Immobili
Veicoli

MobilitàSwiss sarà la prima compagnia aerea a volare con cherosene solare

08.03.22 - 11:00
A partire dal 2023, Swiss sarà la prima compagnia aerea a livello mondiale ad utilizzare synfuel per i suoi apparecchi.
Swiss
Mobilità
08.03.22 - 11:00
Swiss sarà la prima compagnia aerea a volare con cherosene solare
A partire dal 2023, Swiss sarà la prima compagnia aerea a livello mondiale ad utilizzare synfuel per i suoi apparecchi.
I serbatoi verranno riempiti con un carburante solare prodotto da Synhelion, spin-off dell’ETH.

Carburanti sostenibili

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

Se un tempo potevamo sederci su un aereo senza farci il minimo scrupolo per volare verso destinazioni esotiche o visitare una città, al giorno d’oggi invece molti portano con sé un bagaglio indesiderato: la coscienza sporca. Gli aerei sono uno dei maggiori produttori di CO2 in circolazione.

Ne è consapevole anche l’industria aeronautica. Se le compagnie non vogliono fare la figura dei killer del clima di fronte ai drastici cambiamenti climatici e di conseguenza perdere clienti, gli aerei devono diventare più sostenibili. La parola magica del momento è synfuel: carburanti prodotti sinteticamente e provenienti esclusivamente da fonti rinnovabili. I synfuel funzionano come il cherosene: non serve un nuovo motore per far decollare gli apparecchi ma il tutto avviene nella piena neutralità climatica.

Entro il 2030, la metà dei carburanti per aerei dovrà essere sintetica

Swiss sarà la prima compagnia aerea a livello mondiale a far decollare i suoi apparecchi con il cherosene solare prodotto da Synhelion, una compagnia spin-off dell’ETH: i primi aerei dovrebbero prendere il volo già a partire dal 2023. Swiss e il gruppo Lufthansa hanno inoltre sottoscritto un partenariato con Synhelion.

Quest’anno inoltre l’impresa di Jülich (Germania) costruirà il primo impianto al mondo per la produzione industriale di carburante solare. Il partenariato include anche il sostegno di Swiss e del gruppo Lufthansa per lo sviluppo di un impianto commerciale Synhelion in Spagna. Entro il 2030, la metà del fabbisogno svizzero di cherosene potrà quindi essere soddisfatto con carburante sostenibile.

Il carburante solare è particolarmente positivo per l’ambiente: viene prodotto utilizzando solo CO2 e il calore del sole (cfr. articolo precedente). I raggi del sole vengono riflessi da grandi specchi e raccolti in un collettore che viene portato a una temperatura superiore ai 1500°C necessaria per produrre il cherosene solare.

Altre compagnie aeree seguiranno

Al contrario di altri carburanti sintetici, il cherosene solare non entra in competizione con altre necessità. I biofuel, ad esempio, sono prodotti a partire da biomassa ed entrano quindi in concorrenza con l’industria alimentare. E l’elettricità utilizzata per produrre e-fuel ricavata nelle centrali eoliche e idriche può essere utilizzata anche in altri settori.

Anche se Swiss è il primo acquirente di cherosene solare, non è stato sottoscritto un contratto esclusivo. Questo carburante sintetico suscita molto interesse da parte dell’intera industria, spiega l’impresa. Altre compagnie aeree potrebbero quindi presto seguire l’esempio di Swiss. E tra non molto potrebbe essere possibile lasciare a terra quel bagaglio indesiderato che tanto pesa sulla coscienza.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO