SVIZZERASi parla ancora della gigavilla di Roger Federer sul Lago di Zurigo

29.11.22 - 11:19
I lavori, bloccati da ambientalisti e autorità potrebbero riprendere. Ma a una condizione
AFP
Si parla ancora della gigavilla di Roger Federer sul Lago di Zurigo
I lavori, bloccati da ambientalisti e autorità potrebbero riprendere. Ma a una condizione

RAPPERSWIL-JONA - C'è (forse) luce in fondo al tunnel del complicato contenzioso relativo alla gigavilla di Roger Federer sul lago di Zurigo. 

L'idea della famiglia dell'ex-asso elvetico della racchetta era quella d'intervenire in maniera importante, in un'area comunque delicata dal punto di vista ambientale. Da qui un’opposizione degli ambientalisti e delle autorità che ne aveva congelato i lavori. 

Stando a quanto riportato questa mattina da diversi quotidiani del gruppo Tamedia, Federer potrà verosimilmente procedere all'edificazione non solo di una rimessa per barche ma anche di un molo di 20 metri e una baietta privata da 140 metri quadrati che verrà scavata direttamente nella riva del lago.

Il cavillo per sedare il contenzioso potrebbe passare da... un diritto di passo. Roger e Mirka, infatti, potrebbero vedere (infine) la luce verde ai lavori se dovessero acconsentire l'attraversamento pedonale della parte del lungolago compresa nella proprietà. 

Il motivo sarebbe legato al progetto, aperto da circa 20 anni dal canton San Gallo, di un sentiero fra Kempraten e Feldbach. Questo anche se, riportano i quotidiani del gruppo, non sembrerebbe esserci intenzione da parte delle autorità cantonali procedere nel breve termine con la sua costruzione.

 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE