CHIASSOBagno di folla al Nebiopoli, in 20mila invadono Chiasso

04.02.23 - 20:13
Una bella giornata e una partecipazione da urlo: «Record mai visti»
Ti-Press (Massimo Piccoli)
Bagno di folla al Nebiopoli, in 20mila invadono Chiasso
Una bella giornata e una partecipazione da urlo: «Record mai visti»

CHIASSO - Dopo un inizio con il botto, con oltre 6mila persone ad assistere alla sfilata dei bambini, il carnevale Nebiopoli è entrato oggi nel vivo con la 61esima edizione del corteo, che è stato accolto da un vero e proprio bagno di folla (stando agli organizzatori, sono state circa 20mila le persone accorse per godersi carri e gruppi).

«Questo Nebiopoli baciato del sole fa risplendere record mai visti», ha dichiarato il Presidente Alessandro Gazzani in una nota, «finalmente siamo tornati! E lo abbiamo fatto in grande! L’edizione 2023 conferma e supera il successo dell’edizione 2020 (pre pandemia)».

Come detto, un'edizione baciata dal sole e dalle ottime temperature che segna il rilancio del carnevale (Nebiopoli è il primo “big” in Ticino) a seguito degli anni caratterizzati dalle restrizioni causate della pandemia.

Un tripudio di suoni, colori e coriandoli ha caratterizzato la marcia odierna, che ha attratto gruppi anche dal Sopreceneri e persino dalla Romandia. Durante il corteo, come da tradizione, la satira l'ha fatta da padrona. Non sono mancati i riferimenti alla questione del lupo, di cui si è parlato moltissimo negli ultimi mesi, all'aumento dei costi (tra casse malati e benzina) e alla crisi energetica - sfumate a mò di frecciatine all'ex Consigliera federale Simonetta Sommaruga per la nota frase sulla doccia in due.

Il corteo ha preso il via dopo una mattina di festa, aperitivi e musica al Villaggio Nebiopoli e in Piazza Indipendenza. In serata, lo ricordiamo, continua la festa prima con l'animazione di Radio 3i e "Dj Feed", poi con la musica live di "Ludwig" a partire da mezzanotte e mezza.

Classifica del Corteo
Per quanto concerne i gruppi, al primo posto sono arrivati gli [email protected] del Rione Excelsior, di Chiasso (“Püsee che un carnevaa... paar un tron da spad...”), al secondo posto i Mistun da Mendriis, di Mendrisio (“Con la sterilizaziun e na pitürada la zanzara tigre la vegn fermada”) e al terzo i Generation Grezz di Monte Carasso (con “Manca l'acqua che casott... podi più fa la doccia biott!!”).

Per quanto riguarda i carri, è arrivata al primo posto la “Castello Bene” di Castel San Pietro (con il “Conte LAMal Berset“) seguita dai NCS di Novazzano e i Pincirö di Balerna. 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE