Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
9 ore
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
11 ore
Thomas Hefti nuovo presidente del Consiglio degli Stati
Il 62enne glaronese è stato eletto all'unanimità. Subentra a Alex Kuprecht.
SVIZZERA
11 ore
In Parlamento ritorna il plexiglas
Da settimana prossima i deputati lavoreranno di nuovo tra le pareti divisorie.
SVIZZERA
12 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
13 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
13 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
13 ore
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
14 ore
Lufthansa e Swiss volano ancora verso il Sudafrica
I collegamenti non sono stati cancellati: «I voli continuano a essere ben prenotati»
SVIZZERA
15 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
FOTO
ARGOVIA
16 ore
Bancomat fatto esplodere e colpevoli in fuga
Altro furto a uno sportello automatico. Questa volta in canton Argovia.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Una bufera di neve investe la Svizzera
Temperature al ribasso e tanti disagi alla circolazione soprattutto in Svizzera tedesca.
SVIZZERA
11.02.2021 - 20:020
Aggiornamento : 12.02.2021 - 06:52

«I ritardi sul vaccino sono il flop di Alain Berset»

L'economia continua ad attaccare. E vuole la fine del parziale lockdown al più presto

L'UFSP resta sulla sua linea: «Tutti vaccinati entro l'estate». Ma per gli esperti è «irrealistico».

BERNA - Domenica 7 febbraio (ultimo dato disponibile) la Svizzera aveva ricevuto 790'425 dosi di vaccino. È stato detto più volte: i ritardi nella fornitura dei preparati hanno forzatamente modificato le tempistiche della campagna di vaccinazione. Ma l'UFSP non molla: «A marzo, questi ritardi saranno compensati - ci ha spiegato la portavoce negli scorsi giorni -. L'obiettivo rimane di avere tutti coloro che lo desiderano vaccinati entro l'estate». Ma per Rudolf Hauri, presidente dell'Associazione dei medici cantonali, «non è realistico».

Anche il medico cantonale di Basilea, Thomas Steffen, è dello stesso avviso: «All'inizio si pensava che entro fine febbraio tutti gli anziani avrebbero ricevuto la loro dose. Ma presumo che non sarà così fino in aprile, anche se al momento non è possibile fare previsioni affidabili». Ma per Steffen, per allentare le misure anti Covid-19 attualmente in atto, bisognerebbe essere sicuri di avere vaccinato gli ospiti delle case anziani, gli over 75 e chi soffre di gravi malattie croniche. Considerando pure le "nuove varianti", un completo allentamento «non arriverà prima di maggio». Per il dottor Hauri, però, «non ha senso lasciarsi travolgere dalla frustrazione, quanto cercare il modo di ottenere più dosi».

Ma per l'economista dell'Università di Lucerna, Stefan Boes, questi ritardi sono catastrofici se visti in una prospettiva macroeconomica: il lockdown costa alla Svizzera 110 milioni di franchi al giorno. Che potrebbero essere risparmiati con una normalizzazione della situazione grazie ai vaccini. «La cifra aumenta con il protrarsi nel tempo, perché devono essere considerati anche i costi strutturali, come l'incremento della disoccupazione, le spese nel settore dell'istruzione e della salute».

Per il direttore dell'USAM, Hans-Ulrich Bigler, «il ritardo nella campagna di vaccinazione è l'ennesimo flop del consigliere federale Alain Berset». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ro 9 mesi fa su tio
Sarebbe sufficiente prendere il brevetto con le buone o le cattive per far ripartire il tutto. Ecco chi sono i colpevoli e non i governi.
vulpus 9 mesi fa su tio
Ci andrei con prudenza a responsabilizzare solo Berset per questo problema. È stato il CF a voler procedere in questo modo, ritardando all'infinito le approvazioni che già esistevano in altre nazioni. Non è che i produttori dei vaccini li fabbricano su richieste personali. Sono fatti così per tutti. È mancato il coraggio di partire subito, come invece hanno fatto in Israele e in Inghilterra. Del resto hanno ragione: siamo il paese dei medicinali e della chimica, ma abbiamo toppato alla grande.
angie2020 9 mesi fa su tio
quando siedono al governo degli incapaci............
bibis 9 mesi fa su tio
E' un po' che mi chiedo.. ma i vacciniii?? Non ci sono quasi mai notizie, ne informazioni, solo quanti contagiati, quanti morti, ma quanti vaccinati?? Almeno finalmente con questo articolo ne sappiamo qualcosa in più, cioè, niente di rassicurante! E' assurdo che siamo uno dei paesi più ricchi e non possiamo permetterci di comprarli e distribuirli in breve tempo! ps. Un mio amico di 40 anni che vive in un paese dell'est Europa si è già vaccinato da un pezzo.. probabilmente a pagamento, ok, ma almeno hanno la possibilità di farlo. Invece i nostri genitori e nonni qui rischiano ancora la vita!
burningsimon 9 mesi fa su tio
Siamo governati da 7 incapaci!!!
Meck1970 9 mesi fa su tio
Purtroppo i politici sono diventati dei burattini
lecchino 9 mesi fa su tio
In alternativa si potrebbero richiudere le case per anziani, confinare gli over 75 e le persone a rischio....... Ah, no non è politicamente corretto. All'iora confiniamo tutti e impediamo di lavorare a chi di pensione non campa. Al PS piace così.....
lollo68 9 mesi fa su tio
@lecchino È meglio far star male tutta la popolazione che solo una parte: assurdo!
Veveve 9 mesi fa su tio
Certo e’ che la Svizzera è piccolissima ha una marea di case farmaceutiche ha tutti i soldi che vuole...e non abbiamo i vaccini! Qualcosa che non funziona di sicuro c’è! Israele ha gli stessi nostri abitanti e li hanno già vaccinati tutti quelli che volevano! Forse è il caso di farsi qualche domanda!!!
seo56 9 mesi fa su tio
L’economia farebbe meglio a tacere!!
Don Quijote 9 mesi fa su tio
@seo56 Certo per perché il tuo stipendio piove dal cielo il 25 di ogni mese!
ciapp 9 mesi fa su tio
mha va !!!! cosa apettano a pensionarlo !!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 04:41:41 | 91.208.130.86