Immobili
Veicoli
Corsie più strette e 80 km/h, l'autostrada è zeppa di cantieri 

CANTONECorsie più strette e 80 km/h, l'autostrada è zeppa di cantieri 

30.03.22 - 08:31
L’A2 è oggetto d'importanti opere di risanamento. Attualmente sono sei i cantieri in corso. E altri inizieranno a breve.
Ti Press
Corsie più strette e 80 km/h, l'autostrada è zeppa di cantieri 
L’A2 è oggetto d'importanti opere di risanamento. Attualmente sono sei i cantieri in corso. E altri inizieranno a breve.
«Solo l’1% degli incolonnamenti è dovuto ai lavori stradali», sottolinea tuttavia un rapporto sulla viabilità in risposta a chi li considera causa di caos. «Si tratta di opere inevitabili per garantire un’infrastruttura di qualità», spiega invece l’USTRA.

LUGANO - Chi in queste settimane ha imboccato almeno una volta l’autostrada (poco importa dove) se ne sarà accorto. Sull’A2, in Ticino, i cantieri si sono moltiplicati e viaggiare a 120 km/h per più di qualche chilometro è ormai un’utopia. Attualmente le opere di risanamento in corso sono ben sei: fra Airolo e Quinto (fino a giugno 2022), sui viadotti della Biaschina (fino a giugno 2022), a Giornico (Centro controllo veicoli pesanti, inaugurazione prevista nel novembre 2022), fra i due svincoli di Bellinzona (fino al 2025), tra Melide e Gentilino (cantiere notturno per il risanamento delle gallerie, fino a giugno 2022) e infine in zona Campaccio a Mendrisio (fino al 2024).

20-30 km di lavori - Sui circa 110 km di autostrada presenti sul territorio cantonale, fra i 20 e i 30 sono di conseguenza oggetto di restringimenti di corsie e cambiamenti dei limiti di velocità. Si viaggia “liberamente” solo fra Chiasso e Mendrisio, fra Lugano-Nord e Bellinzona-Sud e fra Bellinzona-Nord e Biasca. L’infrastruttura autostradale sente infatti il peso dei suoi anni e ha bisogno di essere ringiovanita. La domanda, tuttavia, sorge spontanea: perché tutti questi lavori contemporaneamente? Non era possibile scaglionarli in modo da limitare i disagi? 

Tutto il possibile per ridurre i disagi - «Occorre trovare un compromesso, difficile da raggiungere, fra le necessità d'intervento e la garanzia di fluidità del traffico», argomenta il portavoce dell’USTRA Eugenio Sapia. Per raggiungere questo «difficile» obiettivo, vengono adottate una serie di misure che vanno dal lavoro notturno, alla garanzia di poter disporre (almeno durante le ore diurne) di due corsie per direzione di marcia. Dalla scelta (laddove possibile) di aprire un cantiere in periodi poco trafficati, all’esecuzione contemporanea di tutti i lavori necessari lungo un determinato tratto. Insomma, si fa tutto il possibile per limitare il più possibile i disagi, garantendo al contempo una rete sicura e con infrastrutture di qualità, «senza le quali le conseguenze potrebbero essere devastanti (si pensi ad esempio al caso del Ponte Morandi a Genova)», ricorda Sapia.

Dalla Leventina al Luganese - Come visto, alcuni dei cantieri in corso verranno chiusi fra un paio di mesi. Di che far tirare un sospiro di sollievo agli automobilisti? In Leventina senz’altro, (eccetto ad Airolo). Nel Luganese no, visto che a breve verrà aperto un cantiere fra Gentilino e Lamone. Ma soprattutto, dal 2024 al 2027, è previsto l’ammodernamento del tracciato autostradale fra Lugano Nord e Rivera e la realizzazione del nuovo svincolo a Sigirino. In un futuro più lontano, vi è infine il progetto di potenziamento Lugano-Mendrisio (PoLuMe), i cui tempi di (un’eventuale) costruzione sono però ancora da definire.

