KEYSTONE/AP (Manuel Balce Ceneta)
Il ritiro è ufficialmente dovuto a ragioni famigliari.
STATI UNITI
18.06.2019 - 19:250
Aggiornamento : 20:36

Lascia (a sorpresa) il segretario alla Difesa

Trump ha annunciato il ritiro di Patrick Shanahan per motivi legati al suo passato e ad alcuni incidenti domestici. Al suo posto arriva Mark Esper

WASHINGTON - L'amministrazione del presidente degli Usa Donald Trump perde un altro pezzo. Pat Shanahan, il segretario alla difesa pro tempore, fa un passo indietro e rinuncia all'incarico per motivi legati al suo passato e agli incidenti domestici che lo hanno caratterizzato. Per la Casa Bianca si tratta di una perdita importante in un momento delicato fra le crescenti tensioni con l'Iran: proprio poche ore fa Shanahan aveva autorizzato l'invio di ulteriori 1000 soldati americani in Medio Oriente.

L'annuncio di Trump sul ritiro di Shanahan arriva a sorpresa. Non ancora confermato in Senato, Shanahan è stato nominato a capo del Pentagono più di un mese dal presidente americano al posto di James Mattis, di cui era vice dal 2017. L'audizione per la sua conferma è stata più volte posticipata nelle ultime settimane, addensando nubi sul futuro di Shanahan.

I ritardi - secondo indiscrezioni - sono stati legati ad alcune indagini avviate dalla polizia federale Fbi sul suo passato e sul suo divorzio burrascoso, con accuse reciproche di violenze domestiche fra lui e la moglie. Ma, in parte, anche alla volontà di Shanahan di mantenere l'assoluto riserbo sulle sue vicende personali, che includono l'arresto della sua moglie dopo che lo aveva colpito con un pugno in pieno viso e l'arresto di suo figlio per aver picchiato la madre con una mazza da baseball.

Episodi violenti accaduti più di dieci anni fa ma che ancora rischiano, dice Shanahan in un'intervista al Washington Post, di traumatizzare la sua famiglia e suo figlio più piccolo. «Cose brutte possono succedere anche nelle buone famiglie» dice. Insieme a due dei suoi figli Shanahan racconta della sua ex moglie, diventata nel corso degli anni sempre più strana e inaffidabile. Il divorzio successivo ha però peggiorato le cose. L'ex moglie Kimberly ha inizialmente ottenuto la custodia dei tre figli. Poi nel 2011 il grave incidente con il figlio 17enne William che, nel corso di un litigio, l'ha colpita con una mazza da baseball ripetutamente lasciandola in una pozza di sangue. Il ragazzo è stato condannato a 18 mesi di carcere e 4 anni di libertà condizionata. William è ora libero e si è laureato in scienze politiche. Alla madre nel 2014 è stata strappata la custodia dei due figli più piccoli in seguito al suo «abuso» degli scontri con i ragazzi.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 16:00:19 | 91.208.130.89