AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
ISRAELE
3 gior
La prima fabbrica al mondo di carne coltivata in laboratorio
La start-up israeliana Future Meat ha aperto un impianto in grado di produrre 500 kg di carne coltivata al giorno.
LUGANO
5 gior
Camillo Vismara SA aderisce al progetto sostenibiliTi in qualità di Heroes League Partner
L’azienda di Cadro sceglie di farsi promotrice di un cambio di passo dettato dall’amore per la propria terra
SVIZZERA
1 sett
I corsi della School of Disruption: l’e-learning per i lavori del futuro
L’iniziativa del SIDI consente di acquisire le competenze utili per cogliere nuove opportunità di lavoro e di business.
STATI UNITI
1 sett
Oggetti stampati in 3D che percepiscono l’interazione con l’utente
I ricercatori hanno integrato le capacità di rilevamento in metamateriali per creare dispositivi di input interattivi
ITALIA
1 sett
E se la realtà fosse un gioco di specchi quantistici?
Una nuova teoria del fisico italiano Rovelli suggerisce che la realtà potrebbe essere un gioco di specchi quantistici
MONDO
2 sett
Celle solari trasparenti che durano 30 anni
Dotate di una buona efficienza si potranno integrare in vetrate e infissi per trasformare le case in centrali elettriche
FOTO
STATI UNITI
2 sett
Una mano robotica gonfiabile con senso tattile
Creata una protesi che offre agli amputati un controllo tattile in tempo reale e consente una vasta gamma di attività.
STATI UNITI
2 sett
Google ha utilizzato l’Intelligenza Artificiale per disegnare i suoi chip
L’AI di Google ha auto-progettato i suoi chip impiegando solo 6 ore invece di mesi di lavoro da parte degli ingegneri.
FOTO
ISLANDA
3 sett
Entrato in funzione Orca, il più grande impianto al mondo per la cattura della CO2
Realizzato in Islanda, potrà assorbire circa 4.000 tonnellate di CO2 ogni anno, pari alle emissioni di 870 auto.
INDIA
10.09.2021 - 08:000

Ecco le bottiglie di carta che sostituiranno la plastica

Una startup indiana ha sviluppato un innovativo materiale che può essere usato negli imballaggi di prodotti liquidi

Si stima che ogni anno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare, causando gravi danni agli ecosistemi marini e all’ambiente. Con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento causato dalla plastica, la startup indiana Kagzi Bottles, con sede a Noida, nell’Uttar Pradesh, ha creato un’innovativa bottiglia di carta, realizzata con un materiale compostabile al 100%, che rappresenta un’alternativa sostenibile ed economica ai flaconi e contenitori di plastica monouso.
La startup è stata fondata dalla specialista in elettronica Samiksha Ganeriwal che, consapevole del fatto che in India vengono prodotti 3,3 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica all’anno e che questa «avrebbe soffocato ancora di più il pianeta», si è impegnata sin dai tempi dell’università in progetti alla ricerca di soluzioni innovative che mettessero fine al problema della plastica. Ha così dato vita alla sua startup che prende il nome dalla parola hindi kaagaz, ovvero carta, per realizzare appunto contenitori con un materiale completamente riciclabile.
Per essere sostenibile, il progetto doveva basarsi su un modello circolare e per questo motivo le bottiglie vengono realizzate con carta di recupero trasformata in polpa. Nello specifico, il composto viene modellato in due metà, per poi essere rivestito con una soluzione impermeabilizzante a base vegetale e incollate insieme utilizzando la pressa a caldo. L’innovativa tecnologia messa a punto dalla startup indiana fa sì che ogni bottiglia sia impermeabile, resistente e compostabile.
Il prodotto non è ancora in commercio ma si è rivelato già una valida alternativa alla plastica sia dal punto di vista della sostenibilità che da quello economico. A differenza di altre soluzioni, infatti, le Kagzi Bottles potrebbero costare quanto la plastica monouso o persino di meno. «Quando abbiamo controllato le bottiglie di shampoo utilizzate da alcune aziende in India, queste costavano circa 26-30 rupie indiane (0,30 euro). Le nostre bottiglie costano invece circa 19-22 rupie indiane (0,25 euro)», ha affermato Ganeriwal.
Ovviamente all’inizio non è stato semplice. Ganeriwal ha dovuto progettare e fabbricare i macchinari ideali per produrre questa alternativa ecologica partendo da zero. Per fortuna durante il suo percorso è riuscita a trovare le persone giuste che l’hanno sostenuta. «Siamo pionieri nella produzione di bottiglie di carta, ma il viaggio fino a qui è stato segnato da sfide. Tuttavia, grazie alla fede nel nostro prodotto e alla fiducia dei nostri investitori, ora produciamo bottiglie di carta su larga scala. Le nostre bottiglie sono resistenti, compostabili e sono la soluzione alle bottiglie di plastica monouso» ha spiegato la fondatrice.
Secondo l’azienda, queste bottiglie di carta diventeranno presto un punto di riferimento per tutti i tipi di imballaggi sostenibili, e sebbene al momento non possano essere utilizzate per prodotti alimentari, i ricercatori stanno già cercando di sviluppare altre opzioni prive di plastica. «Abbiamo in programma di creare una struttura di ricerca e sviluppo che consentirà alle nuove idee nel settore del packaging di fiorire e diventare realtà», ha concluso Ganeriwal.

AvanTi
Guarda le 4 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-18 19:30:28 | 91.208.130.89