Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
LOCARNO
15 min
Incendio in via Bustelli a Locarno
La strada è stata chiusa. Sul posto sono accorsi i pompieri, un'ambulanza e alcuni agenti di polizia
CANTONE
18 min
Entrata in Svizzera: ecco il modulo per notificare il secondo test
Dallo scorso 20 settembre all'ingresso nel nostro paese per i non vaccinati vale la regola del doppio test
FOTO
CANTONE
1 ora
In trecento per “Ti ho raccolto”
La scorsa domenica l'evento ha avuto successo nonostante la pioggia
CANTONE
1 ora
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CASLANO
1 ora
Una giornata per (ri)pulire Caslano
L'evento "Verde Pulito" si terrà nella giornata di domani sul lungolago della località malcantonese.
CANTONE
2 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
CANTONE
2 ore
Centosettant'anni di votazioni cantonali in un click
Con questo progetto, nato a seguito di un'iniziativa parlamentare, lo Stato vuole garantire maggior trasparenza.
RIAZZINO
3 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
5 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
16 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
CANTONE
18 ore
Frontalieri e compensazione finanziaria, versati oltre 90 milioni
La cifra è stata comunicata oggi, in occasione della riunione delle delegazioni italiana e svizzera
LUGANO
19 ore
GAM, a casa 17 dipendenti
Il gestore patrimoniale zurighese ridimensiona le attività a Lugano
MENDRISIO
19 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
LUGANO
19 ore
Polo turistico congressuale, le proposte non sono conformi
Gli esperti hanno ritenuto che non vi sono le basi per aggiudicare il concorso.
CHIASSO
19 ore
Troppa incertezza, nessuna Espérance
L'edizione 2021 di Espérance in Musica non avrà luogo
CANTONE
23 ore
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
23 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
1 gior
Isole di Brissago: il giardino ha un nuovo responsabile scientifico
Si tratta di Alessio Maccagni di Tenero. È entrato in servizio lo scorso 1. agosto
CANTONE
1 gior
I Giudici di pace hanno un nuovo manuale
La pubblicazione rappresenta un sussidio didattico essenziale per svolgere la funzione.
MENDRISIO
1 gior
Moglie del municipale, Robbiani non molla la presa
Il Consigliere comunale di Lega-UDC-UDF biasima il comportamento dell'esecutivo: «Non esistono cittadini di Serie A e B»
CANTONE
1 gior
Punizioni corporali, il Governo ticinese scrive a Berna
Il Consiglio di Stato vuole iscrivere nel Codice civile delle normative che proibiscano tutte le punizioni corporali.
CANTONE
1 gior
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
LUGANO
30.05.2021 - 17:490

Sgombero ex Macello, le reazioni di alcuni partiti

La Lega saluta «positivamente» la decisione del Municipio che «ha dimostrato coraggio e coerenza».

Di tutt'altro tenore le reazioni della sinistra luganese che esprime solidarietà agli autogestiti, puntando il dito contro l'esecutivo luganese.

LUGANO - Lo sgombero dell'ex Macello ha provocato reazioni contrastanti nella politica di Lugano. E se a destra si «saluta positivamente» la decisione presa dal Municipio di Lugano, a sinistra si esprime «solidarietà» agli autogestiti e si accusa l'esecutivo di aver usato «il pugno di ferro».  

Ma iniziamo dalla sezione della Lega dei Ticinesi che sottolinea come il municipio abbia dimostrato «coraggio e coerenza» nel far rispettare «l’ordine e garantire lo stato di diritto», puntando successivamente il dito contro la «chiusura e la miopia» dimostrata dal CSOA «nel cercare una soluzione condivisa», fino all’ennesimo «spregio della legalità con l’occupazione di un sedime privato». 

«Pugno di ferro» - Di tutt'altro tenore è la reazione dell'MPS che sottolinea come il Municipio abbia scelto «la linea dura con una giustificazione assurda», ovvero l’occupazione temporanea da parte di una «cinquantina di ragazzi e ragazze per lo più minorenni» dello stabile ex Vanoni.«Le immagini delle ruspe che si vedono oggi fanno rabbrividire», precisa il Movimento per il socialismo, sottolineando che le «le promesse di voler aprire al dialogo - tra l'altro ancora ribadite durante la Conferenza stampa di oggi pomeriggio (ndr) - si sono sciolte come neve al sole» e che lo sgombero fosse «già preparato e organizzato». Fatto questo dimostrato, secondo l'MPS, «dall’ingente schieramento di polizia» proveniente anche dal canton Vaud e «dall’entrata in azione immediata delle ruspe».

»Numerose irregolarità» - Anche la Gioventù Socialista condanna «le azioni del Municipio di Lugano» e denuncia le «numerose irregolarità commesse», come il fatto di «non aver eseguito controlli preventivi allo scopo di evitare la diffusione di sostanze tossiche» passando per il fatto di non aver «interpellato gli uffici comunali competenti», arrivando infine «al dispiegamento eccessivo di forze di polizia, arrivate in rinforzo persino da fuori cantone». I membri del Giso di attaccano anche Il sindaco Borradori che ha inizialmente dichiarato che «lo sgombero e la demolizione degli spazi autogestiti non fossero previsti», per poi in seguito ammettere che «l’operazione era pronta ed è bastata l’occupazione pacifica del palazzo Vanoni per farla scattare».

«Così si produce frustrazione e rabbia» - Sulla stessa lunghezza d'onda anche i Verdi di Lugano, ForumAlternativo e l'Associazione AIDA che si dicono «sconcertati» dalla «sproporzione di mezzi e provvedimenti» messa in campo dal Municipio. Prima con un dispiegamento di polizia «impressionante» rispetto alla situazione - «l’occupazione temporanea di un edificio disabitato da parte di un numero ridotto di persone» - e poi con la «scioccante» demolizione di una parte dell’ex Macello. Secondo Verdi, FA e AIDA queste scelte non fanno altro che «produrre frustrazione, esasperazione, rabbia: un clima funzionale a chi vuole esacerbare lo scontro».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas56 3 mesi fa su tio
Se un errore è stato commesso dal municipio, è quello di non aver agito gia' anni fa, questo ora è il risultato di aver sempre assecondato gli atteggiamenti di questi energumeni.
don lurio 3 mesi fa su tio
Da secoli si parla di sgombero , e della demolizione del Molino.In questi casi non necessitano licenze o permessi , agire immediatamente. Tutti i Municipali, consiglieri Comunali ora sono ALLIBITI che hanno proceduto alla demolizione e sgombero.V ERGOGNA Date le dimissioni . A chi ha inoltrato denuncia del Municipio , Verdi sinistroidi e architetti questi sono da eliminare macinandoli con le macerie e i Brozzoni come li chiamano a Lugano. Al posto di manifestare andate in Turchia o sotto la casa del presidente della Bielorussia...
cle72 3 mesi fa su tio
@don lurio Ma lei scherza? Per fare quello che hanno fatto la legge edilizia prevede l'inoltro di una regolare domanda di costruzione e per stabili così vecchi, bisogna verificare la presenza in primis di amianto e poi di altre sostanze o materiali nocivi. Legge Suva solo dopo queste verifiche e passaggio della domanda di costruzione si può agire. La legge dovrebbe essere uguale per tutti... ma così non è! Provi le a fare quello che hanno fatto, demolisca dei muri o costruisca una semplice casetta di legno fissa in giardino, senza fare una domanda di costruzione regolare. Il giorno dopo si trova l'ufficio tecnico in casa e il giorno dopo dovrà smontare tutto, pagare una multa salata ecc ecc
pulp 3 mesi fa su tio
@cle72 Non vero. Fai una domanda in sanatoria. Ma perchè parlare di un intervento a fronte di anni e anni di illegalità? E' questo che non capite... la gente ringrazia il comune e il municipio e non gli autogestiti malgestiti.
cle72 3 mesi fa su tio
Lugano, città dalla mentalità chiusa. Questo fatto, il referendum anti polo sportivo, che dire complimenti e si parla di rispetto e aperture al turismo. In altre città si sono fatti i nuovi stadi, c'è l autogestione e Lugano? solo calma, nulla da fare, a no si la passeggiata con il cane in riva al Lago... ma in silenzio se no si rischia di avere problemi con coloro che abitano in riva al Ceresio. Keep kalm! By Lugano!
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@cle72 Il Molino è un quartiere celebre per tutto meno che per la virtù dell'autogestione. Sono d'accordo a dare alle persone dello spazio per le attività di svago, sono anni che dico che la pianificazione territoriale degli ultimi decenni è stata così lacunosa da portare ad un cantone casa anziani pieno di ricorsi e lamentele. Chiaramente però non vuol dire che bisogni prendere delle aree e trasformarle in un porcile, sopra tutto se sono così vicine al centro. Ritengo che il comune di Lugano, per fare un lavoro in ordine debba evidenziare fin da subito delle aree periferiche da destinare a eventi e strutture di svago (anche discoteche) sul piano regolatore. Non è possibile che vengano costruiti stabili abitativi accanto a discoteche, come non è possibile che i proprietari abbiano pure il coraggio di lamentarsi. In Ticino per i ragazzi dai 16 ai 25 anni non c'è molto, è normale che finiscano per dare importanza alle poche aree dove credono di poter fare ciò che vogliono. Che si inizi a destinare delle aree a tutte le attività rumorose e fastidiose come i concerti di modo da poterne fare più spesso ed evitare che ai ragazzi serva ''l'autogestione''.
ioenontu82 3 mesi fa su tio
bravo municipio di Lugano, avete tutto il mio sostegno!!! Che si autogestiscano il loro pezzo di terra... ah già non ne hanno uno... a lavorare! tra l'altro si sono dimostrati dei polli
pulp 3 mesi fa su tio
Ma perchè i sinistri non finanziano a spese LORO un centro per questi "ragazzi"? Un grande applauso ai municipali di Lugano che hanno deciso lo sgombero e la demolizione.
F/A-19 3 mesi fa su tio
@pulp Peccato che hanno agito in piena illegalità, con ditte naturalmente sempre le solite, senza chiedere permessi per lavoro notturno, senza autorizzazione, senza avvisare i vicini, senza possibilità di ricorsi, facendo rumori per tutta la notte, polvere, blocco di strade, una vergogna. Quando demoliscono le case abusive in Italia sono molto più seri.
pulp 3 mesi fa su tio
@F/A-19 Sarebbe curioso chiedere ai vari abitanti in zona se ha rotto di più l'intervento lampo di demolizione o i 20 anni di autogestione... ma non ho dubbi al riguardo. Illegale l'intervento? Lo vedremo...ma con una domanda a posteriori e i motivi d'urgenza secondo me è tutto più che in regola.
F/A-19 3 mesi fa su tio
@pulp Ma sai, l’ex macello è stato assegnato dal comune, potevano trovare anche altri posti. Che invece la demolizione è un’atto penalmente perseguibile non lo dico io ma bensì da chi la legge la conosce, eccome se la conosce! È la magistratura dovrebbe procedere senza indugio se funziona. Ma dubito che lo faranno, troppi sono gli esempi che ci hanno fatto pensare che agiscono come più gli conviene.
pulp 3 mesi fa su tio
@F/A-19 Beh allora vedremo. Considera che gli avvocati ci provano, ma poi vediamo se passa
F/A-19 3 mesi fa su tio
@pulp Se devo essere sincero devo ammettere che i più grandi scandali ticinesi sono stati sotterrati sotto valangata di sabbia quindi non mi aspetto risultati eclatanti, riusciranno come sempre a risultare puliti. Mi piace la difesa del Boris Bignasca al sindaco Borradori nel denunciare il tono incivile dei Molinari, peccato che il mattino della domenica è da trent’anni che incivilmente sputa fango su più o meno tutti quelli che contano, non parliamo poi di quando il Nano istigava ad infrangere la legge eccetera eccetera. Oggi hanno lasciato l’aula del gran consiglio indignati, da che pulpito!
Boh! 3 mesi fa su tio
...ma scusate, leggendo le reazioni sembrerebbe che occupare abusivamente la proprietà privata altrui sia una piccola bagattella da nulla.... c’è chi non può e c’è chi invece può (e anzi lo rivendica come un sacrosanto diritto!)...
Evry 3 mesi fa su tio
«Allibita» la municipale Cristina Zanini Barzaghi, che si è detta all’oscuro di quello che sarebbe poi successo. Che barzelletta.... e poi Lei non è la maggioranza del Muicipio o la Regina-Zar di Lugano ma una delle molte che starnazza discorsi roboanti e da taia-medega.... come i sostenitori
Tato50 3 mesi fa su tio
@Evry Guarda che partecipa anche alle manifestazioni non autorizzate dei "molinari". E l'hanno rieletta ;-((
FoxOne72 3 mesi fa su tio
Tutto confermato, la sinistra difende l'illegalità, la destra difende la legalità. È evidente, come da sempre del resto.
cle72 3 mesi fa su tio
@FoxOne72 Guarda che per demolire un solo muro, bisogna inoltrare una domanda di costruzione, la quale deve essere messa all'albo comunale, per il consenso di tutti i vicini, oppure subire dei reclami. Per eseguire lavori notturni, bisogna richiedere il permesso. Ma punto più grave, come la mettiamo con la Suva presenza di amianto ecc ecc sono stati fatti I controlli? è stato rilasciato il permesso dalla Suva? Non credo! Parla di legalità? Mi dica è tutto legale? Non direi proprio...
F/A-19 3 mesi fa su tio
@FoxOne72 Intanto c’era un contratto con il cantone per l’assegnazione e l’uso di questo spazio, poi ti dirò che anche solo in Italia, per abbattere abitazioni abusive o di mafiosi tutto si svolge di giorno, con un controllo della polizia e secondo tutti i crismi. Qui si è eseguito tutto il contrario!
Tato50 3 mesi fa su tio
@F/A-19 Si, in Italia vai a fare la spesa e torni a casa e la trovi occupata con tanto di serratura cambiata. Dai un'occhiata al programma di rete 4 al martedì che combatte queste occupazioni abusive e qualche risultato l'ha raggiunto anche se qualche operatore è finito all'Ospedale. Gente che deve pagare il mutuo, la luce e tutto il resto ma abita da un parente perché nessuno fa niente. Non prendiamo esempi peggiori se vogliamo fare paragoni ! Ciao carissimo, occhio alla porta ;-))
seo56 3 mesi fa su tio
Cara sinistra 🤐🤐🤐🤐🤐
F/A-19 3 mesi fa su tio
@seo56 Vero, in Italia succede anche quello....😳
TIA84 3 mesi fa su tio
Non ho seguito molto la vicenda.. ok lo sgombero.. ma la demolizione? A vedere la reazione di alcuni mi sorge una domanda.. c'era una licenza edilizia, cresciuta in giudicato, per procedere alla demolizione?
egi47 3 mesi fa su tio
Sono discussioni senza senso e solo a scopo politico. In tutte le aree occupate si paga un affitto, perché qui oltre che al degrado devono pagare i cittadini?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 11:51:36 | 91.208.130.85