Immobili
Veicoli
Terza corsia: quattro comuni momò non ci stanno

MENDRISIOTerza corsia: quattro comuni momò non ci stanno

14.06.22 - 16:23
Mendrisio, Balerna, Coldrerio e Novazzano sono contrari all'ampliamento stradale per la sosta dei veicoli pesanti.
TiPress
Terza corsia: quattro comuni momò non ci stanno
Mendrisio, Balerna, Coldrerio e Novazzano sono contrari all'ampliamento stradale per la sosta dei veicoli pesanti.
Il progetto secondo gli oppositori è «assolutamente improponibile e fuori luogo». 

MENDRISIO - La città di Mendrisio e i comuni di Balerna, Coldrerio e Novazzano, supportati dalla Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto e Basso Ceresio (CRTM), si oppongono al progetto per la realizzazione di una terza corsia per la sosta dei veicoli pesanti. Il progetto, elaborato dall’Ufficio federale delle strade, comprende inoltre la manutenzione stradale e altri interventi, tra i quali opere di protezione della falda, quattro impianti di trattamento delle acque e ripari fonici.

«Questa iniziativa, la cui realizzazione è prevista tra 2025 e il 2028, mira di fatto a formalizzare, ampliandola, una situazione priva di base legale che persiste da diversi anni» si legge nel comunicato reso pubblico questo pomeriggio. Il Mendrisiotto è da anni sottoposto a una forte pressione del traffico autostradale e del traffico dei pendolari frontalieri. L'inquinamento fonico e atmosferico che ne derivano ha già un forte impatto sulla regione. La coalizione dei comuni momò considera che «creare una nuova corsia per lo stazionamento dei veicoli pesanti in direzione nord-sud proprio nel Mendrisiotto è assolutamente improponibile e fuori luogo». 

L’intera popolazione che vive nel Mendrisiotto vedrebbe peggiorata la propria qualità di vita, invece di beneficiare delle misure sulla mobilità a favore dell’ambiente. «L’intento è d'impedire che il Mendrisiotto sia ulteriormente penalizzato» conclude il comunicato. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO