keystone-sda.ch / STF (Emilio Morenatti)
Dal 1941 a oggi non si sono mai registrati tanti morti in Spagna come nel primo semestre dello scorso anno.
SPAGNA
26.01.2021 - 18:110

Nella prima metà del 2020 si è toccato il massimo storico dei decessi, dal 1941 a oggi

È chiaramente colpa dell'impatto del Covid-19, che influisce anche sul saldo tra nascite e morti

MADRID - Nei primi sei mesi del 2020 in Spagna si è registrato il massimo storico dei decessi a partire dal 1941. Lo riporta El Pais. Secondo i dati diffusi oggi dall'Istituto nazionale di statistica spagnolo, nella prima metà dell'anno a causa del Covid i decessi sono stati 262'373 pari al 19,6 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2019.

Minimo storico invece per quanto riguarda i matrimoni, 28'327, con un calo del 60,8 per cento.

L'impatto del Covid non si riflette invece sulle nascite, perché i bambini nati fra gennaio e giugno sono stati concepiti prima della pandemia. Il trend è comunque in calo con 168'047 neonati, minimo storico. E contribuisce a un altro record negativo dal 1941: il saldo tra nascite e morti raggiunge -94'326 contro il -43'921 del primo semestre 2019.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 00:32:29 | 91.208.130.89