Immobili
Veicoli

LUGANO Un 50enne cittadino eritreo è morto per annegamento in zona Foce a Lugano

01.07.21 - 21:26
Il suo corpo era a circa 25 metri dalla riva, a una profondità di circa 18 metri
Rescue Media
Un 50enne cittadino eritreo è morto per annegamento in zona Foce a Lugano
Il suo corpo era a circa 25 metri dalla riva, a una profondità di circa 18 metri

LUGANO - È di un 50enne cittadino eritreo residente nel Luganese il corpo senza vita recuperato verso le 19.15 di oggi nelle acque del lago Ceresio in zona Foce, a Lugano.

Come avevamo già avuto modo di dirvi l'uomo era scomparso in acqua verso le 18.30. Le ricerche hanno visto impegnati gli agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia città di Lugano, la Società salvataggio di Lugano nonché i soccorritori della Croce Verde di Lugano.

Il cadavere del 50enne è stato localizzato a circa 25 metri dalla riva e a circa 18 metri di profondità. Si è tentata la rianimazione ma non c'è stato niente da fare. 

Secondo quanto riferito da laRegione, l'uomo si sarebbe gettato in acqua con i vestiti per soccorrere il figlio in difficoltà. Quest'ultimo ce l'ha fatta ma il 50enne è stato risucchiato dal Ceresio, sotto gli occhi della moglie e di altri membri della comunità africana. «Per prestare sostegno psicologico è stato richiesto l'intervento del Care Team», spiega la Polizia cantonale nella sua nota.

 

Si tratta del secondo annegamento negli specchi d'acqua ticinesi, dopo il decesso di un 75enne nel Verbano a Gerra Gambarogno.

CORRELATI
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO