Pompieri di Locarno
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
2 ore
Ragazzo preso a calci, l'appello della madre
L'episodio risale alla serata di sabato. Il branco che lo ha aggredito sarebbe recidivo.
ZURIGO
3 ore
«Sono giovane e sano, non ho paura». Ecco perché è un errore pensarlo
Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.
Vacallo
3 ore
Da otto anni, Edo Pellegrini chiede spiegazioni al Municipio sul fondo 451
Ci sono un sentiero impraticabile, una costruzione di utilità non specificata e delle domande rimaste senza risposta
STABIO
7 ore
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
BELLINZONA
7 ore
Valascia, Tuto Rossi contro Branda: «Blocchiamo il versamento»
Secondo il consigliere comunale del gruppo Lega-Udc, il Sindaco sapeva ma ha taciuto riguardo ai problemi della società.
BELLINZONA
7 ore
Il premio Robert Wenner assegnato a Davide Rossi
Le scoperte del ricercatore di IOSI e IOR contribuiscono a migliorare la diagnosi e la terapia in ambito oncologico.
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
BLENIO
9 ore
A Campra riapre la pista di fondo
Da mercoledì si potranno percorrere circa 2,5 km, ma già nel fine settimana le piste potrebbero essere allungate.
FAIDO
13 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE / GRIGIONI
13 ore
Otto incidenti in quattro anni, ma è sicura
Positivo l'esito dello studio sulla sicurezza nonostante l’incidentalità registrata dall’apertura.
LOCARNO
15.07.2021 - 09:200

Hangar devastato dal maltempo: «Si poteva evitare?»

Lo chiede il gruppo UDC in Gran Consiglio in un'interrogazione inviata oggi al Consiglio di Stato.

Nel 2018 il Gran Consiglio approvò un credito di mezzo milione per la progettazione dell'hangar che, come rilevò il governo, si «trovava in uno stato fatiscente» al punto che la manutenzione corrente non era «più sufficiente per permettere un razionale uso degli spazi».

LOCARNO / BELLINZONA - Il forte maltempo che ha investito martedì il nostro cantone ha provocato danni particolarmente gravi presso l'aeroporto di Locarno, dove uno degli hangar è stato "scoperchiato" dall'impeto del vento. Il risultato? Tre aerei da buttare e un'altra decina danneggiati. Danni che si potevano evitare? È quanto chiede oggi un'interrogazione del gruppo UDC - primo firmatario Tiziano Galeazzi - al Consiglio di Stato.

Riavvolgendo per un attimo i nastri al 2018, nell'atto viene ricordata l'approvazione da parte del Gran Consiglio di un credito di progettazione di circa mezzo milione di franchi destinato all'hangar che, precisava già a suo tempo il governo, si trovava in uno «stato fatiscente» tale che la manutenzione corrente non era «più sufficiente per permettere un razionale uso degli spazi».

Tre anni dopo, scrivono i firmatari, «a quanto pare non sono stati ancora redatti i progetti», nonostante gli addetti ai lavori abbiano «più volte» evidenziato la necessità di «importanti lavori» visto lo stato pericolante della struttura. Lavori che sembra non siano mai stati eseguiti. «Ci si augura quindi che la struttura fosse assicurata da parte del Cantone», scrivono i deputati, che sottolineano pure come «l’evento meteorologico ha colpito tutta la zona e tutte le infrastrutture dell’aeroporto» ma «solo il fatiscente hangar del Cantone ha subito gravi danni».

Alla luce di questo quadro, Galeazzi e cofirmatari chiedono all'esecutivo cantonale se fosse o meno al corrente delle richieste di manutenzione formulate dai suoi due servizi e per quale motivo non sono state intraprese. «Come mai non è stato dato seguito alla precisa e vincolante decisione del Gran Consiglio che approvò nel febbraio del 2018 il credito di progettazione?  Chi ha preso la decisione di non dar seguito a questa decisione?» e «perché il Parlamento non è stato informato?», chiedono i deputati, che intendono capire anche se la struttura fosse assicurata contro questo genere di danni o se sarà il Cantone a doverli rifondere.

Le domande dell'interrogazione

  • Il Consiglio di Stato era al corrente delle richieste formulate dai suoi due servizi di intraprendere delle manutenzioni straordinarie alla struttura? Se si, quanti anni fa furono richieste dagli esperti e perché non sono state fatte?
  • Come mai non è stato dato seguito alla precisa e vincolante decisione del Gran Consiglio che approvò nel febbraio del 2018 il credito di progettazione?  Chi ha preso la decisione di non dar seguito a questa decisione: la Sezione della logistica, la direzione dell’aeroporto o altri uffici amministrativi? Perché il Parlamento non è stato informato?
  • La struttura ha degli affittuari e in essere vi è una convenzione riguardante l'uso e l'affitto? Se si, con quale società e quando è stata firmata l'ultima volta e a quali condizioni?
  • La struttura risulta assicurata per questo genere di danni? Se si, anche verso terzi? Se no, perché?
  • La struttura risulta assicurata per questo genere di danni? Se si, anche verso terzi? Se no, perchInerente la domanda D, se non ci fosse alcuna assicurazione, sarà il Cantone a dover rifondere i danni tra cui ai privati?

Firmatari: Tiziano Galeazzi, Sergio Morisoli, Roberta Soldati, Paolo Pamini, Daniele Pinoja, Edo Pellegrini.

Pompieri di Locarno
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 01:19:21 | 91.208.130.89