Immobili
Veicoli
Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Attualità
45 min
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
58 min
In aumento le aggressioni omofobe
Nel 2021 la “LGBT+ Helpline” ha ricevuto una novantina di segnalazioni
SVIZZERA
1 ora
Pazienti soddisfatti degli ospedali svizzeri
La valutazione è positiva per il soggiorno e la medicina somatica acuta, meno per la dimissione e la qualità delle cure
ZURIGO
2 ore
Gli agenti hanno raggiunto l'uomo esagitato sulla gru
I servizi di emergenza sono riusciti a recuperare il forsennato sulla gru di un cantiere di Zurigo
SVIZZERA
2 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
3 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
4 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
BASILEA CAMPAGNA
5 ore
Ciclista in stato di ebbrezza cade e si ferisce
L'uomo aveva un tasso alcolemico nel sangue dello 0,96 per mille
SVIZZERA
7 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
SVIZZERA
17 ore
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
17 ore
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
19 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
20 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
VALLESE
20 ore
In Vallese il «più grande campo scout» della Svizzera
Oltre trentamila giovani pianteranno le loro tende nella Valle di Goms quest'estate.
FOTO
URI
21 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
SVIZZERA
21 ore
Sono quasi 50'000 i profughi ucraini giunti in Svizzera
Continua incessante l'esodo di persone in fuga dalla guerra. La SEM: «402 iscrizioni nelle ultime 72 ore».
SAN GALLO
21 ore
Lamborghini troppo veloce e rumorosa, fermato un 19enne
Domenica sera a San Gallo la polizia ha sequestrato l'auto sportiva a causa dell'eccessiva velocità.
BERNA
1 gior
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
1 gior
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
1 gior
Truffa, ex armatore della flotta svizzera alla sbarra
L'uomo, condannato a cinque anni di carcere in primo grado, ha fatto ricorso.
VALLESE
1 gior
A 131 km/h sul 60: denunciato un pirata della strada
Un 22enne è stato fermato ieri sera a Martigny. Rischia fino a quattro anni di prigione
SVIZZERA
1 gior
Sempre meno condanne in Svizzera
Sono state poco più di 97'000 nel 2021. Si conferma la tendenza al ribasso che ha presso avvio negli scorsi anni.
SVIZZERA
1 gior
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
01.07.2021 - 07:120

Mercato del lavoro in ripresa: +28% di annunci

Boom di offerte per i professionisti nel campo dell'informatica, della gestione e dell'organizzazione.

I valori del Job Index si avvicinano ora ai livelli pre-pandemici.

ZURIGO - Nel secondo trimestre 2021, il mercato del lavoro svizzero mostra chiari segni di ripresa: rispetto all'anno precedente, il Job Index è aumentato del 28%. Questo è il risultato della rilevazione scientifica dello Swiss Job Market Index del Gruppo Adecco condotta dallo Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato del lavoro dell’Università di Zurigo. Nella Svizzera tedesca, il numero di annunci di lavoro ha registrato un aumento superiore rispetto alla Svizzera romanda e al Ticino, dove la ripresa è iniziata un po' prima. In tutta la Svizzera, le occupazioni nel settore della tecnologia dell'informazione e in quello della gestione e dell'organizzazione hanno segnato una crescita particolarmente forte. 

Balzo in avanti - Gli ultimi sviluppi dello Swiss Job Market Index del Gruppo Adecco Svizzera sono chiaramente positivi, in Svizzera le imprese stanno tornando a pubblicare un maggior numero di posti di lavoro. Di conseguenza, rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, il Job Index ha segnato un enorme balzo avanti del 28%, e tornerà presto ai livelli pre-pandemia. «È probabile che l'economia si riprenderà rapidamente, come dimostrano gli ultimi dati economici della SECO e del KOF. Per esempio, l'industria, che all'inizio dell'anno è stata poco colpita dalle misure di contenimento, sta mostrando interessanti cifre di creazione di valore. Nel secondo trimestre del 2021, i valori del Job Index sono quasi tornati ai livelli pre-pandemia e sono paragonabili ai valori della seconda metà del 2019», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l'Osservatorio del mercato del lavoro svizzero.

Richiestissimi i professionisti dell'IT - Al momento, tutte le categorie occupazionali presentano un andamento positivo rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, anche se la portata di questo sviluppo varia significativamente: «Durante la pandemia di Covid-19, molte aziende sono state costrette a ripensare il loro modello di business. In poco tempo, si è investito molto in automazione e digitalizzazione per accelerare i processi di trasformazione. La rilevanza della digitalizzazione è diventata ancora più chiara, per questo c'è una forte richiesta di specialisti/e IT e di esperti/e in gestione e organizzazione per pianificare e implementare questi processi», spiega Monica Dell'Anna, responsabile del Gruppo Adecco Svizzera. 

Occupazioni informatiche - Nella primavera del 2020 tutte le professioni sono state colpite dal primo lockdown. Da allora, la domanda di lavoro qualificato per le occupazioni nel settore IT è aumentata costantemente e il Job Index mostra valori ancora più alti rispetto al 2018. Di conseguenza, nel secondo trimestre del 2021 gli specialisti delle professioni informatiche saranno particolarmente ricercati. Tra questi figurano ad esempio programmatori/programmatrici, webmaster, ingegneri di sistema e manager di progetti IT. Nel 2° trimestre 2021, anche la domanda di lavoro per le professioni nel settore della gestione e dell'organizzazione è in forte aumento rispetto all'anno precedente (+40%). La crescita include professioni come specialisti delle risorse umane o specialisti dell'organizzazione, così come dirigenti di livello medio e superiore.

Commercio al dettaglio - Un aumento altrettanto significativo rispetto all'anno precedente è stato registrato nel Job Index per le professioni del commercio e delle vendite, che hanno segnato una crescita del 38%. «Queste occupazioni hanno sofferto molto durante il 1° lockdown, ma all'inizio del 2021 anche le chiusure parziali hanno causato un calo del numero di offerte di lavoro per le occupazioni nei settori del commercio e delle vendite. Attualmente, si osservano segni di ripresa dopo il crollo dell'ultimo trimestre, accompagnati da un aumento significativo delle vendite al dettaglio nell'aprile di quest'anno. Tuttavia, per questo indice occupazionale il livello pre-pandemia non è ancora stato recuperato», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz. 

Amministrazione in ripresa ma a passo lento - Anche le professioni nel campo degli uffici e dell'amministrazione mostrano una crescita incoraggiante nel 2° trimestre 2021, con un aumento del 35% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. Queste professioni hanno recuperato costantemente dopo il brusco calo in seguito al primo lockdown. Il livello pre-pandemia è però ancora molto lontano. 

Nel secondario più richiesta che nel pre-pandemia - Nel 2° trimestre 2021, gli annunci di lavoro per le occupazioni nei settori dell'industria e dei trasporti sono aumentate del 33% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso e sono pertanto ancora più richieste rispetto a poco prima del 1° lockdown. «Secondo la SECO, nel corso dello scorso trimestre le industrie manifatturiere e di trasformazione hanno visto un aumento significativo, soprattutto nei settori chimico e farmaceutico», aggiunge Monica Dell'Anna.

Terziario in rimonta - L'indice occupazionale per l'insegnamento e i servizi pubblici è aumentato del 25% rispetto al 2° trimestre 2020, ed è pertanto solo leggermente al di sotto dei livelli pre-pandemici. Le professioni sanitarie non sono ancora tornate completamente ai livelli pre-pandemia, ma si attestano a un livello molto alto. Rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso, hanno registrato un aumento del 22%. Anche l'indice delle occupazioni finanziarie e fiduciarie è di nuovo in aumento (21%), così come l'indice delle occupazioni nei settori delle costruzioni e delle ristrutturazioni (20%). È incoraggiante che in ambito edile sia stato riconquistato il livello pre-pandemia. Anche gli annunci di lavoro per le occupazioni nelle professioni dell'ingegneria e della scienza sono aumentati del 17% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso e sono tornati grosso modo ai livelli pre-coronavirus. 

La strada è ancora lunga - Per la prima volta, le professioni dell'ospitalità e dei servizi alla persona possono tirare un sospiro di sollievo. Rispetto al crollo del trimestre precedente, l'indice occupazionale nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona è aumentato di oltre il 50%. A causa del 1° lockdown, il trimestre dell'anno scorso aveva registrato un vero e proprio crollo del numero di annunci di lavoro. In confronto, nel 2° trimestre del 2021 le occupazioni nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona hanno registrato un leggero aumento, con un plus dell'8%. Tuttavia, queste professioni sono ancora molto lontane dal raggiungere i livelli pre-pandemici. Le aziende e i consumatori sperano tuttavia nella stagione estiva e delle vacanze.

Effetto coronavirus -  Nel confronto pre-coronavirus, vale a dire rispetto al 1° trimestre 2020, appena prima del primo lockdown, l'indice generale chiude il 2° trimestre 2021 con un -6%. «Il mercato del lavoro svizzero si è quindi quasi ripreso dalle restrizioni imposte della pandemia», spiega Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato svizzero. Le occupazioni nei settori dell'ospitalità e dei servizi alla persona hanno subito il calo maggiore (-34%) rispetto a poco prima della prima chiusura, seguite da quelle nei settori degli uffici e dell'amministrazione (-12%), del commercio e delle vendite (-10%) e della gestione e dell'organizzazione (-9%).

Ancora indietro - La maggior parte delle altre occupazioni non sono ancora tornate ai livelli pre-pandemici per numero di offerte di lavoro: le professioni sanitarie segnano un -5%, l'ingegneria e le scienze naturali un -3% e l'edilizia e le ristrutturazioni, il settore finanziario e fiduciario così come l'insegnamento e i servizi pubblici tutti un -2%. «La crisi imposta dal coronavirus ha fatto sì che in queste professioni alcuni servizi siano stati sostituiti da processi di digitalizzazione. Questo è anche suggerito dall'aumento delle occupazioni IT, che hanno registrato un incremento del 14% rispetto a poco prima del primo lockdown», continua Anna von Ow dello Stellenmarkt-Monitor Schweiz, l’Osservatorio del mercato svizzero. Anche le occupazioni del settore manifatturiero e dei trasporti hanno segnato un leggero aumento rispetto a poco prima del primo lockdown (+5%). 

Confronto interregionale - Mentre negli ultimi trimestri in Svizzera francese e in Ticino si aveva già segnato una leggera ripresa dalla pandemia di Covid-19, la Svizzera tedesca ha registrato un forte aumento nell'ultimo trimestre, con un incremento nel numero di annunci di posti di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 13:35:11 | 91.208.130.89