Immobili
Veicoli
Rally del Ticino, malumori fra i residenti. E c’è chi prova le gomme in strada

BALERNARally del Ticino, malumori fra i residenti. E c’è chi prova le gomme in strada

03.10.22 - 15:11
Disagi alla circolazione e ai ristoranti per la chiusura delle strade. Manovre pericolose di due partecipanti.
Foto lettore
Rally del Ticino, malumori fra i residenti. E c’è chi prova le gomme in strada
Disagi alla circolazione e ai ristoranti per la chiusura delle strade. Manovre pericolose di due partecipanti.

BALERNA - Archiviata la competizione sportiva, restano i malumori di alcuni residenti e commercianti dei Comuni interessati dal passaggio del rally del Ticino.

Fra le segnalazioni giunte in redazione, in particolare gli abitanti di Balerna e Chiasso hanno storto il naso per la comunicazione sulla chiusura delle vie. Non sempre - a dire di chi protesta - puntuale, con le relative complicazioni per la circolazione e per chi si trovava in strada. In alcuni casi, i ristoranti hanno dovuto chiamare i clienti per cambiare in corsa gli orari delle prenotazioni.

Da noi contattati, i rispettivi Municipi riportano come di lamentele formali - al momento - non ne siano ancora arrivate.

Pericolosi test su strada

Come si vede nei video, due partecipanti alla gara hanno pensato bene di testare la tenuta della macchina e degli pneumatici in via Sottobisio a Balerna. I protagonisti delle manovre hanno sterzato bruscamente a destra e sinistra, invadendo la corsia opposta.

Inoltre, mentre una delle due macchine da rally effettuava l'operazione, stava arrivando un altro mezzo a ridosso della curva. Le chicanes non sono passate inosservate: una vettura, probabilmente intimorito da quanto accadeva alle sue spalle, ha accostato. Un’altra, invece, sempre sulla stessa strada, ha bloccato di colpo, poco dopo una curva. 

COMMENTI
 
Evry 2 mesi fa su tio
Non si tratta di "Rally" bensi di corse di velocità !!!!!!! che con le sgommature sulla strada incitano i giovani a condurre in questo modo !!! Allora via dalle nostre strade, ci sono tratti di starda che possono essere utilizzate come per esempio la vecchia strada "Treemola" tra Airolo e il P. del Gottardo; solamente che per i rallisty questo tratto non passa nei villagi, perchè...... Inoltre gli ecologisti dove sono, zitti perchè....
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Scusa però un organizzatore ha la possibilità di scegliere dove svolgere le sue manifestazioni. Comunque le corse di velocità le fanno pure alla formul 1, moto gp, tour de suisse, olimpiadi, gare di nuoto, .... Aboliamo tutto perché veloce (gli sport li ho inseriti perché uno sforzo estremo può farti venire un colpetto al cuore, calamai che si incentivi una pratica forse letale spingendo i ggiovani incapaci d'intendere e volere a replicare senza grano salis).
Sarà 2 mesi fa su tio
@F/A-19 - Naturalmente è l'associazione dei familiari delle vittime della strada...
Sarà 2 mesi fa su tio
@F/A-19 - L'iniziativa è stata promossa dall'associazione delle vittime della strada ed è passata, malgrado ci siano stati più avvertimenti, perché nessuno si vedeva come pirata della strada, fino ad accorgersi che invece poteva facilmente entrare nella categoria e pagarne il prezzo... Se poi la polizia ci mette del suo tendendo vere e proprie trappole, oltre al danno la beffa!
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@Sarà difatti il scior Gobbi si è molto impegnato sul tema. Una legge può esser severa ma se non fatta rispettata vale zero. In questo caso non mi pare una legge troppo ''oppressiva'', il problema è che viene applicata in modo troppo rigido. Banalmente il fatto che su tutta l'infrastruttura si devono rispettare i limiti non significa che sia opportuno fare un controllo radar a 50 metri dal limite 80 per prendere chi accelera un qualche metro prima. Medesimo discorso sulle tratte nei boschi, fuori dai centri urbani (o paesi) dove i pericoli sono di fatto inferiori, il rischio zero non esiste. Questo ragionamento in Ticino non sembra molto considerato, valuta che nella severissima Svizzera tedesca non ho mai visto situazioni ridicole come nel nostro cantone (valuta che ci passo più tempo). Poi vabbé noi a sud delle alpi siamo diventati un popolo di gratacu1o insopportabilmente rigidi e poco socievoli. Mi chiedo come sia possibile che ci siamo fatti la reputazione di popolo gioioso, socievole e accogliente, in Ticino vedo solo reclami e lamentele su tutto, feste, bar, rally, ciclisti, pedoni, strade, italiani, sagre, pioggia, sole, siccità, acquedotti, autostrade, ... Non va mai bene nulla e appena qualcosa ci infastidisce leggermente finisce su social e giornali, ma una tazzina di [email protected] nostri mai?
Sarà 2 mesi fa su tio
@Mattiatr - Il problema è proprio l'applicazione, non c'è spazio di apprezzamento poiché la condanna è già iscritta nella legge.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@Sarà vero, applicata un po' come si vuole. Sul sito della confederazione noto l'obbligo in ambito infrastrutturale dove si dice che la costruzione deve esser a norma di sicurezza, in Ticino ci sono tratte rinnovate e non adeguate (per esempio la larghezza delle carreggiate nelle strade di montagna).¶ Alla fine porre un sistema tabellare sulle infrazioni di velocità ci può anche stare, elimini un bel po' di burocrazia per i tribunali (ripetere sanzioni uguali alla fine è uno spreco). Detto questo il numero di controlli e la posizione di questi non è vincolata. Ci fosse volontà politica si potrebbe intervenire cambiando quantomeno le indicazioni date ai poliziotti (del tipo consigliare un radar vicino all'asilo rispetto a quello sulla tirata 80 km/ in mezzo al bosco). Alla fine hanno inventato il report settimanale dei radar, perché non dare delle direttive un po' più chiare su come eseguire i controlli? Immagino dipenda molta dal qual'è lo scopo del controllo, se vuoi prevenire l'incidente mini le zone sensibili (asili, scuole, stazioni, ...), se invece vuoi rilevare le infrazioni punti a dove è più naturale gasare (strade dritte, con densità abitativa ridotta, dove l'autista presume che il rischio sia inferiore).¶ Diciamo che questa mia riflessione è il motivo per cui auspico un rientro in Leventina di Gobbi l'anno prossimo.
