Immobili
Veicoli
Tutti pazzi per la design week

ITALIATutti pazzi per la design week

09.06.22 - 20:22
Oltre 2000 gli espositori da tutto il mondo e oltre 1000 gli eventi sparsi per Milano
Imago
Fonte Michele Novaga
Tutti pazzi per la design week
Oltre 2000 gli espositori da tutto il mondo e oltre 1000 gli eventi sparsi per Milano

Attesissima, a Milano è arrivata la design week. Una settimana in cui, a margine del Salone del mobile - che si svolge nei 20 padiglioni di Rho Fieramilano e dove si sono dati appuntamento oltre 2000 espositori di tutto il globo - la città pullula di eventi. Difficile catalogarli, quasi impossibile vedere tutte le installazioni e partecipare agli oltre 1000 eventi e appuntamenti sparpagliati nei quartieri di Milano.

In questi giorni a Milano c’è il tutto esaurito negli hotel e nei bed and breakfast con prezzi da capogiro anche per un sottoscala. E se gli albergatori esultano, il visitatore di solito si muove per la città alla ricerca delle installazioni muovendosi a zone. Una settimana è poco e tocca scegliere. Esattamente come abbiamo fatto noi cominciando dall’Università Statale di Milano le cui corti e i chiostri cinquecenteschi ospitano un’esplorazione collettiva di 40 installazioni sul tema della re-generation. Colpisce appena entrati l’enorme struttura tubolare che si affaccia sul cortile del Filarete. Un progetto di Piero Lissoni dal titolo Fabbrica che riproduce un cantiere in cui vengono costruite le barche e che gioca con i pieni e vuoti del colonnato, in un intreccio di linee rette.

Interessante anche The A-Maze Garden nel cortile a fianco: un giardino onirico di specchi per raccontare il mondo delle merci di Amazon e l’impegno dell’azienda verso la sostenibilità.

Spostandosi verso la cosiddetta zona Tortona, il luogo del Fuorisalone più caratteristico e più ricco di eventi, sono tantissime le istallazioni e i pezzi di design che possono essere ammirati e fotografati all’interno del Superstudiopiù, spazio consacrato al design dal 2000. Tra questi l’enorme Pinocchio sdraiato che reca la scritta “Someone is lying" una denuncia-installazione realizzata da Alcantara “contro il greenwashing e le bugie del nostro tempo”, come spiegato in una nota dell’azienda. Salendo al roof terrace, ci si può imbattere nella Radical Pop Terrace un’installazione molto particolare realizzata da Toilet Paper il brand di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari, dove, al centro di un piacevole giardino ornato con sedie a sdraio, svetta un enorme rossetto gonfiabile. Di fronte, all’ex Ansaldo, protagonista è Ikea che occupa spazi all’aperto e al chiuso. Si va dalla piscina in cui si può nuotare tra le palline di plastica, all’enorme letto contenuto in una ricostruzione di una pallina gigante aperta a metà. Il tutto potendo degustare gli hot dog vegani e le bibite bio della cucina del brand svedese.

Una menzione speciale merita anche il design svizzero, protagonista nella zona Brera. Qui, in un palazzo ribattezzato House of Switzerland, Pro Helvetia in collaborazione con le principali scuole e università di design della Svizzera presentano i lavori di giovani designer elvetici. Modelli realizzati con materiali di recupero per l’arredamento o semplici intuizioni che aiutano a vivere meglio la quotidianità. Come gli schermi pieghevoli in fibra di carbonio, la sedia allungabile che può essere convertita in un banco in pochi semplici passi e la macchina del caffè intelligente.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO