Immobili
Veicoli

CERENTINOAltra predazione a Cerentino, l'allevatore: «Getto la spugna»

22.08.22 - 08:47
Delusione e amarezza nelle parole di Marco Frigomosca che ha visto il suo gregge ridursi da 100 a 35 capi.
Ti-Press
Altra predazione a Cerentino, l'allevatore: «Getto la spugna»
Delusione e amarezza nelle parole di Marco Frigomosca che ha visto il suo gregge ridursi da 100 a 35 capi.
L'allevatore punta il dito anche contro il Cantone: «Le autorità ci hanno abbandonato. Quest'anno in Alta Vallemaggia il lupo ha ammazzato, ferito o fatto fuggire circa duecento ovini. E il Cantone dorme»

CERENTINO - «Venderò le poche pecore che mi rimangono. Ho deciso di gettare la spugna. Non si può andare avanti così». Queste le parole colme di delusione e amarezza dell'allevatore di Cerentino Marco Frigomosca, dopo la quarta predazione subita dal suo bestiame negli scorsi giorni. 

Per l'uomo - intervistato da "La Regione" - la misura è colma. Da questa primavera, infatti, ha visto le sue greggi decimate dal lupo. «A inizio stagione avevo un centinaio di capi, ora mi restano venti pecore a Cerentino e una quindicina in quota». L'allevatore punta il dito anche contro il Cantone. «Le autorità ci hanno abbandonato. Quest'anno in Alta Vallemaggia il lupo ha ammazzato, ferito o fatto fuggire circa duecento ovini. E il Cantone dorme», lamenta Frigomosca ricordando come altri cantoni abbiano ordinato l'abbattimento di lupi problematici per molto meno.

In verità anche da Bellinzona - dopo le feroci critiche sfociate nella manifestazione in cui alcuni allevatori hanno depositato i cadaveri delle pecore morte davanti a Palazzo delle Orsoline - ci si era mossi. Il 18 maggio, infatti, era arrivato il via libera all'abbattimento del lupo che aveva ucciso 19 pecore proprio a Cerentino. Un'autorizzazione, però, che neanche un mese dopo era stata ritirata. Le predazioni, infatti, erano state compiute da due diversi lupi appartenenti a un branco. E in casi come questo, Il diritto federale vieta l'eliminazione del predatore.

COMMENTI
 
Sarà 3 mesi fa su tio
In Abruzzo hanno normalmente almeno due o tre cani pastore a difesa del gregge e a volte vengono attaccati a loro volta dai lupi. Inoltre mi piacerebbe vedere chi accusa gli allevatori di non essersi munito di un cane da pastore come reagisce se durante una passeggiata in montagna si trova davanti ad un pastore maremmano libero...
BlueShark 3 mesi fa su tio
Poi se tutti noi portassimo i nostri problemi in piazza a Bellinzona…! Vergognoso e pietoso..!! Fatemi il piacere…! Allevatori rimboccatevi le maniche come facciamo tutti…! Mi sa che qui tanti che scrivono sono figli di papà …poveri viziati……!
Coerente 3 mesi fa su tio
Non fare di tutta l’erba un fascio, che ti sei magari il primo viziato… non tutti gli allevatori sono dei sussidiati che tengono animali tanto per, la maggioranza lavora bene e seriamente, per ciò valuta bene le tue parole e non fare il leone da tastiera… anzi metti la sveglia alle 4 domani mattina, lavora per 15 ore tutti i giorni del anno e poi stai almeno 3 con la tua famiglia, e ricorda domani sera di non coricarti prima delle 23:00… fallo per 365 giorni l’anno e il 22 agosto 2023 potrai criticare anche gli allevatori/contadini!
Coerente 3 mesi fa su tio
Ma pensa che ne abbiamo portato di ben più stup..i in votazione… E sono anche passati🤦🏻‍♂️🤦🏻‍♂️😒
ZioG. 3 mesi fa su tio
In Abruzzo zona con molti lupi e orsi, gli allevatori hanno greggi con migliaia di pecore e raramente si sente di pecore attaccate. Il motivo è che hanno i pastori abruzzesi come cane, in percentuale proporzionata al gregge. NON 1 cagnolino
Coerente 3 mesi fa su tio
E ne vale la pena sicuramente… noi viviamo in altre realtà… realtà ticinesi e non abruzzesi… dai basta… le Alpi non sono l’Abruzzo o il Canada o la Russia … il lupo ora va gestito tanto come gli allevatori devono prepararsi e munirsi di metodi di difesa dei greggi… 2 realtà oramai!
BlueShark 3 mesi fa su tio
Esattamente…!
ZioG. 3 mesi fa su tio
il lupo non sa che in Ticino viviamo in altre realtá, per lui le pecore non sono Svizzere o Italiane, per lui sono solo pecore, sta agli allevatori Svizzeri dimostrare di non essere anche loro pecore e svegliarsi, mettere da parte l’orgoglio, guardarsi in giro e rendersi conto che se prima andava bene un semplice cane addestrato al solo radunare le pecore (prima dell’arrivo dei grandi predatori), ora servono cani con altre caratteristiche. Se il mio antifurto è antiquato lo cambio.
Coerente 3 mesi fa su tio
Ma hai letto quello che ho scritto? Pensi che basti che gli allevatori si adeguino? Anni or sono al arrivo del cinghiale in Ticino era protetto e chi ne abbatteva uno era un criminale… ma la storia non ha mai insegnato nulla la umanità! E qui tra 10 anni (ma anche meno) saremo a lamentarci del fatto che di lupi c’è ne son troppi… è del altro giorno l’articolo della volpe in camera da letto a Bellinzona… anche il lupo mangia dove meno fa fatica ricordatevelo!
Coerente 3 mesi fa su tio
https://youtu.be/GrkmNLCDOGk
Coerente 3 mesi fa su tio
https://youtu.be/GrkmNLCDOGk Invito chi ha tempo di guardare questo video documentario… Sia i pro lupo che chi è contro!
vulpus 3 mesi fa su tio
A leggere certi commenti vien la pelle d'oca. Come siu fa ad affermare che questo allevatore aspettava il pretesto per cambiare attività? Bisogna ben essere beceri per certe affermazioni. Ma c'è qualcuno che veram,ente che questa persona che ha visto il suo grgge essere razziato massicciamente dai lupi lo abbia fatto per convenienza monetaria? Quì il cervello è oramai evaporato. Andate su uno di questi alpi quando avvengono le carneficine: forse poi qualcuno si asterrà di scrivere proclami e giudizzi. è ora e tempo che il dipartimento del territorio si levi quel misero pigiamo di convenienza elettorale ( bala el cadreghin) finalizzato ad ottenere il supporto di certi ambientalisti rinchiusi in un ego oramai non più tollerabile. Come mai ai cacciatori è permesso cacciare cervi, caprioli ecc ecc. Per uan semplice ragione : ce ne sono tzroppi e fanno danni. E quì è la stessa cosa: oramai ce ne sono troppi: bisogna aprire l'eliminazione senza ma e senza se. Altro che aspettare che il lupo ne uccida 30, che poi vediamo Il sig. Zali ha fallito un'altra volta, con il suo ufficio C&P. Inutile dire ma le disposizioni vengono da Berna: Fanfaronate, in quanto negli altri cantoni stanno provvedendo alla grande, alla bisogna.
Topino 3 mesi fa su tio
Concordo pienamente su tutto quanto hai scritto!
Tiago 3 mesi fa su tio
Siamo alla frutta. Mezzo cantone parla del lupo quando ci sarebbero problemi ben più gravi e ben più sistemici da discutere. Salario minimo, precariato, costo della sanità alle stelle…. Ma no, qui dobbiamo discutere di un lupo che aggredisce delle pecore non correttamente protette… un’attività peraltro che impiega meno di 2 cittadini su 1000 nel cantone…. Ma tranquilli, andiamo avanti a parlare del lupo ne… 🤦‍♂️
Coerente 3 mesi fa su tio
Avanti un altro!🤦🏻‍♂️🤦🏻‍♂️
Topino 3 mesi fa su tio
Tutta la mia solidarietà all’allevatore. Siamo un povero Cantone, Gli altri Cantoni sono svegli, solerti ed intervengono, qui in perenne letargo! Se penso agli ultimi attacchi, nemmeno più evidenziati sui social, la faccenda è davvero triste per non dire di peggio.
Yoebar 3 mesi fa su tio
Esatto, e nessuno si chiede perché i nostri avi avevano deciso di eliminare lupi, linci e orsi. A quei tempi non si parlava tanto ma si andava subito ai fatti. E così sono sopravvissuti.
Tiago 3 mesi fa su tio
Probabilmente un allevatore senza cani da protezione che aspettava il pretesto per cambiare attività. Peraltro i capi uccisi dal lupo vengono rimborsati dalla confederazione…
matias13 3 mesi fa su tio
Permettimi....ma parli perché hai il dono della parola! Nemmeno sai quello che dici. I capi vengono rimborsati dal cantone e non dalla confederazione, si chiama fondo di intervento! Hai ragione, ora però è arrivato il momento di pagare tutti assieme questi danni, propongo la tassa "per risarcire le predizioni dei grandi predatori", perché qui tutti fr.....ci con il c....o degli altri! È ora che tutti pagano qualcosa, sei d'accordo? Perché poi tutti a chiedere aumenti di salario, meno tasse, meno costi in generale.....ma le spese vanno affrontate! Ma sono sicuri che sarai d'accordo per una bella tassa in più per queste cose.....
Yoebar 3 mesi fa su tio
Molto probabilmente non sai cosa significhi avere animali che hai cresciuto con il cuore e sacrifici, non c’è soldo che paghi.
BlueShark 3 mesi fa su tio
Vai a riposare un po’…! Che stai scrivendo solo cavolate .. ! Ma fammi il piacere……….
Tiago 3 mesi fa su tio
Per ridurre i danni agli animali da reddito, la Confederazione mette a disposizione, per la stagione alpestre 2022, fondi supplementari per la protezione del bestiame. I detentori di animali da reddito e i gestori degli alpeggi hanno la possibilità di presentare ai Cantoni domande di contributi finanziari per i provvedimenti urgenti. L’UFAM rimborsa in seguito ai Cantoni l’80 per cento dei costi. Ora, visto che lei sa… le pecore predate erano protette da un recinto adeguato? C‘era una cane di protezione formato? Se la risposta è sì, allora posso capire la frustrazione. Se la risposta è no, non dovremmo nemmeno star qui a parlarne
Coerente 3 mesi fa su tio
Sai a quanto risalgono questo fondi? Sai che si cercano anche pastori volontari per custodire greggi? Sa quanto ci vuole ad avere questi fondi? Sa quanto tempo ci vuole ad avere un cane per la protezione dei greggi? Sa quanto tempo impiega un cane ad imparare il suo compito ed essere formato quasi alla perfezione? Lei sa tanto ma non sa un Ca..o Leone da tastiera appunto!
Coerente 3 mesi fa su tio
E ci risiamo… dice bene matias13, tutti bravi a fare i fin…i con il cu.o degli altri… vale sia per le pecore che per gli allevatori… BlueShark ti piace il lupo e ti sta bene che predi le pecore, aiuta Marco Frigomosca ad uscire da questa situazione, e tra un po’ molti altri allevatori, che pur avendo preso misure di protezione non riusciranno a contenere gli attacchi… nella vicina Italia dove i lupi ci sono da sempre, e parlo del sud e non del nord, i lupi li ammazzano da sempre… senza tante leggi e tanti permessi, mentre dove se li sono trovato negli ultimi decenni e ad avere questo predatore , scaltro ed intelligente e con delle capacità di adattamento incredibili, sono disperati anche più di noi… solo nella vicina Valle D’Aosta stimano più di 100 lupi… gli allevatori diminuiscono a vista d’occhio… per ciò ti consiglio di guardare al di fuori del tuo orticello e della tua mentalità chiusa e valutare bene situazioni e sentimenti di chi nella me..a ci è veramente! Poi magari tra qualche tempo che sparita qualche animaletto domestico in centro a Bellinzona per colpa di un lupo… e Tio avrà gli atri attributi per raccontare la notizia… staremo qui a commentare di nuovo sul giusto o sbagliato che sia avere i lupi fuori dalla porta di casa nel nostro cantone…
BlueShark 3 mesi fa su tio
Ognuno ha i sui problemi….e se le risolve da solo !!! Gli allevatori fanno le vittime.. ! Adattatevi alla natura e trovate le soluzioni che c’è ne sono..! Smettetela di piangere …
Tiago 3 mesi fa su tio
Esattamente
matias13 3 mesi fa su tio
Quali sarebbero queste soluzioni! Fare il mancato genio dicendo....trovate le soluzioni che ce ne sono.....non fa di te un premio nobel! Cioè, mi sembra davvero una frase da provinciale sempliciotto! Quali sono queste soluzioni! Proponi che magari salta fuori quella buona.....
pontsort 3 mesi fa su tio
Se li risolverebbero anche, se solo glielo si permettesse
emibr 3 mesi fa su tio
Non si deve sempre fare gli svizzeri a tutti i costi e cercare in proprio le soluzioni, basterebbe un po' di umiltà e valutare come hanno fatto altri paesi vicini e non. Una soluzione, che andava però adottata all'inizio, sono i cani da pastore, un'altra, dove possibile, le recinzione. Lamentarsi dopo che da anni si sa che saremmo arrivati alla presenza stabile del lupo, è molto comodo, dopo che non si è fatto nulla prima. Ucciderli non sarebbe una soluzione intelligente poiché hanno anche una funzione di regolazione delle specie presenti sulle nostre montagne, oltre al fatto di essere specie protetta, e per fortuna!.
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@matias13 guarda ci sono soluzioni per tutto, malgrado ovviamente siano anti economiche, onerose in tempo ed energie e via dicendo. Sta all'agricoltore decidere se è meglio trovarsi un cane da pascolo, piazzare reti oppure farsi divorare il bestiame (oramai hai visto benissimo qual'è la linea del governo, forse è l'ora di prendere contromisure).
chiodone50 3 mesi fa su tio
ogni cosa al suo posto e il posto del lupo è pe la Siberia, da noi fa disastri per la gioia degli ambientalisti
Melek 3 mesi fa su tio
Io una volta credevo nel WWF, ma da quando hanno voluto reintrodurre i lupi e li difendono, da me non vedono più un franco. Fate così!
falco8 3 mesi fa su tio
Il lupo è ovunque, non solo quello selvaggio; e non viene fatto nulla perchè siamo un popolo di pecore ! Nel DNA degli svizzeri non vi è rimasto alcun gene rivoluzionario. Ci si lamenta sempre, ma alle elezioni vengono scelti i soliti partiti e i soliti avvocati/fiduciari/imprenditori/dottori. Quindi significa che si approva la politica attuale ! I giovani, quelli che potrebbero ribellarsi seriamente, sono drogati ed influenzati dai social networks e netflix, quindi docili e manovrabili; ci avviamo a grandi passi in un mondo simile al romanzo 1984.
Atomic 3 mesi fa su tio
Prima o poi ci scapperà un ferito o morto (umano) a causa del lupo poi tutti diranno non è colpa mia 🤦🏻‍♂️
BlueShark 3 mesi fa su tio
Informati i lupi non hanno mai attaccato un essere umano….!
Tiago 3 mesi fa su tio
Mai successo. Ball romane
Coerente 3 mesi fa su tio
E anche qui ti sbagli e si vede che vivi sulla tua bellissima nuvoletta, o meglio vivere… Toscana 3 mesi fa, giovane aggredito da un lupo in piena notte, stava andando dal auto al uscio di casa quando una lupa lo ha buttato a terra e preso per una caviglia… la forestale lo ha pregato di non raccontare nulla, sminuendo l’accaduto… ma va bene così, qui non solo i giovani sono drogati e influenzati da networks e social… mi sembra che molti cittadini abbiano perso ogni lume di ragione…
Findus 3 mesi fa su tio
ci sono dei partiti che hanno spinto per arrivare a questo. Il progetto a lungo termine é trasformare tutto in una zona chiusa e protetta. Via agricoltura, via la caccia, via il turismo, via tutto la stessa congrega ci sta spingendo verso la crisi energetica
Elveg 3 mesi fa su tio
Purtroppo sì é capito che il ticino é diventato lo stivale della Svizzera è piuttosto che aiutare noi, preferiscono aiutare gli altri (vedi profughi vari e gente non Svizzera) perché noi non saremo mai capaci di ribellarci e di far valere i nostri diritti e quando si deve protestare corriamo sempre in negozio a comperare barattoli di vaselina!! GRAZIE AI NOSTRI CARI POLITICI!!!!
Johnnybravo 3 mesi fa su tio
Ma cosa c'entra tirare in ballo i profughi e compagnia bella? Un aiuto non deve escluderne un altro.... Come al solito si tende a fare discorsi demagogici e mettere tutto in caciara con un populismo becero. Lei si può benissimo ribellare se non è contento della classe politica, ha un' arma e uno strumento straordinario che tanti paesi ci invidiano, la DEMOCRAZIA. Vada a votare e voti chi lo convince di più, sennò si candidi lei, ha tutto il diritto di farlo. Discorsi come i suoi sono proprio fatto dai cari politici che proprio lei tira in ballo.... mettere poveri, sfortunati, disgraziati ecc l'uno contro l'altro , invece di comprendere, impegnarsi a risolvere i problemi è troppo facile. Si impegni in prima persona, invece di inveire contro qualsivoglia entità politica o altro....
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Qual è il diritto che ti è stato violato? Io vedo un'inefficienza della burocrazia ticinese e un sostegno a gente alla quale evidentemente un paio di diritti sono stati sottratti. Betto fare i discorsi da anarchici rivoltosi, poi?
emibr 3 mesi fa su tio
Questo tipo di interventi sa molto di copiato dal pezzo di carta domenicale di quel partito che ha la maggioranza relativa e che prende voti in particolare da quelli che se la prendono con gli "altri" come causa di ogni loro difficoltà. Per il problema dell'articolo direi invece che la reintroduzione del lupo in Svizzera è stata iniziata molti anni fa e che gli allevatori hanno sprecato il tempo per organizzarsi (recinzioni, cani pastore, ecc. ) e adesso si lamentano pure.
Tiago 3 mesi fa su tio
Commento senza capo né coda. Come fare di tutta l’erba un fascio.
Elveg 3 mesi fa su tio
Commento scomodo per molti noto!
matias13 3 mesi fa su tio
Informati per favore prima di fare figuracce, lo dico per te! Il lupo NON è stato reintrodotto, ma è arrivato dal SOLO (in modo spontaneo) nel 1995
Elveg 3 mesi fa su tio
No il mio commento é il mio libero pensiero, non é copiato dal domenicale ma si chiama esclusivamente realtà! Recinzioni, cani pastore, securitas per i greggi e poi magari anche ronde 24h su 24…ma quando il lupo morsicherà i parenti di coloro che lo difendono a spada tratta allora lì s’interverrà…bene il discorso da bar é avvenuto anche oggi…
Coerente 3 mesi fa su tio
Vero, ma va gestito… non siamo e non abbiamo i territori del Alaska… A dimenticavo in Alaska vengono gestiti!!!
tschädere 3 mesi fa su tio
anche qui la politica e scritta in oro.consiglio agli allevatori,quando arriveranno le tasse non pagarle magari i dormiglioni del revettorio cantonale si svegleranno.e strano che in alta leventina non capita niente con i lupi.
Mgbc 3 mesi fa su tio
povero allevatore... davvero triste dovere smettere x colpa della politica!! i miei pensieri di forza x lui....sperando in un futuro migliore
Yoebar 3 mesi fa su tio
Povero Ticino, siamo proprio finiti nelle peggiori mani che si poteva capitare, se con quello che fanno non vedono un guadagno non si muovono. Non vien fatto nulla per la nostra e ripeto nostra gente.
NOTIZIE PIÙ LETTE