Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
SVIZZERA
1 ora
«Bambini, fate valere i vostri diritti»
Parola di Alain Berset, oggi in piazza a Berna per la Convenzione sui diritti del fanciullo: «Un giorno non di promesse, ma di impegno»
SAN GALLO
2 ore
Ragazzino in bici investito da un furgone
L'incidente è avvenuto questa mattina a Berneck: il dodicenne ha rimediato ferite lievi
SCIAFFUSA
3 ore
Per «risparmiare tempo» non dichiarano oltre 160 chili di carne
Il furgone è stato notato nelle vicinanze delle cascate del Reno. Al suo interno si trovavano anche 52 chilogrammi di formaggio
GRIGIONI
3 ore
«Sì alla traduzione simultanea in Parlamento»
La conferenza dei presidenti del Legislativo ha di recente appoggiato una proposta del granconsigliere socialista Tobias Rettich
BERNA
3 ore
Moutier, c'è il sospetto di una frode elettorale
La giustizia ha aperto 16 istruttorie per verificare se alcuni elettori abbiano votato pur non essendo domiciliati nella cittadina
BERNA
3 ore
Le monete svizzere sono prodotte in Corea del Sud
La coniatura, però, avviene in Svizzera. Lo prevedono le norme sugli acquisti pubblici. Finora, una parte di pezzi grezzi veniva fabbricata in Germania
SVIZZERA
4 ore
Il Consiglio federale in breve
Ecco tutti i temi trattati dal'esecutivo nella seduta odierna in un colpo d'occhio
SVIZZERA
5 ore
Rapparono insulti sessuali contro Natalie Rickli: «Condanna da riesaminare»
Lo ha decretato il Tribunale Federale, a processo il gruppo hip-hop bernese Chaostruppe che potrebbe essere accusato anche di calunnia
SVIZZERA
19.10.2019 - 15:100

Le coltivazioni di tabacco sono sempre più rare

Attualmente il tabacco in Svizzera cresce su un'area complessiva di 398 ettari, principalmente nei cantoni di Vaud e Friborgo

BERNA - La superficie coltivata a tabacco in Svizzera è in continuo calo. E anche il numero di produttori sta diminuendo, malgrado ogni tanto alcuni nuovi coltivatori si lancino nell'impresa.

Attualmente il tabacco in Svizzera cresce su un'area complessiva di 398 ettari, ossia quasi 4 km2, secondo il Servizio di informazione agricola (LID), che si basa sui dati di Swiss Tabac, l'organizzazione mantello dei coltivatori del settore.

Nel 2003 la superficie era ancora di 679 ettari e nel 2018 di 420. Anche il numero di piantatori è diminuito: nel 2019 se ne contano 155, contro i 331 del 2003. Le principali coltivazioni di tabacco sono nei cantoni di Vaud e Friburgo, per un totale di 322 ettari su 398. Ma ve ne sono anche nei cantoni di Giura, Turgovia, Argovia, Berna e Sciaffusa.

Si tratta di una coltivazione impegnativa, con molto lavoro fatto a mano; e il raccolto richiede una grande organizzazione, spiega Francis Egger dell'Unione svizzera dei contadini (USC): «Il periodo è breve e bisogna assumere molto personale a causa della manualità del lavoro». Inoltre è un tipo di coltura che richiede molta competenza tecnica e un terreno adatto.

Il calo della produzione di tabacco è dovuto alla diminuzione delle aziende agricole in generale e al declino di altre singole colture, aggiunge Francis Egger. Tuttavia, ci sono ancora alcuni coltivatori che stanno iniziando.

D'altro canto l'esperto dell'USC non pensa che le campagne antitabacco o le sigarette elettroniche spingano i coltivatori di tabacco ad abbandonare. Data la loro modesta quota di mercato, questa evoluzione è di scarsa importanza per gli agricoltori nazionali. «Il tabacco svizzero copre il 4% della domanda interna», spiega.

Il reddito di una fattoria del settore è compreso tra i 4000 e i 7000 franchi per ettaro, e una di medie dimensioni ha circa tre ettari, precisa Egger.

Le prime piantagioni in Svizzera sono sorte alla fine del XVII secolo in Ticino e nella regione di Basilea. Dopo la seconda guerra mondiale, nel periodo d'oro della coltivazione del tabacco in Svizzera, si contavano oltre 6000 produttori, scrive Swiss Tabac sul suo sito web. Allora il tabacco spuntava su un'area di 1450 ettari.

Oggi i produttori svizzeri ottengono 16 milioni di franchi all'anno dal fondo per il finanziamento del tabacco indigeno. Questo è alimentato dall'imposta sul tabacco e dai fabbricanti di sigarette che acquistano tabacco svizzero. I coltivatori non ricevono più alcun sussidio federale dal 1993.

Per ogni pacchetto da 20 sigarette venduto, 2,6 centesimi vanno al fondo di finanziamento e 2,6 centesimi al fondo per la prevenzione del tabagismo. La quota di mercato del tabacco elvetico è irrisoria: secondo i dati Swiss Cigarette, nel 2015 il tasso di autoapprovvigionamento di tabacco indigeno era del 3,2%.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 18:13:26 | 91.208.130.89