CANTONE«Era sempre positiva, amica di tutti»

30.11.22 - 21:10
Un'ex compagna di scuola ricorda la 19enne morta a seguito di un rave a Roveredo
20M
«Era sempre positiva, amica di tutti»
Un'ex compagna di scuola ricorda la 19enne morta a seguito di un rave a Roveredo

LUGANO - Negli ultimi giorni si è parlato molto di rave illegali, si è parlato molto di droghe come la ketamina, ma ciò che resta il fatto più crudo e più duro da digerire è la morte di una ragazza appena 19enne.

Oggi, una compagna di scuola di lunga data della vittima piange l'ex compagna che non c'è più. «Ai tempi era sempre positiva, era amica di tutti», racconta la giovane, che frequentava con lei il Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA) di Lugano. A scuola, alcune opere d'arte e delle candele si trovano da ieri in corridoio, un omaggio per commemorarla.

Secondo l'ex compagna, la situazione della 19enne è peggiorata al termine della scuola. «Al termine degli studi ha iniziato a fumare erba sempre più spesso, e poi si sono aggiunte altre droghe». La giovane racconta poi che spesso cercava di dissuaderla dal consumare.

La nostra interlocutrice ha diversi ritratti fotografici della 19enne, ricordi di tempi ormai passati. Per quanto concerne la festa illegale, la giovane ci dice di non avere nulla contro i rave, «ma spesso vi si consumano molte droghe. È spaventoso e non riesco a capirlo». La polizia retica, intanto, continua la ricerca dei testimoni.

I rave, popolari tra i giovani
Secondo l'esperto di vita notturna Alex Flach, i rave sono particolarmente popolari tra i giovani: «I rave all'aperto sono spesso l'unico modo per molti minorenni di uscire, dato che non possono andare nelle discoteche a causa della loro età».

Le droghe che aumentano l'umore, come l'ecstasy e lo speed, sono popolari e vengono consumate durante i rave. Non importa se un rave sia legale o illegale o una discoteca, l'entità del consumo di droghe è più o meno la stessa, per Flach.

Il vantaggio dei club e dei rave legali, tuttavia, è la presenza di personale di sicurezza. «Se c'è un problema, possono intervenire e richiedere immediatamente un aiuto medico».

 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE