screenshot Tio.ch
Il momento del fermo.
MENDRISIO
09.05.2021 - 15:470

Scappano dalla polizia, "placcati" sul marciapiede

Quattro giovani sono stati ammanettati dopo un inseguimento, e poi denunciati

MENDRISIO - Una fuga a gambe levate, quattro giovani atterrati a forza e ammanettati sul marciapiede. Grida di dolore, un parapiglia, i passanti che accorrono. Scene da film poliziesco ieri sera a Mendrisio. Un gruppo di giovani è stato protagonista di un inseguimento a piedi da parte della polizia, all'esterno della stazione FFS. 

«Ho sentito gridare "aiuto" e sono uscito in strada» racconta un testimone, che si trovava in un negozio vicino al luogo dell'accaduto. «Ho visto questi ragazzi che correvano, e dietro gli agenti. È successo tutto molto in fretta». 

In un video girato con il telefonino - e inviato in redazione - un passante ha immortalato il momento del fermo. Nel filmato si sentono urla e la scena è descritta come «violenta e concitata» dai presenti. I quattro giovani in fuga sono stati raggiunti dalla polizia in via Bernasconi, a poche decine di metri dalla stazione ferroviaria. Una volta a terra - racconta un testimone - i quattro sono stati immobilizzati e ammanettati. 

La Polizia cantonale contattata conferma l'intervento. All'origine dell'inseguimento, cominciato all'interno della stazione, ci sarebbe un perturbamento del traffico ferroviario: i quattro giovani avrebbero bloccato un treno in partenza per bravata. La dinamica dell'accaduto è oggetto d'inchiesta. Una volta condotti in commissariato, i protagonisti - tutti maggiorenni, intorno ai 20 anni - sono stati interrogati e poi denunciati a piede libero.

Sul posto anche la Polizia dei Trasporti e la Comunale di Mendrisio. Assieme agli agenti anche un certo numero di curiosi che hanno assistito alla scena. Un testimone racconta di avere visto «un agente piegare il braccio di un ragazzo» nonostante fosse già ammanettato e a terra. Nel video si sente un giovane urlare mentre viene immobilizzato sul marciapiede. «L'impressione è che gli agenti abbiano usato un po' la mano pesante» conclude l'osservatore.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-23 13:58:24 | 91.208.130.87