KEYSTONE
La BNS ha iniettato dollari sui mercati per la prima volta dal 2012.
SVIZZERA
18.03.2020 - 14:350

2,6 miliardi di dollari immessi sui mercati: la mossa della Banca nazionale svizzera

È la prima volta da otto anni a questa parte che viene compiuto questo tipo di operazione

ZURIGO - La Banca nazionale svizzera (BNS) ha iniettato 2,6 miliardi di dollari (2,5 miliardi di franchi) sui mercati finanziari, al fine di scongiurare problemi di liquidità.

È la prima volta da otto anni a questa parte che la BNS compie questo tipo di operazione, al quale se ne aggiunge un secondo: un'asta di 2,3 miliardi di dollari per sette giorni a un tasso dello 0,45%. Altri 315 milioni saranno a disposizione per 84 giorni a un tasso del 0,38%.

L'immissione di liquidità ai mercati, messi a dura prova dalla pandemia di coronavirus, è stata compiuta da varie banche centrali, a partire dalla Federal Reserve americana. La mossa della BNS si è fatta notare tra gli operatori del settore, stando ai primi feedback.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Esse 1 anno fa su tio
Forse questo era un buon momento per sperimentare un reddito di cittadinanza.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 04:34:39 | 91.208.130.85