I cantieri non creano colonne... - Tuttavia, fa notare il nostro interlocutore citando il rapporto 2020 “Viabilità sulle Strade nazionali”, fra le cause degli incolonnamenti a dominare è il “traffico intenso” (circa l’89% di tutte le ore di coda è riconducibile a tale situazione). Il 10% degli ingorghi sulle strade nazionali è riferibile a un precedente incidente, mentre solo nell’1% dei casi il motivo è la presenza di cantieri. 

...ma favoriscono gli incidenti - Durante la presentazione del bilancio dell’attività 2021, il comandante della Polizia cantonale ha però fatto notare che i cantieri stradali aumentano la possibilità d'incidenti stradali. Di conseguenza, hanno comunque un impatto (indiretto) significativo sul traffico.

COMMENTI
 
F/A-19 4 mesi fa su tio
Per fortuna ci sono le poste per il servizio pubblico, quando le incroci il traffico si blocca in certe strade, quando passano sui fossi praticamente si fermano, creano colonne anche perché non hanno più lo slargo nelle fermate, spesso sono vuote, sono carissime, non suonano nelle curve cieche quindi te le trovi all’improvviso sulla tua corsia di marcia. Insomma, un disastro. In generale comunque tutta la nostra rete stradale è un disastro, inquinamento poi.....radar, paletti, divieti, semafori, rotonde, tanto altro ancora.
F/A-19 4 mesi fa su tio
In autostrada si va ad 80 ma sulle cantonali si fa colonna ovunque, siamo proprio un cantone di poveri bau.
Yoebar 4 mesi fa su tio
E noi paghiamo per agevolare camion, frontalieri e vacanzieri, in più si sta facendo anche la doppia galleria del Gottardo, poi dicono che non ci sono soldi……anzi li trovano spennando il ceto medio.
Swissabroad 4 mesi fa su tio
La tratta Chiasso-Lugano è un cantiere unico da ormai trent'anni. Lavori sempre negli stessi punti... per esempio, uscita/entrata di Mendrisio di recente completamente rinnovata. Ora nuovo cantiere gigante nel medesimo punto. Non si poteva fare tutto prima ? C'è qualcosa che non torna...
66Giorgio 4 mesi fa su tio
Cantieri a 60km/h sul rettilineo… USTRA che si autoassolve. La colpa è solo nostra che permettiamo ai nostri rappresentanti di fare leggi del genere. Quindi: chi è causa del suo male, pianga sé stesso.
Bibo 4 mesi fa su tio
Prova tu a lavorare a bordo strada con auto e camion che ti sfrecciano accanto...
Aargauer 4 mesi fa su tio
Non si potrebbe lavorare anche la notte come fanno in tanti altri paesi del mondo? Boh…
polonord 4 mesi fa su tio
Sono transitato domenica sull'autostrada A2 in Leventina: uno scandalo, meglio la strada cantonale, meno pericolosa e più tranquilla. Sull'autostrada ci sono segnalazioni multicolori che confondono gli occhi, in serata ancora peggio: un carnevale di cartelli e segnalazioni. Probabilmente i nostri ¨specialisti¨ dell'USTRA dovrebbero fare un corso accelerato all'estero su come si lavora e si segnalano i cantieri sulle autostrade francesi ed italiane, molto meno invasivi per gli occhi e molto meno stressanti!
Aargauer 4 mesi fa su tio
…e Pasqua è alle porte! Chissà che casòtt🙉
fama 4 mesi fa su tio
Le autostrade in Svizzera sono un ottimo aiuto all'industria della costruzione, l'USTRA fa quel che gli pare. Dove l'autosrada non è cantiere è diventata posteggio per i TIR. Da un lato "bisogna" assolutamente ridurre la mobilità dall'altro si raddoppiano le possibilità ai veicoli pesanti di attraversare la Svizzera. Mi sa che siamo un tantino confusionari!
Ala 4 mesi fa su tio
rapporti commissionati da USTRA per dire che USTRA non è responsabile.... mah!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO