USA 2024«Per rendere il nostro Paese sicuro, glorioso e di successo, io molto, molto, molto probabilmente lo farò di nuovo»

04.11.22 - 08:04
È sempre più concreta la ricandidatura dell'ex presidente Donald Trump
keystone-sda.ch / STF (Charlie Neibergall)
Fonte Ats Ans
«Per rendere il nostro Paese sicuro, glorioso e di successo, io molto, molto, molto probabilmente lo farò di nuovo»
È sempre più concreta la ricandidatura dell'ex presidente Donald Trump

WASHINGTON - «Tenetevi pronti. Per rendere il nostro Paese sicuro, glorioso e di successo, io molto, molto, molto probabilmente lo farò di nuovo»: così Donald Trump ha ventilato ancora l'ipotesi sempre più concreta di una sua ricandidatura davanti ai suoi fan. L'ex presidente Usa si è espresso in un comizio nell'Iowa.

Arriverà un procuratore speciale? - Intanto, i dirigenti del dipartimento di Giustizia Usa hanno discusso se una ricandidatura di Donald Trump alla Casa Bianca, che sembra sempre più vicina, non crei la necessità di uno "special counsel", un procuratore speciale per sovrintendere alle due inchieste federali legate all'ex presidente, quella sull'assalto al Capitolo e quella sui documenti classificati sequestrati nella sua residenza di Mar-a-Lago. Lo riporta la Cnn, citando fonti a conoscenza del dossier. Procuratori speciali sono stati nominati per il Russiagate e per il caso Lewinsky.

Incriminare un candidato presidenziale scatenerebbe una bufera politica. Per questo al Dipartimento di Giustizia si è dibattuto se la nomina di un procuratore speciale possa evitare allo stesso Dipartimento accuse che l'amministrazione Biden stia colpendo un suo rivale politico. Nemmeno gli "special counsel", tuttavia, sono rimasti immuni dagli attacchi politici, come si è visto con Robert Mueller nel Russiagate e con John Durham nella contro-inchiesta sul Russiagate.

Indagini in silenzio - Nelle settimane precedenti al Midterm, il voto di metà mandato in programma tra qualche giorno, il ministero della Giustizia ha osservato il tradizionale periodo di silenzio senza fare mosse pubbliche che potessero avere conseguenze politiche. Ma dietro le quinte gli investigatori hanno continuato a indagare, anche con l'arrivo di procuratori esperti, per essere pronti a qualsiasi decisione dopo il voto, compresa la potenziale incriminazione di un ex presidente: una mossa senza precedenti, che però potrebbe essere complicata dall'annuncio della candidatura del tycoon.

La difficile decisione spetta all'"attorney" generale Merrick Garland, che peraltro dovrà pronunciarsi anche sull'indagine nei confronti di Hunter Biden, il figlio del presidente. Trump si deve guardare anche da altre inchieste, da quella in Georgia sulle sue pressioni per ribaltare il voto a quelle della procura di New York sulle presunti frodi fiscali e bancarie della sua holding.

COMMENTI
 
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Non sarebbe buona pratica istituzionale non candidarsi quando si è sotto inchiesta?
Peter Parker 3 mesi fa su tio
Sarebbe corretto, ma solo se non hai un dipartimento di giustizia politicizzato. Sarebbe anche buona pratica far fare un test cognitivo al presidente in carica.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
A conti fatti, l'amministrazione Biden ed il controllo dei dems sta facendo precipitare gli USA, la propria economia, gli equilibri mondiali...insomma tutto. Che sia la soluzione Trump non lo so....preferirei qualcuno di piu giovane. In ogni caso, prima si allontanano i dems dalla stanza dei bottoni e meglio e'.
seo56 3 mesi fa su tio
Squallido personaggio!
Billythekid 3 mesi fa su tio
A cle72 Credo ti sarà utile sapere che in Italia non ci sono raffinerie.
Frankeat 3 mesi fa su tio
Qui dicono il contrario https://www.greenlifeblog.it/2021/03/04/le-raffinerie-oggi-presenti-in-italia/
Billythekid 3 mesi fa su tio
O meglio stanno chiudendo. Tra pochi giorni la Lukoil di proprietà russa potrebbe chiudere. E l’italia perderebbe 10000 posti di lavoro. L’Italia non gli USA.
ivandaronch 3 mesi fa su tio
Penso che loveyourcountry ha ragione. Penso che sarebbe la piu' amara ma corretta medicina... Problema poi sarebbe fare i conti col mal di pancia dopo che la medicina ha fatto l'effetto desiderato sull infezione. Som mia un dotoor pero'.
cle72 3 mesi fa su tio
Assolutamente in disaccordo, dietro a tutto questo chi tira i fili sono gli USA. Basta vedere la presa in giro del petrolio. Ad oggi la maggior parte del gregge che arriva in USA è ancora russo. La furbata è presto fatta, il petrolio viene raffinato e preparato in Italia e mandato in USA come prodotto italiano, essendo stato lavorato in Italia. Chi fornisce le armi all Ucraina? , chi comanda oltre all'Inghilterra le mosse da fare? Chi ha fatto pressione per portare a chiedere all Ucraina di far parte della UE? Motivo avere la possibilità d insediamenti o basi militari USA al confine russo. Nient'altro che la stessa cosa successa negli anni 60 su Cuba, solo a parti invertite. Li gli USA hanno fatto di tutto per impedire che la Russia si insediava su suolo cubano in difesa di quest'ultimo. Ovviamente non volevano i russi attaccati al loro confine. Eliminare NATO e UE basta essere i gioppini degli USA
LoveYourCountry 3 mesi fa su tio
Quando Trump ha vinto le sue prime elezioni ho riso e deriso gli americani per la loro ignoranza in merito elettorale. Quando Biden ha vinto le elezioni ero felice perché trovavo in lui un candidato giusto che avrebbe fatto la differenza. Sono sempre più convinto che con Trump, la situazione geopolitica mondiale troverebbe un equilibrio, la guerra in Ucraina sotto l’amministrazione Trump non avrebbe subito una tale escalation. Biden ha solo ridiviso il mondo in 2 parti come hai tempi della guerra fredda. Ho il presentimento che la guerra in Ucraina finirà quando Trump sarà di nuovo presidente degli USA. (E non vado fiero di questo ragionamento, ma è possibile..)
Aka05 3 mesi fa su tio
La penso esattamente come te!👍🏻
NOTIZIE PIÙ LETTE