Il tocco "green" di Mario Botta per la nuova ala del FoxTown

MENDRISIOIl tocco "green" di Mario Botta per la nuova ala del FoxTown

03.11.22 - 13:12
Durante l'inaugurazione la parola chiave è stata "sostenibilità". Il legno usato, infatti, arriva dalla tempesta Vaia
Tio/20Min/Davide Giordano
Il tocco "green" di Mario Botta per la nuova ala del FoxTown
Durante l'inaugurazione la parola chiave è stata "sostenibilità". Il legno usato, infatti, arriva dalla tempesta Vaia

MENDRISIO - A 27 anni dalla sua apertura, il FoxTown si "sdoppia" e lo fa all’insegna della sostenibilità. Il progetto, chiamato appunto "FoxTown bis" era stato annunciato un paio di anni fa e prevedeva l'estensione del Mall nel vicino Centro San Martino, collegata direttamente alla stazione ferroviaria di Mendrisio San Martino.

Legna dalla tempesta - Per la nuova ala è stato scomodato l'architetto Mario Botta, che ha curato gli interni valorizzando l'edificio esistente e ponendo al centro la sostenibilità e il riuso creativo di materiali naturali. Il legno utilizzato per l'allestimento proviene infatti dalla tempesta Vaia (forte evento meteorologico del 2018). «A una materia prima già di per sé riciclabile, abbiamo dato un significato etico e di vita. Abbiamo recuperato un elemento che altrimenti sarebbe andato distrutto per dargli un valore aggiunto», ha dichiarato Botta. Lo stesso Tarchini ha sottolineato l'importanza dell'ecosostenibilità negli ultimi progetti del Gruppo: «È diventata un filo conduttore e principio guida».

Nel corso della conferenza stampa sono stati snocciolati i numeri del Centro Outlet di Mendrisio che confermano quanto sia ancora viva l'idea di Silvio Tarchini: quasi 56 milioni di clienti, 41 mila bus arrivati, oltre 52 milioni di scontrini emessi per una cifra d'affari complessiva di quasi 6 miliardi di franchi.

Oltre 22 milioni per 30 nuove insegne - Per la nuova ala sono stati investiti oltre 22 milioni di franchi, che comprendono la realizzazione dell'adiacente autosilo FoxTown. Il progetto, partito durante la pandemia, ha richiesto quasi due anni di lavoro. L'ampliamento ospiterà, una volta a pieno regime, 30 nuove insegne. Tra i marchi oggi già insediati si contano Aeronautica Militare, Angelico, Anne Fontaine, Belotti, Baglioli, Camicissima, Garcia, G-Star, Guess, Jaked, Kiko Milano 3 Only, oltre al nuovo Wood Avenue Italian Restaurant & Bar.

Per celebrare l'importante traguardo dei suoi primi 27 anni d'attività, la Città della Volpe ospiterà 3 giorni di eventi esclusivi: da venerdì a domenica ci saranno animazioni per bambini, gli spettacoli musicali del Pianoforte Gigante, premi con la ruota della fortuna e un concorso con in palio dallo scooter elettrico a buoni shopping.

