AttualitàCasinò di Mendrisio, presentata richiesta di rinnovo concessione

01.11.22 - 12:15
Casinò Admiral Sa, che gestisce da 20 anni la casa da gioco, l'ha depositata il 21 ottobre.
Casinò Mendrisio
Casinò di Mendrisio, presentata richiesta di rinnovo concessione
Casinò Admiral Sa, che gestisce da 20 anni la casa da gioco, l'ha depositata il 21 ottobre.

È una delle più grandi case da gioco della Svizzera e fa registrare complessivamente il prodotto lordo più elevato tra tutte le 21 case da gioco elvetiche: la società che gestisce il Casinò di Mendrisio, la Casinò Admiral SA, ha presentato il 21 ottobre la richiesta per il rinnovo della concessione.  

La società gestisce dal 2002 la casa da gioco di via Maspoli. «Nel corso di questi 20 anni la Casinò Admiral SA ha versato un totale di oltre 800 milioni di franchi di tasse, dei quali il 60 % è stato destinato all’AVS e il 40 % al Canton Ticino - si legge in una nota - inoltre sono stati versati circa 45 milioni di franchi relativi alle imposte sugli utili e corrisposti 480 milioni di stipendi, affitti e altri costi operativi, oltre a contributi elargiti in favore di varie fondazioni e della comunità locale per un totale di oltre 80 milioni di franchi». 

Contestualmente Ace Swiss Holding AG - unica proprietaria di Casinò Admiral SA - ha dato «un contributo significativo all'economia nazionale attraverso Contributi e progetti di pubblico interesse grazie a partner quali il Comune di Mendrisio e NCKM Mendrisiotto SA» prosegue la nota. 

Con la comunicazione dell'inoltro della richiesta vengono anche date delle rassicurazioni sul fronte occupazionale. «Gli oltre 200 posti di lavoro a tempo pieno dovrebbero essere garantiti in maniera finanziariamente sostenibile - scrive la società concessionaria -. Che prevede nella nuova tornata di gestione di «installare oltre 400 avveniristiche slot machines e assicurare la presenza di 27 tavoli da gioco. Sarà altresì presente un’ampia area dedicata al regolare svolgimento dei tornei di poker».  

 

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE