Immobili
Veicoli

CANTONELuce verde per una lista di area insieme al PS

12.06.22 - 16:12
Gli ecologisti hanno accolto positivamente l’esplorazione del progetto di unire le forze per il Consiglio di Stato
Verdi
Luce verde per una lista di area insieme al PS
Gli ecologisti hanno accolto positivamente l’esplorazione del progetto di unire le forze per il Consiglio di Stato
Presentato Marco Noi, nuovo co-coordinatore insieme a Samantha Bourgoin

LUGANO - Guerra in Ucraina, caro energia, combustibili fossili e clima. E poi ancora rallentamento dell’economia ed emergenza sociale, oltre che deriva populista. Questi, in sintesi, i punti cardine sui quali si vuole orientare la politica dei Verdi che, durante i recenti lavori assembleari, si sono detti pronti ad «impegnarsi per costruire una lista di area per il Consiglio di Stato alle prossime cantonali, capace di cambiare gli equilibri del governo».

Il Gruppo operativo degli ecologisti ha chiesto e ottenuto a larga maggioranza dalla base riunita in assemblea, l’incarico di esplorare il progetto di lista comune con il PS, ponendo le seguenti condizioni di partenza: «essere considerati alla pari offrendo a tutte e tutti i candidati della lista le stesse opportunità di riuscita, le candidate e i candidati al governo dovranno condividere valori e programma, e per finire, i futuri nominativi, una volta identificati, saranno avallati dai diversi gremi». «Per riuscire a cambiare le forze di governo - sottolineano - sarà necessario non solo confermare un seggio progressista ma puntare al raddoppio. Per questa ragione si chiede che le forze politiche coinvolte nell’area mettano in campo le migliori energie per affrontare il futuro e per mobilitare le rispettive basi elettorali».

L’assemblea dei verdi, salutata dalla municipale di Cadenazzo Natascia Caccia, oltre che ad approvare i conti 2021, è stata anche l’occasione per confermare la nomina del gran consigliere Marco Noi come co-coordinatore insieme a Samantha Bourgoin e in sostituzione di Nicola Schoenenberger, che come già annunciato a suo tempo, ha lasciato le sue cariche politiche in quanto nominato direttore del prestigioso giardino botanico di Ginevra.

Hanno presentato le attività dei rispettivi gremi Claudia Crivelli Barella, Capogruppo in Gran consiglio, Greta Gysin Consigliera nazionale, Fabiano Cavadini, presidente del Comitato Cantonale, Noemi Buzzi e Nora Valsangiacomo co-coordinatrici delle giovani verdi, attive a livello cantonale, nazionale e internazionale.

L'incontro degli ecologisti, svoltosi in presenza a Cadenazzo - ospite di Usman Baig che ha fatto gli onori di casa insieme a Cristina Fusi a nome dei Verdi locali - è infine terminato con una visita all’antico Mulino del Precassino recentemente restaurato.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO