Guardia di Finanza Gaggiolo
CANTONE / CONFINE
22.11.2017 - 10:320
Aggiornamento : 13:32

Inerti da Varese al Ticino, scoperta evasione fiscale da 800mila euro

Un imprenditore italiano aveva aperto un’azienda fittizia a Mendrisio da cui rivendeva la merce alle imprese edili del cantone, non versando le imposte italiane

MENDRISIO - La Guardia di Finanza di Gaggiolo ha scoperto un’evasione fiscale condotta tra Italia e canton Ticino per un valore di circa 800mila euro.

Un imprenditore italiano ha creato un’azienda fittizia a Mendrisio a cui faceva figurare la vendita degli inerti dalle cave di Valceresio (Varese) a prezzi ribassati del 21% rispetto a quelli di mercato. In realtà la società anonima di Mendrisio faceva comunque capo a lui e non era esistente se non da un punto di vista formale. Su territorio ticinese la merce veniva venduta alle imprese edili a prezzi reali.

In questo modo il guadagno della vendita degli inerti risultava della società di Mendrisio e non poteva essere tassato in Italia. In tre anni i ricavi hanno raggiunto gli 800mila euro e lo Stato italiano non ha ingiustamente incassato 244’000 euro di imposte.

Guardia di Finanza Gaggiolo
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 19:23:29 | 91.208.130.85