keystone
SVIZZERA
12.07.2020 - 18:130

Credit Suisse: a rischio centinaia di posti di lavoro

Lo afferma la SonntagsZeitung, secondo la quale ci sarebbero dei piani di riduzione dei costi

ZURIGO - Presso Credit Suisse sarebbero in forse centinaia di posti di lavoro: lo scrive la SonntagsZeitung (SoZ), secondo cui Thomas Gottstein - Ceo da metà febbraio - vorrebbe comprimere i costi.

Nulla è stato ancora deciso, ma vi sarebbero dei piani abbozzati secondo il domenicale, che si basa su informazioni interne.

Impieghi potrebbero essere cancellati anche in Svizzera, sulla scia di un'ulteriore razionalizzazione della rete di 120 succursali. Gottstein aveva già accennato alla cosa in maggio in un'intervista alla Neue Zürcher Zeitung, facendo presente la crescente importanza dell'online banking. Proprio a queste dichiarazioni ha fatto riferimento la banca, interpellata da SoZ sui progetti in atto.

Sempre stando a notizie insider, l'istituto starebbe anche valutando la possibilità di fondere i reparti rischio e compliance (servizio giuridico), con l'obiettivo di risparmiare posti di lavoro. La banca aveva ampliato massicciamente questi comparti in seguito alla crisi finanziaria del 2008: ora sarebbero stati individuati dei doppioni. Ad esempio ciascuna delle cinque divisioni bancarie ha i propri responsabili di rischio e conformità normativa.

Un'altra idea di risparmio riguarda la struttura stessa della banca. Gottstein starebbe valutando se revocare la divisione in due rami dell'investment banking, decisa dal suo predecessore Tidjane Thiam. Il manager franco-ivoriano aveva collocato le attività di trading azionario e obbligazionario nella divisione Global Markets, mentre le attività di consulenza su acquisizioni e fusioni erano confluite in una seconda divisione, Investment Banking & Capital Markets. Quest'ultima da alcuni trimestre registra perdite.

Interpellato dalla SonntagsZeitung, il gruppo Credit Suisse non ha negato riflessioni relative a possibili economie. «Esaminiamo regolarmente modi per fornire ai nostri clienti una consulenza ancora migliore e per raggiungere i nostri obiettivi strategici in modo redditizio», ha indicato l'istituto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Meck1970 3 sett fa su tio
Eccoti la risposta..... https://images.app.goo.gl/bTeXUxrPuPA3yGw97
GI 4 sett fa su tio
da tempo le info "scoop" solo la domenica.....?!
Meck1970 4 sett fa su tio
Fate schifo .... ricordati Ceo che prima o poi crepate anche voi.
Milite Ignoto 4 sett fa su tio
@Meck1970 Forse.... ma ricchi :-)
Meck1970 4 sett fa su tio
@Milite Ignoto Et voilà...... https://images.app.goo.gl/bTeXUxrPuPA3yGw97
Giulietto 4 sett fa su tio
Si licenzia in tutti i settori senza pietà e nessuno apre bocca, appena si toccano minimamente i dipendenti delle banche o ancora peggio i posti pubblici apriti cielo!!! Intanto i costi dei conti bancari e le tasse continuano a salire... (???) e gli stipendi degli sfigati che lavorano (quando per miracolo trovano...) in concorrenza con frontalieri e immigrati europei dell’ultima ora continuano a crollare! Ho detto qualcosa dì inesatto?
roma 4 sett fa su tio
@Giulietto ...tutto perfetto. Meglio non lo potevi scrivere.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-10 17:50:23 | 91.208.130.89