Sarà 2 mesi fa su tio
@Mattiatr Scusa ma non sono d'accordo, il ritiro di patente per un anno a un automobilista che lavora in ufficio non ha le stesse conseguenze del ritiro ad un autista o comunque a qualcuno che con la patente ci lavora. In questo caso l'apprezzamento di un giudice, se l'automobilista non è recidivo, puo evitare un eventuale licenziamento. Inoltre le pene previste da via sicura sono esageratamente severe, in particolare, come dici tu, i radar non sono utilizzati per prevenzione ma per fare cassa. Gli agenti di Lugano fanno molto spesso controlli con la "pistola", che non sono segnalati in nessun modo. Il radar nei pressi di una scuola lo trovi sicuramente ma a mezzanotte.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Ma tutto questo lo fanno per la nostra qualità di vita, rido per non piangere. Se faccio anche solo il conto delle centinaia di franchi che butto nel wc per pagare ore ed ore ai miei collaboratori incolonnati tutti i santi giorni, l’unica consolazione è che così guadagno meno e pago meno tasse, fino a quando deciderò di andare altrove.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@Sarà modificare una legge federale è più complesso che prender qua due poliziotti e dirgli di svegliarsi un attimo. Tra l'altro il canton Ticino è il 5° cantone per numero di poliziotti rispetto all'8° posto per popolazione. Sulle pene ridicolmente severe, sull'assenza di flessibilità pure (malgrado sia ovvio che un'infrazione rimane tale, sia che la compia io o un autista del bus). Già che la retorica di Gobbi sulla sicurezza, sulla quale controlli ridicoli sono un vanto non aiuta (anche perché capita sovente che siano esaltati più del necessario). Vedrei di buon occhio un regolamento che chiarisca dove sia opportuno o meno piazzare i radar, visto che né i militi, né i quadri e neppure il direttore del dipartimento non ci arrivano da soli. Il rapporto settimanale è stato un contentino quasi ridicolo per zittire gli animi. Altro problema è l'accettazione politica della situazione, ogni volta si fa la morale sul ''basta rispettare i limiti'' e si risolve con un nulla di fatto. Un buon inizio sarebbe rimandare a casa l'esaltato militarista e metter lì qualcuno che sappia quanto meno interpretare il fastidio che la popolazione prova verso la polizia (perché comportamenti di questo genere aumentano la disaffezione verso le forze dell'ordine con il rischio di risposte verbalmente e fisicamente violente). L'abbiamo visto in pandemia, la politica ha rispettato poco le necessità di una classe giovane chiudendo tutto e questi hanno risposto aggressivamente verso i poliziotti, temo che situazioni del genere possano ripetersi, i radar sono una motivazione fra le tante. Non vorrei dover arrivare al punto di dover disegnare una mappa del cantone con i colori (qua si, qua 1/20 dei controlli e qua no), in ogni caso potrei farla, con tanto di disegnini per spiegare che i bambini che escono dall'asilo non sono protetti da un radar, sopra tutto se piazzato in mezzo a un bosco.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Volevo dire centinaia di migliaia, piccolo particolare...
Africa Twin 2 mesi fa su tio
Io dopo il Rally sono andato a mangiare al ristorante con la famiglia come molti altri, se si lamentano anche di questo la prossima volta vado in Italia.
Velox-99 2 mesi fa su tio
onestamente penso che sti due andrebbero puniti ma solo perchè nel momento in cui hanno fatto quelle manovre parecchio rischiose non era in corso la gara, la quale è senza ombra di dubbio una cosa buona per il mendrisiotto. Non ci dimentichiamo che il mendrisiotto è già una terra per vecchi con poco da fare per i giovani, ben venga che ci sia una manifestazione sportiva che dia l'occasione di vivere la nostra regione in maniera diversa.
Sarà 2 mesi fa su tio
Anni fa seguivo i rally ma ora li ritengo anacronistici, il culto dell'auto e della velocità vanno contro ad un discorso più attuale di prevenzione degli incidenti e dell'inquinamento. Trovo poi che l'organizzazione di Un rally sia ancora più insensata in un momento come questo. Comunque attenti perché nei tragitti di trasferimento i radar non mancheranno, e con via sicura si sa cosa si rischia.
