CANTONEAnche i Verdi Liberali hanno i loro candidati

03.12.22 - 13:16
Il PVL Ticino e i giovani verdi liberali Ticino lanciano la campagna per le cantonali 2023
PVL
Anche i Verdi Liberali hanno i loro candidati
Il PVL Ticino e i giovani verdi liberali Ticino lanciano la campagna per le cantonali 2023

BELLINZONA - I Verdi Liberali del Ticino e i Giovani Verdi Liberali, riuniti questa mattina in Assemblea generale a Bellinzona, hanno approvato la linea proposta dal comitato cantonale per le elezioni cantonali 2023.

Il Partito ha presentato il proprio programma politico incentrato su quattro temi: energia e ambiente, economia, salute e società e mobilità.

Durante la presentazione sono stati presentati i punti salienti del programma di Legislatura 2023-2027. Tra le priorità: maggiore efficienza energetica, stoccaggio di energia, innovazione economica e insediamento di startup con condizioni fiscali attrattive, migliorare la conciliabilità famiglia e lavoro, combattere l’aumento dei costi della salute, sostenere la mobilità elettrica e migliorare l’infrastruttura ciclabile.

In seguito è stata lanciata la campagna con il messaggio “Nuova energia per il Ticino. Noi ci siamo!”. L’Assemblea è stata dunque l’occasione per lanciare ufficialmente la campagna dei verdi liberali Ticino. L’obiettivo è chiaro: conquistare dei seggi in Parlamento cantonale ed accedere al Gran Consiglio.

È stato infine approvato il nuovo regolamento sui contributi e il finanziamento al partito. I verdi liberali sono a favore di una maggiore trasparenza del finanziamento politico e renderanno pubblico il resoconto delle spese a fine campagna.

Lista per il Consiglio di Stato

Nella seconda parte dell’Assemblea è stata presentata la lista per il Consiglio di Stato e la lista per il Gran Consiglio.

Per il Consiglio di Stato saranno candidati (nell’ordine): Mirco De Savelli (1995), giovane economista e fondatore di una startup ticinese, Consigliere comunale a Cadempino e rappresentante dei giovani verdi liberali (GVLT); Sara Beretta Piccoli (1971), igienista dentale, già Granconsigliera, Consigliera comunale in carica a Lugano; Massimo Mobiglia (1969), architetto e docente, fondatore della sezione cantonale dei verdi liberali, già Presidente cantonale e attualmente consigliere comunale a Minusio, Presidente WWF Ticino; Cinzia Marini (1966), Manager medico, già Consigliera comunale a Maroggia e Comano; Claudio Boër (1947), professore di ingegneria meccenica, tra i fondatori e già Vice Presidente della SUPSI, già Console presso il Consolato svizzero a Shangai, esperto nell’ambito energetico e nelle nuove tecnologie.

I verdi liberali hanno in seguito presentato lo stato dei lavori per la lista per il Gran Consiglio. Attualmente sono poco meno di una cinquantina i nomi in lista, di cui circa un terzo donne e un quarto giovani.

L’Assemblea si è conclusa con un avvicendamento al vertice del partito cantonale e il ringraziamento al coPresidente Marco Battaglia che per motivi professionali lascia anticipatamente la carica. L’attuale co-Presidente Stefano Dias assume la carica di Presidente fino al termine della campagna, mentre Mario Borsese rimane Vice Presidente.

COMMENTI
 
Evry 1 mese fa su tio
Poveri noi, tante starnazzate e nulla di concreto
Emib5 1 mese fa su tio
@Evry Dal tono dei tuoi commenti non è difficile immaginare per chi voti. Premesso che non voto verdi liberali, cosa ha fatto il tuo partito di concreto in questi ultimi due decenni? Gradirei davvero saperlo.
Mirschwizer 1 mese fa su tio
Ma nella foto non sono verdi 🤣🤣🤣
NOTIZIE PIÙ LETTE