Immobili
Veicoli

SIENAPaola Turci e Francesca Pascale si sposano (davanti a pochi intimi)

01.07.22 - 10:23
Domani, a Montalcino, si celebrerà l'unione civile tra la cantante e la ex di Berlusconi
IMAGO
Paola Turci e Francesca Pascale si sposano (davanti a pochi intimi)
Domani, a Montalcino, si celebrerà l'unione civile tra la cantante e la ex di Berlusconi
Il sindaco del paese: «Non volevano che si sapesse, ma l’afflusso di prenotazioni nelle strutture alberghiere per il 2 luglio ha rotto il segreto»

SIENA - Fatti bella per lei. Questo verrebbe da dire a Paola Turci, parafrasando il titolo del brano con cui si è presentata a Sanremo 2017. Domani, a Montalcino, in provincia di Siena, si celebrerà il matrimonio tra la cantante e Francesca Pascale. All’evento, stando alle parole del sindaco Silvio Franceschelli, saranno presenti pochi intimi. Dopo aver celebrato l’unione, la festa si sposterà al Castello di Velona, resort termale situato in Val d’Orcia.

Relazioni precedenti - La Pascale ha passato nove anni assieme a Silvio Berlusconi, fino alla separazione nel marzo 2020. Già durante questa relazione, Turci e la Pascale erano state paparazzate su uno yacht mentre si baciavano. Paola Turci, invece, dopo il divorzio dal giornalista Andrea Amato, ha trovato un altro fidanzato, che non ha avuto miglior destino. Poi, dopo aver incontrato la Pascale, le prime dichiarazioni: «Non ho intenzione di farmi influenzare dai giudizi altrui e rinunciare ad avere le relazioni che voglio con le persone che scelgo».

Bisogno di sobrietà - La coppia ci ha sempre tenuto alla segretezza delle loro nozze. «Sarà una cerimonia sobria, come ha chiesto la coppia. Non volevano che si sapesse, ma l’afflusso di prenotazioni nelle strutture alberghiere per il 2 luglio ha rotto il segreto», spiega il sindaco. Un segreto che la Turci ha sempre custodito, perché, come spiega in un’intervista a Oggi: «Il mio silenzio ha comunicato che non è necessario dire quello che sei».

La politica - Paola Turci ha dedicato a Berlusconi, nel 2011, un brano dall’eloquente titolo “Devi andartene”. Mentre la Pascale, per anni, è rimasta al fianco dell’ex premier. Secondo i maligni, si sarebbe finta etero solo per poter godere del patrimonio del tycoon televisivo. Nel periodo trascorso alla corte di Arcore, arrivò la sua iscrizione all’Arcigay, ai tempi considerata l’ennesima mossa politica per avere più visibilità. Invece, rivista con gli occhi del presente, appare più una necessità personale. Ed era la stessa Pascale a non aver mai dato adito a fraintendimenti quando - poco prima di lasciarsi con l’ex Cavaliere - ha dichiarato all’Huffington Post: «Non amo le definizioni né le categorie. Ora amo Silvio, ma se domani mi innamorassi di una donna, che male ci sarebbe?».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE