riboni 1 anno fa su fb
Francesca Bruni veramente bello e con tante inziative
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Francesca Bruni Lugano è un po diverso.
Antonio Scettri 1 anno fa su fb
Il turista vede che le persone in assistenza aumentano e per questo non viene? direi - come ho sentito da amici svizzero-tedeschi - che il turista preferisce andare in Italia perché viene anche trattato con più cortesia. La cosa che torvo invece pessima è di venir accolto in un bar sul Lago Maggiore con un "grüezi" e trovare una cameriera che non parla italiano: non penso che siano frontalieri.
Caroline Meyer 1 anno fa su fb
Luca Gilardi tutto vero purtroppo e chi può scappa oltre Gottardo... Bello schifo.
Luca Gilardi 1 anno fa su fb
Antonio Scettri il turista respira l'atmosfera depressa che trova (smog compreso ). Per quanto riguarda la cortesia che si trova in Italia...lasciamo perdere. Il gruetzi è perchè la maggior parte dei.turisti sono svizzerotedeschi. E la vergogna è semmai il contrario, cioè che assumono camerieri frontalieri che non spiaccicano una parola di tedesco.
Paolo Mac 1 anno fa su fb
L’offerta turistica fa schifo, punto e basta.....e associata all’intransigenza delle istituzioni e di una gran parte dei residenti fa di questo cantone ciò che è.....una bella confezione con nulla dentro!
Antonio Scettri 1 anno fa su fb
Luca Gilardi lei ha scritto una cosa del tutto insensata. Un amico tedesco mi disse una volta, eravamo nel Mendrisiotto: "che orrore venire qui, andare in un grotto e trovare tutto scritto in tedesco: con gente che ti parla direttamente in tedesco! vengo qui in vacanza, non perché devo respirare l'aria che già respiro tutto l'anno!" La cameriera che non sa parlare l'italiano (ad Ascona) è sintomo di indegno servilismo: non mi stupisce se a nord delle Alpi si veda il Ticino come una colonia. Da parte mia ho trovato gente cortese in Ticino, ma poi c'è chi ti porta un piatto di tagliata con due cose in croce con un prezzo esorbitante e poi ti rimanda: "Sì certo, ma guardi che panorama!". Al che gli ho risposto: "Il panorama mica lo mangio". O chi ti fa aspettare al ristorantino al lago 40 minuti prima di degnarsi di prende l'ordine (con prezzo che vedo a Zurigo, ma si sa, i clienti da corteggiare - da buoni leccababbucce - sono gli svizzerotedeschi…) E non si preoccupi che conosco diversi svizzerotedeschi che preferiscono allungare la strada di qualche kilometro piuttosto che fermarsi alle nostre latitudini.
Jenaplynski 1 anno fa su tio
Bla bla bla... sem sempar scia con al turismo ticines che pianc miseria...
Rüben Rota 1 anno fa su fb
Chissà perché!!!!
Matteo Degli Agli 1 anno fa su fb
L’hotel più nuovo in zona centrale è del paleolitico
Samir Katastrof Beqiri 1 anno fa su fb
Hahahaha fate ridere...
Equalizer 1 anno fa su tio
Non bisogna dimenticare che nel 2018 ad aprile e maggio ne è venuta di acqua, e questi due mesi fanno il 10% della stagione, da considerare che l'anno 2017 fa comodo per i numeri ma contiene un evento speciale, tutti hanno "fatto il giro" sotto il Gottardo e questo ha falsato lo standard e fatto gioire che vive di statistiche, la realtà, se togliamo il 2017, l'anno scorso è in linea con la media anzi leggermente meglio. Ciò non toglie la ragione a molti commenti sotto, troppo vecchiume nell'infrastruttura, fuori prezzo in molti casi e la cordialità quasi totalmente assente, e non dimentichiamo l'impossibilità di andare lunghi alla sera, pena visite regolari della polizia e multe varie, più l'invidia di altri frustrati.
