Immobili
Veicoli
Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
7 ore
«Dei genitori non ci portano più i loro bambini»
Parte dei club sportivi ticinesi hanno deciso, come in vigore per le scuole, di imporre la mascherina ai bambini.
POSCHIAVO (GR)
8 ore
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CAMPIONE D'ITALIA
11 ore
Il Casinò di Campione riapre tra una settimana
Ora è ufficiale: la casa da gioco dell'enclave tornerà ad accogliere i clienti da mercoledì 26 gennaio.
FOTO
CANTONE
11 ore
Il Console italiano incontra il Governo
Durante la riunione si è discusso delle relazioni economiche tra Italia e Svizzera e di temi a carattere locale.
CANTONE
16 ore
Più soldi con il sole
La tariffa per la rimunerazione dell'energia stabilita da AET sale da 5,146 a 11,03 centesimi per kWh.
CANTONE
16 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
16 ore
Giornata da 13 tonnellate di aiuti per Tavolino Magico
La colletta svoltasi in nove diverse fililali Coop lo scorso 11 dicembre è stata un successo.
CANTONE
18 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
20 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
20 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
1 gior
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Presunto stupro di gruppo, in tre alla sbarra
L'aggressione sarebbe avvenuta lo scorso 25 settembre dopo una serata in una discoteca del Sottoceneri
FOTO
CANTONE
1 gior
Una firma verso il nuovo ospedale di Bellinzona
È quella apposta all'atto di compravendita per l'acquisto dei terreni nel comparto Saleggina
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
CANTONE
1 gior
Acqua potabile troppo torbida a causa dello svuotamento della diga
Il problema è stato riscontrato nei pozzi di captazione Alle Brere.
CANTONE
27.10.2021 - 22:430

Certificato Covid, il Governo convinto solo in parte dalle proposte di Berna

Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.

Secondo il Governo alcune delle proposte «sono perlomeno discutibili dal profilo scientifico ed epidemiologico». Una su tutte quella riguardante la possibilità di rilasciare un certificato sulla base del livello di anticorpi contro il Covid-19.

BELLINZONA - Le proposte che il Consiglio federale ha messo in consultazione inerenti lo sviluppo del certificato Covid-19 convincono solo parzialmente le autorità ticinesi.

Nelle quattro pagine di risposta pubblicate questa sera, il Consiglio di Stato precisa in particolare di condividere la valutazione «secondo cui un allentamento generale dell’impiego del certificato Covid comporterebbe rischi eccessivi», nonostante la situazione stia vivendo una fase di miglioramento. In altri Paesi «dove il tasso di copertura vaccinale è paragonabile al nostro e si è proceduto a una riapertura generosa - scrive l'esecutivo -, si è vista una crescita rapida dei casi e una pressione molto forte sulle strutture ospedaliere».

Il punto su cui il Cantone si mostra meno convinto è la possibilità di emettere un certificato sulla base di un test positivo per gli anticorpi. «A nostra conoscenza non esiste né un tasso di anticorpi da ritenere realmente protettivo contro la malattia né un valore soglia anticorpale che determina una durata di protezione di novanta giorni», sottolinea il Consiglio di Stato, aggiungendo che «questo aspetto rischia poi di determinare una grande incertezza e potenzialmente prassi differenti tra i vari Cantoni». Da Palazzo delle Orsoline c'è invece una maggiore apertura per quanto concerne la possibilità di prorogare (da 6 a 12 mesi) la durata del certificato per le persone guarite e la concessione del certificato a chi, per motivi medici, non può essere vaccinato né farsi testare.

Nel primo caso, il governo evoca la necessità di ricorrere a una via di mezzo, «più ragionevole e proporzionata», prolungando la validità del certificato di guarigione di 3 mesi (quindi 9 in totale). «Le persone che si sono infettate 6, o addirittura 9-10 mesi fa, hanno avuto una infezione con un virus diverso da quello più contagioso e pericoloso attualmente circolante e non è quindi detto che la protezione continui a essere valida per altri 6 mesi». Nel secondo caso invece «non ci sono alternative», afferma il Governo, che però vede «un grande rischio di abuso» e chiede a Berna di fare chiarezza «con un elenco preciso ed esaustivo» i motivi per cui una persona non può essere vaccinata e sottoposta a test.

Infine, il Consiglio di Stato si dice favorevole al fatto che i certificati siano emessi solo in seguito a test antigenici rapidi per uso professionale - «in particolare al fatto che i test rapidi per uso professionale che prevedono soltanto un tampone nasale e non nasofaringeo non consentano l’emissione» - così come a consentirne il rilascio ai turisti vaccinati all'estero con un preparato autorizzato solo dall'Oms. Si tratta di «un’ulteriore eccezione che a fronte dell’andamento epidemiologico può comunque essere condivisa, in un’ottica di ponderazione degli interessi anche del settore turistico».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 2 mesi fa su tio
I test sierologici sono più affidabili dei test PCR secondo diverse ricerche. Con gli ultimi si trovano dei falsi positivi che permettono di mantenere la paura nella gente disinformata e giustificare i sieri sperimentali. I politici e i medici continuano a fare gli interessi delle Big Pharma! Quando ci permetteranno di tornare alla normalità? Da maggio quanti morti in Ticino per o con Covid19?
Fkevin 2 mesi fa su tio
Ecco. E noi ancora dobbiamo ascoltare il governo? Chi è guarito va bene estenderlo a 1 anno?. Mentre controllare gli anticorpi no? Sinceramente vedo un controsenso. Qual'è la differenza? Mah....nessunaaaaa.... Togliete sto inutile certificato, e dopo due anni ancora crediamo a queste bugie mediatiche e politiche? Votate NO in novembr
Giuggiola83 2 mesi fa su tio
"Non c'è nulla di scientificamente provato" lo dicono solo quando gli fa comodo neh?
Valery13 2 mesi fa su tio
Per non dimenticare: "Costituzione federale della Confederazione Svizzera" Art.8, cpv.2: "Nessuno può essere discriminato, in particolare a causa dell’origine, della razza, del sesso, dell’età, della lingua, della posizione sociale, del modo di vita, delle convinzioni religiose, filosofiche o politiche, e di menomazioni fisiche, mentali o psichiche." Art.10, cpv.2:"Ognuno ha diritto alla libertà personale, in particolare all’integrità fisica e psichica e alla libertà di movimento." Fanno studiare la civica a scuola ma si scordano sempre di metterla in pratica; peccato.
emib53 2 mesi fa su tio
@Valery13 È totalmente inutile ripetere che ci sono diritti personali ma anche diritti collettivi come, ad esempio, quello di chi non vuole essere contagiato da persone irresponsabili che, oltre a rifiutare la vaccinazione, se ne guardano bene dal adottare le misure di sicurezza. Chi non vuol capire che la libertà non è un assoluto, ma è relativa a quella degli altri, ha studiato male la civica.
Gandi81. 2 mesi fa su tio
@Valery13 Ma quante cavolate raccontano? E proprio un teatro, cara mia Svizzera stai cadendo in basso, se continui così facciamo la fine dei nostri vicini :(
Fkevin 2 mesi fa su tio
@emib53 Ecco. E noi ancora dobbiamo ascoltare il governo? Chi è guarito va bene estenderlo a 1 anno?. Mentre controllare gli anticorpi no? Sinceramente vedo un controsenso. Qual'è la differenza? Mah....nessunaaaaa.... Togliete sto inutile certificato, e dopo due anni ancora crediamo a queste bugie mediatiche e politiche?
andrea28 2 mesi fa su tio
...gli ultimi studi sono concordi nel ritenere che la malattia da Covid-19 sviluppi immunità di lunga durata (Gallais a Stasburgo, il Centro Maccabi a Tel Aviv, le Università di Washington, Imperial College e Ferrara). Persino lo studio Nature di Gupta che rileva sulla variante Delta una risposta inferiore in chi ha preso un ceppo diverso del coronavirus, asserisce senza dubbio che i guariti dal Covid hanno sì la possibilità di ammalarsi di variante Delta, ma oltre due volte in meno rispetto ai vaccinati con due dosi. Come ha dichiarato nei giorni scorsi all’AGI il Professor Paolo Gasparini, ematologo e Ordinario di Genetica Medica all’Università di Trieste: “I soggetti guariti dal Covid presentano un’immunità naturale che contribuisce a proteggerli a lungo [ed] è scarsissimo il numero di guariti che sinora nel mondo si sono riammalati, e anche in questa eventualità la malattia si è generalmente presentata in forma più lieve”. Gasparini è Consulente scientifico del Coordinamento Italiano Guariti Covid e dichiarazioni affini sono pervenute precedentemente da Locatelli del CTS, da Galli, da Bassetti, in una parola dai decani della virologia. Non si capisce come il Governo non possa tenere in conto l’evoluzione degli ultimi studi in materia. https://www.huffingtonpost.it/entry/guariti-covid-e-terze-dosi-limportanza-della-conta-anticorpale_it_614e0de5e4b03dd7280ad327
marco17 2 mesi fa su tio
L'unica soluzione per sbarazzarsi di tali problemi è votare NO il 28 novembre alla legge Covid: torneremo tutti liberi e la pandemia sarà un ricordo come tanti. Non siamo più disposti a obbedire a qualche burocrate dell'UFSP che si prende per il padreterno e che vorrebbe imporci come dobiamo vivere e chi possiamo frequentare.
pag 2 mesi fa su tio
@marco17 mamma mia quanta ignoranza.....
emib53 2 mesi fa su tio
@marco17 Certo è la tecnica dello struzzo, testa sotto la sabbia e il problema è scomparso. Ma che gente intelligente c'è qui!!
Fkevin 2 mesi fa su tio
@marco17 Bravissimo. Condivido e voterò
marco17 2 mesi fa su tio
@pag Riconoscere la tua immensa ignoranza sarebbe già un bel passo per te!
pag 2 mesi fa su tio
@marco17 Per ora ho riconosciuto la tua visto che e' palese. E a quanto pare nn sono l'unica. :) :) Prima di fare figure di m informati su cosa vai a votare, genio!
Fkevin 2 mesi fa su tio
Ecco. E noi ancora dobbiamo ascoltare il governo? Chi è guarito va bene estenderlo a 1 anno?. Mentre controllare gli anticorpi no? Sinceramente vedo un controsenso. Qual'è la differenza? Mah....nessunaaaaa.... Togliete sto inutile certificato, e dopo due anni ancora crediamo a queste bugie mediatiche e politiche? Votate NO in novembre
Princi 2 mesi fa su tio
siamo ridicoli abbiamo toccato il fondo . ma questi lazzaroni si son trovato il loro nuovo giocattolo di natale?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 02:51:59 | 91.208.130.85