COMMENTI
 
Ascpis 2 mesi fa su tio
Mi vedo la domanda del falegname: architetto come vuole che mettiamo i listelli abbatti sole? Risposta di Botta: li metta pure a caz.zo 😂😂… non uno in linea con l’altro
volabas56 2 mesi fa su tio
Tarchini non è sicuramente un benefattore, ma da persona intelligente e furba ascolta le esigenze della gente e di conseguenza opera, tutto li'.
F/A-19 2 mesi fa su tio
👍🏻Cosa fai? Mi copi?
Rusky 2 mesi fa su tio
sostenibilità si certo come no con i frontalieri che arrivano rigorosamente 1 per auto 🙃
F/A-19 2 mesi fa su tio
Per Tarchini sostenibilità significa che quando il suo borsino si riempie la cosa è sostenibile, la questione del legno che viene dalla tempesta Vaia è il solito specchietto x le allodole, comunque Tarchini sempre molto sensibile e furbo, ascolta ciò che la gente vuole e poi realizza quindi il Fox è il frutto di quello che la gente vuole, vestito di marca spendendo poco.
Rusky 2 mesi fa su tio
Tarchini o no a me il Foxtiwn e vestiti di marca comunque sempre a caro prezzo fatti nei paesi povero non mi hanno mai interessato !
volabas56 2 mesi fa su tio
Non era sicuramente mia intenzione copiarti, pero' forse era meglio semplicemente condividere il tuo post. Buona domenica.
vulpus 2 mesi fa su tio
Molto bella la visione di questo centro. Il dubbio è se sia in linea con i parametri di risparmio energetico con questa volumetria così alta. Una visione , anche architettonica di un centro commerciale e non solo un capannone.
ReoZH 2 mesi fa su tio
Particolare, non male .....bravo Botta !
Big Luca 2 mesi fa su tio
Le Province di Como e Varese ringraziano per i 200 posti di lavoro che il nuovo FoxTown offrirà loro (con ulteriori 200 auto in piu' ogni giorno a circolare con 1 unico frontaliere in auto !).
gadoal 2 mesi fa su tio
+1 ho pensato la stessa cosa. Ma chissa quante tasse pagheranno a Mendrisio.....uuuuuuuuh tantissime tasse
Frontaliereoriginal 2 mesi fa su tio
Al fox assumo seguendo il CCL quindi stesso stipendio per residenti e frontalieri , certo che bisogna lavorare di sabato di domenica, aperto fino alle 19, insomma non proprio orari che prediligono gli autoctoni!!
RV50 2 mesi fa su tio
Fronta..... certo secondo il ccl di quale società ? mi piacerebbe vedere gli stipendi che pagano mensilmente , tiro a indovinare tra 2500 / 3000 Fr. mensili lordi!!!! pacchia per i frontalieri miseria per i residenti . tengo a precisare che non ne faccio una colpa ai lavoratori frontalieri loro lavorano come i nostri ma c'é una piccola "differenza" loro vivono in Italia e non in Svizzera , la colpa in parte la do al governo ticinese e l'altra parte alle ditte che sfruttano la situazione a loro favore con salari ridicoli per i nostri lavoratori indigeni
gigipippa 2 mesi fa su tio
Personalmente ho sempre ritenuto che questo tipo di aziende dovrebbero trasferisci nella fascia tra Malpensa e Como. Anche perché con i salari che propongono non riusciranno mai a ricompensare il territorio per alberi tagliati ed ai terreni usati per dar loro posto.
Frontaliereoriginal 2 mesi fa su tio
Rv dal 2020 minimo salariale 3700 chf , con domeniche e straordinari superi i 4k ( sempre tutto lordo) , https://www.ticinonews.ch/ticino/nuovo-contratto-collettivo-per-i-dipendenti-del-fox-town-324780
Io 2 mesi fa su tio
@RV50 credo che lei non sia molto.in chiaro io.ci ho lavorato anni fa e gli stipendi non fanno distinzione tra residenti e frontalieri...già a quei tempi quando c'era solo l'ala principale erano dei.buoni stipendi poi se ti facevi le domeniche e i festivi prendevi una buonissima paga anche per un residente.Ero una perla rara tra i tanti frontalieri l'ho fatto per 4 anni poi ho cercato di avvicinarmi più verso casa e non perché ero pigra o quant'altro ma ero arrivata ad un punto che non vedevo più mio marito lavoravo 3 domeniche al mese...facevo tutti i festivi e chiaramente avevo 2 giorni di libero in settimana che non combaciano mai con il libero di mio marito..arrivavoa casa alle 20 cucinavo mangiavo e andavo a letto praticamente come se ero single e soldi a parte mi sono sposata anche per passare un minimo di tempo con mio marito fossi stata sola me ne sarei fregata. a quei tempi non avevo pausa falle 11 alle 19 continuato ho fatto la mia parte ma per me era importante la mia famiglia oltre il lavoro. Poi devo dire che mi sono ritrovata anni fa senza lavoro e mi sono presentata al Fox e mi sono sentita rispondere noi prendiamo solo.frontalieri e da lì per me il Foxtown ha cessato di esistere!
RV50 2 mesi fa su tio
fronta..... prova a verificare se esattamente prendono tanto? pur di avere il lavoro i frontalieri accettano anche molto meno e non vengono a pubblicarlo ai 4 venti ... per i nostri che cercano lavoro i proprietari hanno sempre una scusa valida per non dare loro il lavoro perché altrimenti si dovrebbero dare quello che tu dici .... vai a verificare e poi mi dirai "sognatore di illusioni"
Frontaliereoriginal 2 mesi fa su tio
Io personalmente ne conosco 2 che lavorano lì e prendono anche qualcosa in più come lordo base senza domeniche e straordinari, anche vero che lavorano lì da quasi 20 anni. Comunque penso che 3700chf o 4000chf per un residente in ticino se ha famiglia sono comunque pochi, oltre il fatto che devi lavorare sabati e domeniche
ivandaronch 2 mesi fa su tio
Che pena da n'architett.
Swissabroad 2 mesi fa su tio
Ah immagino invece tu che genio saresti a progettare edifici. Se Botta è conosciuto anche ben oltre la tua bella valle con le pecore, un motivo ci sarà.
Frankeat 2 mesi fa su tio
Ho visitato la nuova ala 1 mesetto fa e il colpo d'occhio è veramente stupendo. Unico appunto: quel giorno faceva veramente caldo e la galleria sopraelevata che collega la nuova e la vecchia Foxtown era purtroppo un forno. Mi auguro che abbiano sistemato il problema.
Meiroslnaschebiancarlengua 2 mesi fa su tio
Carino. E bella l'idea della nave revesciata fatta con legno recuperato dopo una tempesta.
YanNick 2 mesi fa su tio
Botta è un po' come re Mida, ma ogni cosa che tocca non diventa oro ma roba marrone
Ascpis 2 mesi fa su tio
😂😂😂😂😂😂 grande
NOTIZIE PIÙ LETTE