Keystone
SVITTO
09.11.2020 - 14:220

Un consigliere nazionale ricorre contro l'obbligo della mascherina

Per Pirmin Schwander il Governo svittese ha esteso «senza base scientifica» l'obbligo deciso da Berna.

Il democentrista fa notare come in primavera le misure più importanti contro la pandemia fossero altre. E si chiede quali siano i vantaggi effettivi della mascherina.

SVITTO - Il consigliere nazionale dell'UDC Pirmin Schwander ricorre contro il governo di Svitto - suo cantone di residenza -, reo a suo avviso di aver esteso «senza alcuna base scientifica» l'obbligo di indossare la mascherina protettiva deciso dal Consiglio federale.

Del reclamo, inoltrato al Tribunale amministrativo cantonale, ha riferito stamattina il quotidiano "Bote der Urschweiz". Il tribunale dovrà stabilire se l'obbligo "generalizzato" delle mascherine non interferisca in modo eccessivo con i diritti fondamentali, ha dichiarato il deputato svittese ai microfoni di Radio SRF.

Schwander chiede in particolare al tribunale di far capo a una perizia scientifica per chiarire quali siano i vantaggi effettivi delle mascherine obbligatorie. Lo stesso Consiglio federale - sottolinea il consigliere nazionale UDC - in primavera aveva detto che le misure più importanti contro la pandemia sono le norme d'igiene e di distanziamento.

A causa dell'impennata di casi di coronavirus, il canton Svitto si era visto costretto già nelle scorse settimane a dichiarare la "situazione particolare".
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-17 14:12:27 | 91.208.130.89