Immobili
Veicoli

SVIZZERAMountain bike: «Il casco da solo non basta»

17.05.22 - 10:25
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
Ti Press
SVIZZERA
17.05.22 - 10:25
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
Per ridurre al minimo le probabilità di farsi male, l'UPI raccomanda di usare tutte le protezioni possibili. Non solo il casco.

BERNA - Ogni anno una media di 11'700 persone residenti in Svizzera si infortuna praticando il mountain biking. Per 400 di loro le conseguenze sono gravi - le ferite più frequenti riguardano la cintura scapolare e le braccia - e per 4-5 addirittura letali, sottolinea l'Ufficio prevenzione infortuni (UPI). Che invita quindi tutti gli appassionati di questo sport a prepararsi bene, valutare oggettivamente le proprie capacità e disporre di un equipaggiamento adatto. 

Il giusto comportamento - «La sicurezza di un'uscita dipende in ampia misura dalla preparazione e dallo stile di guida», mette in guardia l'UPI. Tutto inizia da una corretta valutazione delle proprie capacità. Quando si pedala nella natura le sollecitazioni sono notevoli e richiedono resistenza, forza e coordinazione. L’itinerario va quindi scelto in base alle proprie capacità. A chi fa mountain biking su pista, l'UPI consiglia di scegliere destinazioni che offrono percorsi ben preparati e segnalati in base ai livelli di difficoltà.

Il giusto equipaggiamento - Anche il materiale è fondamentale per la sicurezza. A tal fine è consigliabile portare regolarmente la mountain bike da uno specialista per il servizio di manutenzione e controllarla prima di ogni uscita. Tra le protezioni, quella più importante è il casco. Ne sono consapevoli quasi tutti gli utenti. Secondo la rilevazione UPI 2021, infatti, il 98% delle persone che fa mountain biking su pista lo indossa, contro l’87% di chi lo pratica su altri terreni. Per quanto riguarda gli occhiali da sport, che proteggono da eventuali corpi estranei, le percentuali sono rispettivamente dell’81 e del 77%. I guanti a dita intere proteggono tutta la mano in caso di caduta. Li indossa relativamente spesso chi fa mountain biking su pista (59%) e più raramente chi pedala su altri terreni (17%). A seconda del percorso sono raccomandate anche protezioni per le ginocchia, i gomiti e la schiena.

 

I cinque consigli più importanti

    • Usa casco, occhiali da sport, guanti integrali e protezioni
    • Scegli un percorso adatto alle tue capacità
    • Guida sempre con concentrazione e prudenza
    • Se circoli su strada, renditi visibile
    • Fai controllare la mountain bike da uno specialista
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA