Immobili
Veicoli

CANTONEUna settimana con 739 contagi e 3 decessi

17.08.22 - 10:14
Sono ancora in calo i test positivi nel nostro cantone. In continua discesa anche i pazienti ospedalizzati.
Ti-Press
Una settimana con 739 contagi e 3 decessi
Sono ancora in calo i test positivi nel nostro cantone. In continua discesa anche i pazienti ospedalizzati.
Negli ospedali ticinesi sono infatti ricoverate 60 persone malate di Covid-19, ovvero sette in meno rispetto a una settimana fa. Tre persone in più, invece, nei reparti di cure intense.

BELLINZONA - Sono 739 i nuovi contagi da Covid-19 registrati nell'ultima settimana in Ticino. Lo comunica l'Ufficio del medico cantonale. Nel precedente bollettino settimanale - risalente al 10 agosto - le infezioni erano state 1'079. Come a livello svizzero, anche nel nostro cantone negli ultimi sette giorni si è quindi verificata una diminuzione delle persone che hanno contratto la malattia (-31,6%). 

In discesa anche i ricoverati - È pure in discesa il numero dei pazienti ricoverati in isolamento Covid-19 negli ospedali del nostro cantone. I posti letto occupati da ticinesi con il Covid-19 sono infatti 60 (sette giorni fa erano 67), mentre i reparti di cure intense accolgono ora sette pazienti affetti da coronavirus (+3). Negli ultimi sette giorni si deplora, purtroppo, anche tre nuove vittime del virus. Il numero delle persone decedute da inizio pandemia nel nostro cantone sale quindi a 1'221.

Le raccomandazioni dell'Ufficio del medico cantonale - «Il periodo di vacanze - precisa l'Ufficio del medico cantonale commentando i dati - rende più difficile l’interpretazione anche se obiettivamente la situazione continua a migliorare».  Il virus è comunque tuttora presente sul territorio e nelle prossime settimane si assisterà al rientro dalle vacanze. In questa situazione d'incertezza e a tutela soprattutto delle persone più vulnerabili, l’Ufficio del medico cantonale raccomanda «di continuare ad adottare le misure di protezione» e «l’uso della mascherina negli spazi chiusi e nei luoghi affollati». Chiunque presentasse il minimo sintomo è poi invitato a effettuare immediatamente un test

Ufficio medico cantonale

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE