Immobili
Veicoli
Imago, archivio
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CHAMPIONS LEAGUE
5 ore
Champions League: il Real Madrid fa 14, piange il Liverpool
Sorretti da un Courtois incredibile, i blancos hanno trionfato in finale grazie all'1-0 rifilato ai Reds.
BASKET
9 ore
Quarto titolo di fila per l'Olympic Friborgo
Nel terzo atto della finale i burgundi si sono imposti nettamente sull'Union Neuchâtel: 94-56 il punteggio finale
TAMPERE & HELSINKI 2022
9 ore
Il dado è tratto: Canada-Finlandia in finale
La seconda semifinale ha premiato nettamente i canadesi, impostisi 6-1 sulla Repubblica Ceca
FOTOGALLERY
PROMOTION LEAGUE
11 ore
Festa promozione a Bellinzona
In virtù del contemporaneo successo del Breitenrain i granata restano al secondo posto della classifica
CICLISMO
11 ore
20esima tappa ad Alessandro Covi, ma a festeggiare è soprattutto Jai Hindley
L'australiano ha sottratto la maglia di leader a Carapaz, ora attardato di 1'25''.
FORMULA 1
11 ore
GP di Monte Carlo: le Ferrari di Leclerc e Sainz davanti a tutti
Definita la griglia di partenza in vista del settimo appuntamento stagionale di F1
MOTOMONDIALE
12 ore
Marquez, calvario senza fine: nuova operazione e nuovo stop
Lo spagnolo: «Da quando ho avuto l'infortunio tutto si è complicato ed è difficile superare questo periodo».
TAMPERE & HELSINKI 2022
13 ore
Finlandia prima finalista
A Tampere i padroni di casa hanno sconfitto 4-3 gli americani.
MOTOMONDIALE
14 ore
Mugello a tutta Italia: prima il ritiro del 46 di Rossi, poi lo show in pista
Prima fila tutta azzurra con Bezzecchi e Marini rispettivamente secondo e terzo
MILANO
19.01.2022 - 21:210
Aggiornamento : 20.01.2022 - 10:42

L'ex giocatore del Milan condannato in via definitiva per stupro di gruppo

I fatti erano avvenuti nel 2013 all'interno di un locale del capoluogo lombardo.

Secondo le indagini, l'ex stella brasiliana avrebbe fatto bere una ragazza fino al punto da renderla incosciente

MILANO - È definitiva la condanna a nove anni di carcere per l'ex attaccante del Milan Robinho. Il calciatore è accusato di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza albanese di 23 anni avvenuta all'interno di un locale del capoluogo lombardo la notte del 22 gennaio del 2013.

I giudici della terza sezione penale della Corte di Cassazione hanno dichiarato inammissibile l'istanza avanzata dai difensori del calciatore brasiliano e dell'altro imputato, Ricardo Falco, un suo amico.

«Siamo soddisfatti perché la giustizia ha fatto il suo corso - commenta l'avvocato Jacopo Gnocchi, legale di parte civile -. Il problema adesso diventa anche politico visto che i due condannati si trovano in Brasile da tempo».

Robinho, infatti, non sarà consegnato alla Giustizia italiana perché la Costituzione federale brasiliana non consente l'estradizione dei cittadini. Tuttavia, se l'Italia emettesse un mandato d'arresto internazionale contro il giocatore, quest'ultimo non potrà recarsi in nessun luogo che abbia un accordo con il nostro Paese.

Una situazione, di fatto, già in essere nel corso dei due gradi giudizio e indagini tanto che il calciatore non ha potuto mettere piede in quasi 70 nazioni del mondo, tra cui Argentina, Australia, Canada, Stati Uniti, Regno Unito e membri dell'Unione Europea.

Secondo le indagini, l'ex stella carioca avrebbe fatto bere la ragazza fino al punto da renderla incosciente e poi l'avrebbero violentata a turno, senza che lei potesse opporsi, in un guardaroba di un locale notturno della movida milanese, dove la giovane si era recata per festeggiare il suo compleanno.

Il sostituto procuratore generale di Milano Cuno Tarfusser, nel corso del processo d'appello, aveva chiesto la conferma delle due condanne, smontando nel suo intervento le quattro consulenze tecniche prodotte dalla difesa di Robinho, tra cui una con foto tratte dai social e che puntava a dimostrare che la ragazza era solita bere alcolici e un'altra sulle condizioni psicofisiche della giovane.

Nelle motivazioni della sentenza i giudici scrivono che l'ex stella rossonera e i suoi "complici" (altri quattro irreperibili) hanno manifestato «particolare disprezzo" nei confronti "della vittima che è stata brutalmente umiliata» e hanno «da subito cercato di sviare le indagini offrendo agli inquirenti una versione dei fatti falsa e previamente concordata».

A fronte delle «floride condizioni economiche» di Robinho «decantate dalla difesa e che avrebbero costituito l'obiettivo ultimo della denuncia, egli - scrive la Corte - non ha inteso avanzare neppure una offerta risarcitoria che, anche nella prospettiva difensiva di una mancata percezione del dissenso, avrebbe potuto trovare spazio».

Agli atti dell'indagine anche una serie di intercettazioni. In un dialogo carpito l'attaccante, parlando con un suo amico, afferma: «sto ridendo perché non mi interessa, la donna era completamente ubriaca, non sa nemmeno cosa sia successo».

Per questa vicenda il Santos, squadra carioca per la quale il calciatore era tornato a giocare dopo le esperienze, oltre al Milan, con Manchester City e in Turchia, aveva deciso di sospendere il contratto.

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Boss 4 mesi fa su tio
avrebbe fatto bere ? lei era grande abbastanza per poter decidere è sicuramente voleva diventare famosa o mettersi a posto per tutta la vita . dopo aver capito che era stata usata è facile far denuncia ! Put…. si nasce
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-29 05:15:28 | 91.208.130.85