Immobili
Veicoli
keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
CANTONE
34 min
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
MASSAGNO
1 ora
È arrivata l'app che ti aiuta a fare la differenziata
L'applicazione riconosce il prodotto e indica all'utente come smistarlo.
CANTONE
2 ore
Meno positivi, ma quattro i decessi
I nuovi positivi sono poco più di mille. Cala anche il numero dei ricoveri, ma non nelle terapie intensive.
CANTONE
2 ore
Una serata (online) per diventare soccorritori volontari
Tre Valli Soccorso è alla ricerca di persone pronte a mettersi a disposizione per una nobile causa.
CANTONE
2 ore
Ecco come imparare a studiare
Torna il corso della Pro Juventute. Ci sono ancora alcuni posti liberi
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Il Tavolino Magico torna a pieno regime
Dopo un 2020 complicato, l'anno scorso l'associazione ha salvato e distribuito 5'182 tonnellate di cibo in Svizzera.
CANTONE
3 ore
«Si controlli l'effettivo pluralismo dei media»
Una mozione dei comunisti chiede al Cantone di monitorare annualmente TV, radio e le testate giornalistiche ticinesi.
CANTONE
4 ore
Stipendio dimezzato: «Siamo sommersi dai debiti»
Basta un licenziamento, e una famiglia può finire al limite dell'auto-fallimento. Il caso di una coppia del Luganese
LOCARNO
5 ore
«Il test rapido ci stava regalando una falsa certezza»
Sempre più dubbi su come si va a caccia del Covid. Il caso di una coppia negativa al primo esame, positiva col PCR.
ZURIGO
06.12.2021 - 22:000
Aggiornamento : 23:01

Ecco perché anche i giovani dovrebbero vaccinarsi

Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.

Da una parte con il vaccino si ha una minor possibilità di contrarre e trasmettere il virus, dall'altra si hanno anche meno possibilità di avere conseguenze a lungo termine nel caso di un'infezione.

ZURIGO - «Sono giovane e sano, il Coronavirus non può farmi del male». Questa è tra le affermazioni che più facilmente ricorrono sui social media. Ma non è corretta.

Le persone giovani e sane hanno effettivamente un rischio inferiore di morire per Covid-19 rispetto alle persone anziane e a quelle con patologie preesistenti. Ma la morte non è l'unica conseguenza negativa che può seguire a un'infezione da Coronavirus.

La ricercatrice austriaca Sylvia Kerschbaum-Gruber lo sottolinea con fermezza: «Un virus non deve necessariamente ucciderti per avere un impatto negativo e duraturo sulla tua vita».

Piuttosto andrebbero considerati i seguenti fattori quando si valuta se vaccinarsi o meno:

1. Un minor rischio di long-Covid: la vaccinazione contro il Covid-19 riduce il rischio di long-Covid in due modi. Da un lato, riduce la probabilità di essere infettati da Sars-CoV-2, dall'altro, fa calare fino al 50% il rischio di long-Covid in coloro che sviluppano un'infezione. Inoltre, la vaccinazione può alleviare i sintomi se si contrae la malattia.

2. Fattori di rischio sconosciuti: non sono solo l'età e le malattie precedenti a rappresentare un rischio con il Covid-19. Anche fattori quali il fumo o l'obesità possono aumentare significativamente il rischio di un decorso grave.

3. Reazione immunitaria uniforme: quanti anticorpi e cellule T il corpo riesce a produrre dopo un'infezione dipende dalla gravità della malattia. Al contrario, dopo la vaccinazione la risposta è abbastanza standard ed elevata senza passare da un malattia che potrebbe essere anche grave.

4. Interruzione della catena dell'infezione: è ormai noto che le persone che sono state vaccinate possono trasmettere il virus, ma in misura molto minore. Tra l'altro sono meno contagiose per lungo tempo. Ciò è in linea con i risultati dello studio prodotto dai ricercatori dell'Università Humboldt di Berlino. Secondo questi calcoli, le persone non vaccinate sono responsabili fino al 91 percento delle infezioni.

5. Ridotta formazione di varianti: la vaccinazione contro il Covid-19 aiuta a ridurre il numero di varianti di Sars-CoV-2 in quanto in grado di prevenire completamente le infezioni o perché gli anticorpi che genera assicurano una guarigione più veloce. Questo concede meno tempo al virus per dare vita a nuove mutazioni.

6. Un aiuto al sistema sanitario: mentre nella prima ondata sono finiti negli ospedali soprattutto gli anziani e chi aveva patologie pregresse, con la comparsa della variante Delta sono sempre di più i giovani toccati dal virus. Tuttavia, la vaccinazione può aiutare anche in questo caso. Lo dimostrano, tra gli altri, i dati provenienti dalla Gran Bretagna: maggiore è il tasso di vaccinazione, minore è il tasso di ospedalizzazione.

7. Prevenzione dagli effetti a lungo termine: gli esperti escludono gli effetti a lungo termine dopo la vaccinazione. Sono invece ancora sconosciuti, almeno in parte, gli strascichi possibili derivanti da un'infezione da Covid-19. Il virus è ancora troppo recente per permettere risposte definitive in questo senso. Vi sono tuttavia prove che dimostrano come il virus possa stabilirsi nel cervello e nelle cellule nervose.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-18 12:35:34 | 91.208.130.85