Sergio Lorenzon 1 anno fa su fb
Cosa dovrebbero venire a fare?? A dormire? Se escono dopo cena é tutto chiuso in città.. Che belloooo
Lucrezia Novelli 1 anno fa su fb
dopo cena? magari, il problema è che alle 18 è già un deserto e prima non è molto meglio
Sergio Lorenzon 1 anno fa su fb
Lucrezia Novelli beh.. Dai.. Non esageriamo😂.. Ci sono locali dove fino alle 20 /21 cé qualcosina.. Ma poi???? 🙈
Filippo Piantoni 1 anno fa su fb
Purtroppo il Ticino dal punto di vista turistico è rimasto molto indietro, il modo di viaggiare, prenotare, spostarsi è cambiato.Tutto è diventato più "smart". "In un mercato che si evolve sempre più rapidamente come quello dei viaggi e del turismo, gli operatori devono per forza adeguarsi, cambiare, stare al passo con i tempi, cambiando ad esempio gli orari d'apertura dei locali, è impensabile entrare in un locale ad esempio in tarda serata e sentirsi dire che la cucina è già chiusa! La prima cosa che farà il potenziale cliente sarà quella di prendere il proprio smartphone, collegarsi al primo portale di recensioni e scrivere che nel locale X nella località Y non è stato possibile trovare la possibilità di cenare dopo una certa ora. Il mercato corre velocissimo, occorre correre ancor più veloce se si vuole e se soprattutto si ha la volontà di cambiare per attirare i turisti e altre potenziali fette di mercato. Purtroppo il Ticino da questo punto di vista è rimasto agli anni 80.Cena alle 18.30 e locali chiusi alle 22.00😭
Lucrezia Novelli 1 anno fa su fb
diciamo che è rimasto alle abitudini ticinesi perchè ti assicuro che questi orari neanche negli anni 80...
Vincenzina Ariano 1 anno fa su fb
Abbassare un po’ di prezzi ... dopo funziona meglio
Jingo Rebo 1 anno fa su fb
Vincenzina Ariano Nn basterebbe ...
Mario Sti Boostin 1 anno fa su fb
Sono tutti a como tranquilli
Natyna La Sicaria 1 anno fa su fb
Mario Sti Boostin pure io esco a como a chiasso cosa c' da fare?😂
Mario Sti Boostin 1 anno fa su fb
Molto chiasso poco da fare 😅
Flavio Bazzucca 1 anno fa su fb
c'è il club oceano !
Mario Sti Boostin 1 anno fa su fb
Flavio Bazzucca Lugano
Flavio Bazzucca 1 anno fa su fb
si ok poco dopo chiasso ma siamo li
Mario Sti Boostin 1 anno fa su fb
Flavio Bazzucca chiasso maxim 🤣
Nadia Tucci 1 anno fa su fb
Abbassate i prezzi
Francesco Durante 1 anno fa su fb
Qui ci lamentiamo anche se il vicino di casa durante il trasloco fa rumore e pianta un chiodo! Purtroppo triste realtà.
Maryl Fusi 1 anno fa su fb
Tutti dormono alle rose,nessuna voglia cambiare strategia,strutture,attivita a basso costo per clienti,attivita ferma da anni 80...Ce tanto da cambiare in Ticino.Ma qua ci vuole la volonta ed interesse serio. La natura stupenda non puo salvare turismo.
Davide Arnaboldi 1 anno fa su fb
Franco alto?...no italiani!!! Franco alto?...ticinesi in Italia!!! Ovvio
Romana Castelli 1 anno fa su fb
Anche per i germanici la Svizzera è troppo cara
Davide Arnaboldi 1 anno fa su fb
Romana Castelli certo...anche per francesi olandesi ecc
Therese Weibel 1 anno fa su fb
Oramai i turisti non arrivano più in Ticino per il boccalino E castagne.Ci vuole ben altro
Annadimelide Annadimelide 1 anno fa su fb
nn on avete contato tutti gli alberghi che hanno chiuso
Raffaella Norsa 1 anno fa su fb
Annadimelide Annadimelide veramente ne hanno aperti
Pat Novo 1 anno fa su fb
Finché si eliminano zone dove c è offerta solo perché UNA persona reclama(city Garden festival del film)... facciamo ridere in sto sfigatissimo cantone!!
Norys Cerda Lara 1 anno fa su fb
Come diavolo si fa a girare il Ticino se una famiglia con 2 bambini deve chiedere un leasing per andare una sera a mangiare una pizza o semplicemente portarli in piscina 😡
Giuliano Forlini 1 anno fa su fb
Norys Cerda Lara nel resto della Svizzera i prezzi sono anche più alti ma i clienti (esteri) ci sono. È proprio che non è attraente il Ticino
Gladys Jelmini 1 anno fa su fb
Giuliano Forlini ma direi anche di no...siamo in linea e ho visto poche volte anche a minor prezzo. Però riscontro un servizio migliore a volte rispetto al Ticino.
Giuliano Forlini 1 anno fa su fb
Gladys Jelmini a parte qualche caso, la differenza di prezzo io la vedo sempre ma, come dice lei, il servizio e l'offerta sono nettamente superiori e quindi la voglia di spendere c'è da parte del turista
Gladys Jelmini 1 anno fa su fb
Giuliano Forlini sicuramente il caffè è oneroso.😅 purtroppo credo che il problema del Ticino è che non offra poco o nulla per le famiglie. In Svizzera interna ad esempio fanno molte offerte famiglie, certi parchi ben tenuti sostenuti dal Cantone che non paghi, ma poi ti dà la possibilità di mangiarti un gelato. E noi non andiamo spesso al ristorante, ma comunque sempre in linea, con appunto la differenza di servizio. Diciamo che c'è stata un'inversione di cordialità e servizio in moltissimi casi.
Norys Cerda Lara 1 anno fa su fb
Giuliano Forlini vuoi paragonare stipendi piu alti, sevizi, offerte, ecc
Lucrezia Novelli 1 anno fa su fb
Giuliano Forlini non è proprio cosi, continuate a dire ad esempio che Zurigo è carissima mentre io non ho trovato alcuna differenza con Lugano solo che un bar in centro a Zurigo è una cosa un bar in centro a Lugano un'altra
Davide Piro 1 anno fa su fb
Comunque la situazione è come il cane che si morde la coda, ci lamentiamo che si offre poco e costa tanto fare vacanze in Ticino, poi altrove ci si lamenta degli stipendi bassi e del dumping salariale....
Davide Piro 1 anno fa su fb
Qualche giorno fa ho letto altrove che il turismo in Svizzera va male, mah
Ferdinand Kamberaj 1 anno fa su fb
Kissà come mai
Fabio Zaninelli 1 anno fa su fb
Niente di strano in ticino la professionalità è sotto le scarpe.
Raffaele Brusa 1 anno fa su fb
e poi ci si domanda il come mai? ..SVEGLIA!!!
Siro Turba 1 anno fa su fb
Quello che volevano.......
Cesare Giocondo 1 anno fa su fb
Vabe si voleva fare il parco nazionale, abbiamo votato no... siamo simpatici come un lumacone schiacciato sotto le scarpe...quindi ora possiamo raccogliere i nostri frutti
Pat Novo 1 anno fa su fb
Cesare Giocondo ma per fortuna abbiamo votato no!!!
Lorenz Barchi 1 anno fa su fb
eccccccccerto, perché la colpa del turismo in calo in Ticino è perché è stato bocciato il parco…..
Fabio Quentin Biscozzo 1 anno fa su fb
Cesare Giocondo esatto 👏🏻👏🏻👏🏻
Lorenzo Alberto Pool 1 anno fa su fb
Certo che no, ma un bel parco da sempre ha attirato turisti !
Pat Novo 1 anno fa su fb
Lorenzo Alberto Pool i turisti non gli attori impedendogli di girare dove vogliono in montagna! Basta con le ca💤ate
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Il Ticino dovrebbe buttarsi su una grossa fetta di mercato disdegnata in Svizzera.....quello itinerante, aprendo qualche area in più, abbassando i prezzi dei campeggi, e visto il clima che ci troviamo, tenerli aperti tutto l' anno. Non si può più fare un turismo stagionale, stesso discorso per gli alberghi, volendo guadagnare in sei mesi quello che si guadagnerebbe in un anno. È quello che il Ticino non ha ancora capito.
Juri Blum 1 anno fa su fb
Coi prezzi tutto tranne che concorrenziali... mi sarebbe stupito il contrario.
Dada Plus 1 anno fa su fb
Bella scoperta....sempre solo a guardare i prezzi, mai gli stipendi ed i costi della vita, nono troppo difficile
Juri Blum 1 anno fa su fb
Dada Plus finché si vota no alla cassa malati unica... e no ai 4000 chf di stipendio fisso... direi di dire nulla e fare un mea culpa
Ivana Kohlbrenner 1 anno fa su fb
Avete visto la zona di paradiso ,? Mamma mia ovvio che non ci verrànno i turisti ....totalmente edificata con enormi palazzoni ...che pena
Juri Blum 1 anno fa su fb
Ivana Kohlbrenner i palazzoni possono starci....tutto dipende da come poi si decora e accoglie il turismo. I prezzi sono inclusi.
Lucrezia Novelli 1 anno fa su fb
Ivana Kohlbrenner in conpenso il lungo lago è molto bello, certo che un turista non viene in Canton Ticino per ammirare l'architettura di Paradiso.
Matteo Carlo Angelo Giuffrida 1 anno fa su fb
Non per sarcasmo ma è il riflettersi della curva di sopravvivenza dei turisti svizzero-tedeschi che si godevano tradizionalmente il nostro cantone... Gli ottantenni non durano in eterno purtroppo...
Yan Saporiti 1 anno fa su fb
Ma va dai.. ogni giorno entrano oltre 70mila turisti
Momir Tasic 1 anno fa su fb
Yan Saporiti GRANDE.
Fabio Quentin Biscozzo 1 anno fa su fb
Yan Saporiti questo è uno dei commenti più stupidì che si possano leggere! E meno male che entrano! Altrimenti bar e ristoranti sarebbero definitivamente chiusi! Ma si! Forse quello che volete è proprio una città fantasma! Tranquilli constate riuscendo!
Yan Saporiti 1 anno fa su fb
Fabio Quentin Biscozzo Ah certo, infatti i bar 30 anni fa non esistevano.. Poi non mi pare che manchino le persone formate per lavorare non solo nel secondario, ma pure nel primario e terziario. È una pagina ticinese poi, dunque smamma grazie
Simona Cottini 1 anno fa su fb
Speriamo vi dicano di smammare anche alla frontiera quando venite a far spesa, così iniziate a far girare di nuovo la vostra economia 🤗
Maya Ambrosi 1 anno fa su fb
Fabio Quentin Biscozzo Taranto non è una città fatasma. Se non è contento può tornare...
Maya Ambrosi 1 anno fa su fb
Simona Cottini Cosa penserebbero i suoi datori leggendo cose del genere? Accentuare le divisioni "voi" e "noi" lavorando in Svizzera mi sembra controproducente.
Yan Saporiti 1 anno fa su fb
Simona Cottini In Italia si va a fare un po' di spesa (Non mi pare che Migros, Coop e compagnia bella chiudano, anzi!) perché in Ticino, causa frontalieri, non tutti possono permettersi di spendere qui. Probabilmente se tutti prendessero il giusto stipendio.. Ma questo è un altro discorso. La mia era una battuta generale sul turismo di cui parlava questo articolo. Una battuta, niente di più. Possibile che voi italian dovete prendere sempre tutto sul personale? Se siete frontalieri e vi sentite a disagio, è semplice. Si fanno le valigie e si prende un permesso di soggiorno. Se no, statevene a casa vostra. Non mi sembra tanto difficile no? Oppure non lamentatevi per OGNI SINGOLA BATTUTA
Lucia Ladu 1 anno fa su fb
Maya Ambrosi lavora in Italia.il commento è da interpretare e,sarà sicuramente rivolto a chi ha scritto che entrano "70.000" turisti e gli altri a seguire.Magari discendenti da famiglie di italiani trasferiti in Ticino anni fa e,sono sempre i primi a scagliarsi contro chi entra e lavora con regolare permesso,praticamente i peggiori
Giuliano Forlini 1 anno fa su fb
Non si offre abbastanza in Ticino, lo dico da tempo. A due passi c'è l'Italia che offre le stesse cose e a prezzo più contenuto; o si fa davvero la differenza, offrendo quello che in Italia non si trova, o andrà sempre così ;)
Dada Plus 1 anno fa su fb
Sì puo' offrire o tentare di offrire anche la luna, ma poi j ticinesi stessi faranno ricorso e tutte le buone intenzioni degli organizzatori cadono. Questione di mentalita'
Natyna La Sicaria 1 anno fa su fb
Iniziate ad offrire qualcosa in questo cantone, perchè qui vedo solo tanta gente depressa😅😅😅
Dada Plus 1 anno fa su fb
Qualcosa? La mentalita' e' questa, chiusa, la gente vuole solo non avere problemi di rumori molesti, purtroppo questa e' la verita' da provinciali quanto un quartiere di Milano
Raffaella Norsa 1 anno fa su fb
Dada Plus scusa ma cosa c’entrano i quartieri di Milano? Anche perché ormai è un pezzo che i quartieri a Milano non esistono più.
Dada Plus 1 anno fa su fb
Siamo grandi quanto un quartiere di Milano, e la pensiamo proprio da tale mentalita'
Raffaella Norsa 1 anno fa su fb
Dada Plus evidentemente non sei di Milano, questo è chiaro.
Dada Plus 1 anno fa su fb
Per fortuna!!!!!!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-19 23:03:00 | 91.208.130.86