Immobili
Veicoli

BELLINZONAInaugurato il nuovo impianto di filtrazione

24.05.22 - 19:20
Attivo già da otto mesi, il nuovo sistema dell'AMB ha reso più trasparenti le acque del fiume Ticino.
AMB
BELLINZONA
24.05.22 - 19:20
Inaugurato il nuovo impianto di filtrazione
Attivo già da otto mesi, il nuovo sistema dell'AMB ha reso più trasparenti le acque del fiume Ticino.

GIUBIASCO - È stato inaugurato oggi il nuovo impianto di filtrazione - una vasca di cemento con all’interno una serie di filtri studiati per trattenere tutte le microparticelle (micro-plastiche comprese) - nell'impianto di depurazione a Giubiasco.

Acque (già) più pulite - Il sistema, fortemente voluto dall'Azienda Multiservizi di Bellinzona (AMB), è attivo già da otto mesi e in questo lasso di tempo ha dato risultati «più che soddisfacenti». «La trasparenza dell'acqua del fiume Ticino - precisa l'AMB - è nettamente aumentata e consente di leggere un testo specifico, anche a una profondità di 60 centimetri, contro i 15-20 centimetri del passato. Anche i solidi sospesi sono passati da 10 a 1-2 milligrammi per litro».

Il lungo cammino della depurazione - Ma per comprendere meglio la novità bisogna fare un ripasso sul processo di depurazione. «Le acque luride - ricorda l'Azienda - arrivano all’impianto di depurazione e trovano una griglia che serve a fermare i rifiuti solidi più grandi, che non devono entrare nell’impianto».

Autonomo dal punto di vista energetico - I reflui passano poi in una vasca che serve da separatore di, grassi e oli (che galleggiano) e la sabbia (che va posarsi sul fondo). «I fanghi - sottolinea l'AMB - a questo punto vengono recuperati per produrre biogas che, assieme all’energia generata dai pannelli fotovoltaici, rende l’impianto autonomo dal punto di vista energetico».

L'ultimo step - Il percorso delle acque (ora un po’ meno luride grazie ai soli procedimenti meccanici) arriva alla vasca biologica. «Qui - precisa l'AMB - si aiutano i microrganismi presenti nell’acqua a ripulire il liquido dalle sostanze organiche che sono principalmente le deiezioni umane. Ed eccoci arrivati alla vasca di decantazione finale, dove, con l’aggiunta di sostanze speciali attraverso un processo chimico, lo sporco forma grandi fiocchi, che a poco a poco si depositano sul fondo».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO