CANTONEI laghetti alpini sono meno acidi

09.12.22 - 09:09
Analizzate le acque di una ventina di piccoli laghi sulle Alpi. Ecco cosa è stato scoperto.
www.ti.ch
I laghetti alpini sono meno acidi
Analizzate le acque di una ventina di piccoli laghi sulle Alpi. Ecco cosa è stato scoperto.

BELLINZONA - I laghetti alpini ticinesi sono meno acidi. Il recupero dall’acidificazione dell'acqua dei laghetti rappresenta il presupposto per un recupero della biologia, ed è principalmente riconducibile alla riduzione delle emissioni di anidride solforosa. Lo rileva il Dipartimento del territorio (DT) che nelle scorse settimane ha provveduto a effettuare i prelievi annuali delle acque di venti laghetti alpini ticinesi, allo scopo di analizzarne i principali parametri chimici.

L’operazione di sondaggio, condotta su mandato dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), rientra nel programma internazionale di cooperazione per la valutazione e il monitoraggio degli effetti dell’inquinamento atmosferico sulle acque superficiali (ICP Waters).

I laghetti alpini sono considerati i gioielli del panorama montano. Si trovano in zone caratterizzate da basse temperature, povertà di nutrienti, lunghi periodi di oscurità invernale, seguiti da un breve periodo con radiazione ultravioletta molto elevata. La maggior parte dei laghi di montagna ha origine post-glaciale. Alcuni si sono formati in tempi più recenti quale conseguenza del ritiro dei ghiacciai. «A causa di tutti questi fattori - fa notare il Dipartiemnto del territorio -  rispetto ai corpi d’acqua che si trovano ad altitudini inferiori, i laghi di montagna sono caratterizzati da una minore diversità biologica. Essi sono dunque ecosistemi particolarmente sensibili alle attività antropogeniche e, se da un lato possiamo considerare praticamente risolto il problema delle piogge acide, dall’altro lato le deposizioni di azoto sono tuttora troppo elevate e gli effetti del cambiamento climatico si cominciano solo ad intravedere. In tale contesto, l’attività dell’uomo, seppur apparentemente lontana geograficamente, lascia delle impronte anche ad altitudini molto elevate».

Viene infine fatto notare che la sensibile modifica dell’ecosistema dei laghetti alpini è riconducibile anche al cambiamento climatico. In particolare, il graduale scioglimento di ghiacciai rocciosi e di nevi perenni espongono alle intemperie nuove superfici rocciose contenenti minerali facilmente degradabili che possono raggiungere le acque superficiali. In questi casi si osserva spesso un aumento significativo soprattutto delle concentrazioni di calcio, magnesio e solfato. L’innalzamento della temperatura comporta, inoltre, un cambiamento della copertura dei suoli con una migrazione verso altitudini più elevate di molte specie vegetali. 

COMMENTI
 
Emib5 2 mesi fa su tio
Un valore maggiore di pH identifica una minore acidità, ciò è dovuto alla particolare scelta della scala che esprime l'acidità di una soluzione, il pH appunto. Un acqua con pH 5,9 è quindi meno acida, o più alcalina, di una che abbia pH pari a 5.5. L'articolo dice proprio che, direi finalmente, l'acidità dei laghetti , e quindi dei corsi d'acqua, sta diminuendo.
NOTIZIE PIÙ LETTE