Immobili
Veicoli

VAUDQuattordici radar in cinque giorni

08.06.22 - 21:23
È la folle impresa compiuta da un qatariota di 24 anni sulle strade elvetiche tra il 20 e il 24 maggio.
20min/Michael Scherrer (archivio)
Quattordici radar in cinque giorni
È la folle impresa compiuta da un qatariota di 24 anni sulle strade elvetiche tra il 20 e il 24 maggio.
Tra i tanti eccessi di velocità, due spiccano in maniera particolare. Il primo flash lo ha infatti immortalato a 215 sul 120, il secondo a 180 sull'80. Per entrambe le infrazioni l'uomo è stato denunciato quale pirata della strada.

LOSANNA - In cinque giorni ne ha combinate di tutti i colori, scambiando probabilmente le strade elvetiche per delle piste da corsa. Stiamo parlando del qatariota di 24 anni che tra il 20 e il 24 maggio è incappato ben quattordici volte nell'occhio vigile dei radar. Il giovane, alla guida di un'auto di grossa cilindrata, è stato beccato oltre i limiti undici volte nel Canton Vaud, due a Ginevra e una volta ad Argovia. 

Due volte "Pirata della strada"
Tra i suoi quattordici eccessi di velocità, spiccano in particolar modo quelli compiuti in territorio vodese nelle notti di lunedì 23 e martedì 24 maggio. Nel primo caso il 24enne è stato beccato sull'autostrada A1, tra Nyon e Ginevra, mentre sfrecciava a 215 chilometri orari sul 120. Nel secondo è stato intercettato nei pressi di un cantiere, sempre sull'A1, a 180 km/h sull'80. 

L'uomo, dopo il suo tour d'infrazioni, è stato infine fermato dalle autorità vodesi che lo hanno denunciato quale pirata della strada al Ministero Pubblico. Il 24enne, interrogato alla presenza di un avvocato d'ufficio, oltre a essersi visto sequestrare il veicolo, rischia fino a quattro anni di prigione (art. 90.3 e 90.4 LCStr) per la sua grave infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA