Immobili
Veicoli

STATI UNITIL'aggressore di Salman Rushdie è accusato di tentato omicidio di secondo grado

13.08.22 - 18:33
Hadi Matari si è dichiarato non colpevole
keystone-sda.ch
Fonte Ats Ans
L'aggressore di Salman Rushdie è accusato di tentato omicidio di secondo grado
Hadi Matari si è dichiarato non colpevole

NEW YORK - Hadi Matar, l'uomo di 24 anni che ha accoltellato Salman Rushdie, è stato accusato di tentato omicidio di secondo grado e aggressione. Lo ha dichiarato Jason Schmidt, procuratore distrettuale della contea di Chautauqua, nello stato di New York, secondo quanto riportato dalla Reuters sul suo sito. Ancora nessuna conferma sul movente.

Matar si è dichiarato non colpevole. Lo riporta l'Associated Press. Matar è comparso in tribunale indossando una tuta bianca e nera e una mascherina bianca. Era ammanettato.
 
 Le origini libanesi - Matar, secondo il quotidiano di Beirut in lingua francese L'Orient le Jour, ha origini libanesi, ma non ha mai messo piede in Libano. Il giornale cita il sindaco di Yarou, il villaggio da dove proviene la sua famiglia, nel sud del Paese. Il sindaco, Ali Kassem Tehfe, ha affermato che i genitori di Hadi Martar sono divorziati e risiedono negli Stati Uniti «da 30 anni» e che ormai non hanno più parenti in Libano.

Il direttore della sicurezza generale libanese, Abbas Ibrahim, citato dallo stesso giornale, ha dal canto suo detto di non sapere «per il momento» se Hadi Matar sia di origine libanese o meno. «Non sappiamo in questo momento se è di origine libanese. Abbiamo bisogno di maggiori informazioni su di lui per determinare la sua identità. Gli americani non ci hanno ancora contattato in merito». Ma «in linea di principio», ha aggiunto, «questo incidente non dovrebbe interessare il Libano».

L'obbedienza khomeinista - L'Orient le Jour cita poi l'islamologo francese Romain Caillet che presenta su Twitter Matar come «uno sciita libanese di obbedienza khomeinista», affermando inoltre che il 24enne «usava una patente falsa e la scelta del nome è eloquente per chi conosce l'islamismo sciita e Hezbollah: Hassan Mughniyah...». Ovvero Moghniyé come Imad Moghniyé, il comandante militare degli Hezbollah ucciso nel 2008 a Damasco.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO