SVIZZERA
06.12.2017 - 09:540

Reti elettriche, si va in conciliazione

Il progetto sulla trasformazione e l'ampliamento delle reti elettriche divide le due Camere

 

BERNA - Sarà necessario ricorrere alla Conferenza di conciliazione per appianare le divergenze tra i due rami del Parlamento in merito al progetto sulla trasformazione e l'ampliamento delle reti elettriche. Per il Nazionale, il cosiddetto metodo del "prezzo medio" delle tariffe delle forniture di elettricità deve continuare a valere senza limitazioni.

Questo prevede che l'utile che il gestore della rete trae dall'accesso al mercato (acquistando per esempio elettricità a basso costo alla borsa dell'energia) venga ridistribuito ai consumatori finali. Bocciato quindi il compromesso proposto dagli Stati.

I "senatori" la settimana scorsa avevano fatto un passo verso il Nazionale permettendo alle aziende di rinunciare in taluni casi ad applicare il "principio del prezzo medio". Passo ritenuto oggi insufficiente dalla Camera del popolo con 102 voti contro 86 e 2 astensioni.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
reti
reti elettriche
conciliazione
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 12:29:11 | 91.208.130.87