PONTE CAPRIASCA«Quel prato tolto ai nostri figli»

19.11.22 - 08:00
Lavori indigesti per alcuni residenti nei pressi delle scuole elementari. Le motivazioni del Municipio.
Foto Lettore Tio/20Minuti
«Quel prato tolto ai nostri figli»
Lavori indigesti per alcuni residenti nei pressi delle scuole elementari. Le motivazioni del Municipio.

PONTE CAPRIASCA - Un prato adiacente alle scuole elementari si trasforma in un posteggio. A Ponte Capriasca alcuni abitanti se la prendono con le autorità. In primis Patrick Walser, portavoce di un malumore che pare diffuso. «Il prato è stato tolto ai nostri figli. Ora è un parcheggio provvisorio dovuto a un cantiere. Nessuno è stato avvertito in anticipo. La comunicazione ci è stata recapitata 10 giorni dopo l'inizio dell'anno scolastico. Vergognoso. E sono pure stati piazzati inutili lampioni provvisori, alla faccia del risparmio energetico».

«Importante cantiere in corso» – Come mai si è arrivati a questa decisione improvvisa e da alcuni ritenuta impopolare? «Il Comune – spiega la municipale Myriam Greub Pagani – si sta occupando di un importante cantiere che riguarda le abitazioni di un intero quartiere accanto alla scuola elementare, popolato da circa 60 persone. Per alcuni mesi queste stesse persone, fra cui anche anziani, non potranno più accedere alle loro case con le proprie auto in quanto i lavori interessano opere di sottostruttura per il rinnovo delle diverse utenze. Per risolvere il problema del parcheggio delle auto delle persone residenti il Municipio ha dapprima valutato diverse soluzioni, risultate infine non percorribili».

La sola via percorribile – L’unica possibilità è stata quella di mettere a disposizione dei residenti un’area di 650 metri quadrati di terreno delle scuole elementari, dove è stato allestito un parcheggio provvisorio. «In totale sicurezza. Il Comune, da sempre molto attento ai bisogni dei bambini, ha contenuto al minimo l’area adibita alla sosta. Considerando che lo spazio totale esterno alla scuola è di 8900 metri quadri, tolti da questi momentaneamente i 650 utilizzati per il parcheggio, rimangono comunque un intero campo di calcio completamente recintato e altri spazi verdi. Trattasi di 50 metri quadri a bambino per divertirsi all’aperto durante le ricreazioni».

«Abbiamo agito con equilibrio» – La municipale conclude: «Quale ulteriore misura a beneficio dei bambini sono stati posati momentaneamente quattro lampioni, attorno al parcheggio citato, al fine di assicurare a tutti, bambini e utenti provvisori, la massima visibilità nella stagione invernale. Il sedime sarà riconsegnato ai piccoli utenti completamente ripristinato al termine dei lavori. Il Municipio ritiene dunque di aver agito con grande equilibrio, tenendo conto dei diversi interessi in gioco».

NOTIZIE PIÙ LETTE