Thinks 2 mesi fa su tio
Vero... ora il Ticino è una grande casa anziani a cielo aperto, dove regna il silenzio (tomba), e le velocità da bradipi affetti da parkinson 😂😂
F/A-19 2 mesi fa su tio
In più comandano i bus sempre vuoti con le loro fermate rigorosamente create apposta per creare colonna, tutto il contrario del buon senso e di quello che si è sempre fatto. Oramai vogliono trasformare il nostro modo di vivere non senza 1000 controsensi. Esempio creiamo l’asfalto fonoassorbente e le auto elettriche silenziose che poi non senti arrivare, con le stesse auto si cerca di essere ecologici e poi all’aeroporto di Agno si punta sul trasporto aereo con jet inquinatissimi, idem per i rumori ma li non fa niente. Una volta poi c’erano i bus elettrici ma hanno smantellato tutto andando sempre in contraddizione. Si punta inoltre sull’elettrico quando di energia idroelettrica de ne produrrà sempre meno causa ghiacciai in via di estinzione e fiumi ridotti a rigagnoli, potrei andare avanti fino a domani...
Maenu 2 mesi fa su tio
Si tratta di un gruppo di ritardatari che non ha ancora compreso la situazione ambientale odierna.
Viperus 2 mesi fa su tio
Mi finitela di lamentarvi che certi "cani" della strada sono molto peggio di quei guidatori di relli.
Aargauer 2 mesi fa su tio
Ecco..e dopo i cani della stessa da ci sono quelli dei rElly…applauso al serpente 👍🏻 A quei due fenomeni, una bela tirada d’urecc e un sgiafun forse farebbe bene!!!
Aargauer 2 mesi fa su tio
..della strada..
gigipippa 2 mesi fa su tio
Non é reato oltrepassare la linea tratteggiata. Trovo peggio voler denigrare a tutti i costi una bella manifestazione sportiva.
Princi 2 mesi fa su tio
se percorri le strade cantonali in certi orari se ne vedono di peggio ! se nessuno parlava di Rally questo fatto passava inosservato e avrebbero solo dato del gnücc al pilota
Ascpis 2 mesi fa su tio
Parole sante
Meganoide 2 mesi fa su tio
Ben vengano le manifestazioni sportive regolamentate, però i fenomeni che pensano di poter zigzagare e sgommare liberamente su strade aperte al pubblico vanno sanzionati prima che qualcuno si faccia male.
Elisa_S 2 mesi fa su tio
Pienamente d'accordo con il tuo pensiero. Purtroppo come sempre per poche mele marce si rischia di intaccare tutto il sistema. Quei piloti improvvisati prima di scaldare i motori dovrebbero scaldare i neuroni. Cosa che i piloti professionisti fanno.
malcantone 2 mesi fa su tio
Bisögna propri veg ul bon temp par sctaa a la finesctra a filmaa. Pori nüm!
Edox 2 mesi fa su tio
In Svizzera non esistono autodromi. Nei Grigioni ogni anno organizzano anche 3 gare di auto classiche con tanta armonia tra tutte le parti, in una cornice stupenda e senza le solite banali critiche. Se il problema è l’inquinamento, allora temo che dovremmo tutti fare mille passi indietro su molte delle nostre abitudini ... e abolire tutti gli sport che direttamente o indirettamente trascinano con se autovetture (vedi ciclismo) .
Milite Ignoto 2 mesi fa su tio
Mi sa che non capisci il dialetto se a lui rispondi cosi😂
Mitch 83 2 mesi fa su tio
Concordo ma finalmente é stato tolto il divieto di costruire autodromi .. chissà se un giorno vedremo un gp in Svizzera?
gio63 2 mesi fa su tio
😂😂vero
Ascpis 2 mesi fa su tio
Prima si lamentano perché il Mendrisiotto è famoso solo per il traffico… poi quando si organizza qualcosa si lamentano ancora… ma per piasee vivi e lascia vivere
Aka05 2 mesi fa su tio
Il comportamento dei due novelli Vatanen, potrebbe pure essere sanzionato, per il resto nulla di nuovo, quattro bacchettoni in cui per una volta all’anno trovano da ridere per qualche rumore molesto che disturba la loro quotidianità…. Mah
Aka05 2 mesi fa su tio
*ridire…
Gus 2 mesi fa su tio
Ma è vero che il Rally è sostenuto anche da un consigliere di stato?
chiodone50 2 mesi fa su tio
é ormai diventata un'abitudine reclamare peer una manifestazione che si svolge una volta l'anno, mentre il traffico pesante ci inquina tutti i giorni
marco17 2 mesi fa su tio
Fa pena sapere che c'è ancora gente che non trova di meglio che organizzare manifestazioni del genere: servono solo a inquinare e a disturbare la popolazione. Per chi vuole sfogarsi ci sono gli autodromi.
Kikketto 2 mesi fa su tio
Ma tu hai una vita così brutta da nemmeno godere di un evento nel tuo cantone ?
Viperus 2 mesi fa su tio
ahahahah....hanno chiuso le strade, non c'era traffico parassita...eppure qualcuno trova ancora scuse per lamentarsi...pazzesco!
connina_ 2 mesi fa su tio
ella sai quanti, uno ogni 2 metri da noi... che poi il rally non lo fai in pista comunque...
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@marco17 nessuno ti obbliga ad andarci, hai la piena libertà di rinchiuderti in casa e fare ciò che ami, oppure farlo all'esterno. Nessuno verrà mai a dirti che non puoi leggere un libro, fare una passeggiata, guardare il grande fratello in televisione o altro.
gio63 2 mesi fa su tio
Lascia stare, tanto questo si lamenterebbe uguale per una gara di bici!! Ticino solo bocciodromi e gare di scopa al grotto! Ma per piacere!
marco17 2 mesi fa su tio
Se per te un rally è un godimento, sei tu che hai ben poche soddisfazioni nella vita.
Meck1970 2 mesi fa su tio
sembta che sono gli unici al mondo ad organizzare un rally..... sempre a lamentarsi. Poi si continua a dire che da noi in Ticino non c'è mai niente. Il Ticino grazie a questa gente, sta morendo.
Yoebar 2 mesi fa su tio
Non facciamo di tutta l’erba un fascio, punire unicamente chi non ha tenuto un comportamento corretto. Bella manifestazione, bravi agli organizzatori, non mollate. Gli amanti dei motori sono noti per lottare fino all’ultimo respiro.
francox 2 mesi fa su tio
Il mendrisiotto è stato eletto a cloaca del Ticino, chiaramente ci dovevano mettere anche le macchinine brum brum. Pori nüm!
Veveve 2 mesi fa su tio
Scusa eh io abito da sempre nel Mendrisiotto e in Svizzera non abiterei da nessun altra parte! Forse non hai mai girato il mondo e visto come sono i posti brutti!!!
Bizza 2 mesi fa su tio
Il rispetto è una concentrazione che gli ignoranti non capiscono. I commenti parlano da sé. Che vergogna
Veveve 2 mesi fa su tio
Sempre a lamentarsi…c’è gente che non sa proprio fare altro!
Ascot 2 mesi fa su tio
Beceri
negang 2 mesi fa su tio
I soliti bacchettoni ! Questi stavano scaldando le gomme. Certo la prima auto poteva fermarsi visto che ne arrivava una civile dalla parte opposta. Li ha esagerato. Quello che si e' fermato almeno stava guardando nello specchio retrovisore invece che altrove come fanno sempre. Il secondo non ha messo in pericolo nessuno.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Concordo, una volta all'anno si può anche chiudere un occhio visto che non è successo nulla.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Concordo ma purtroppo le regole di via sicura non permettono nemmeno di valutare la situazione, praticamente ti inchiodano alle tue responsabilità dicendo che col tuo comportamento potevi uccidere qualcuno. Strane queste leggi perché potenzialmente chiunque si mette alla guida di un veicolo può potenzialmente uccidere qualcuno.
negang 2 mesi fa su tio
Esatto, quel che dico sempre. E' come andare in giro armati. Puoi anche andare in giro con un M16 e mai usarlo. Stessa cosa con l'auto, puoi andarci sempre in giro guidando al top e non fare un incidente in 40 anni. Oppure continuare a fare i cavoli tuoi mentre guidi e prima o poi centrare qualcuno. Come giocare alla roulette russa con una pistola a tamburo o tenerla sempre in tasca con la sicura. In questo caso, una rally all'anno .. mi pare che si possa anche chiudere un occhio .. e chi circola normalmente aprirne uno in piu' e stare piu' attento.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@F/A-19 verissimo, ogni volta che si fa un dibattito salta sempre fuori questo tema. Un mio amico ha perso il controllo della macchina in inverno (strada ghiacciata), macchina da buttare ma nessun ferito e un guardrail piegato, è rimasto senza patenti perché avrebbe potuto uccidere un passante (in mezzo a un bosco). Non si tollera l'errore e li si lega al possibile scenario peggiore.
F/A-19 2 mesi fa su tio
E grazie ai rossi verdi hanno ritolto quel minimo di apprezzamento che il giudice poteva avere nel rendere meno ridicola questa legge, da qui strani comportamenti da bradipi insicuri che su per esempio un 50 te lo trovi ad andare a 40 creando inoltre situazioni di nervosismo, clacsonate e tentativi di sorpasso con tutto quello che ne può conseguire.
NOTIZIE PIÙ LETTE