Immobili
Veicoli

CANTONEIl Dss fornisce i dati dell'adesione alla vaccinazione degli operatori sanitari

19.08.21 - 13:27
Il tasso più alto si registra nelle cliniche e negli ospedali con l'83% di sanitari completamente immunizzati.
Ti-Press
Il Dss fornisce i dati dell'adesione alla vaccinazione degli operatori sanitari
Il tasso più alto si registra nelle cliniche e negli ospedali con l'83% di sanitari completamente immunizzati.
Seguono le case anziani con un 77% e i servizi di assistenza e cura a domicilio con il 70%. Il Dss: «Fondamentale per proteggere i più fragili».

BELLINZONA - È stata «buona» l'adesione alla vaccinazione per il Covid-19 da parte del personale sanitario attivo nelle strutture e nei servizi sanitari e sociosanitari del TIcino. Lo comunica il Dipartimento della Sanità e della socialità (Dss) precisando che in media il tasso di vaccinazione è del 77% nelle case anziani, del 83% nelle cliniche e negli ospedali e del 70% nei servizi di assistenza e cura a domicilio (SACD). «Con la pubblicazione di questi dati - continua il Dipartimento - si vuole offrire un’informazione trasparente sul grado di adesione alla campagna vaccinale del personale curante delle singole strutture e di ciascun servizio sanitario e sociosanitario».

Il Dss, ricordando l'ottima copertura (anche contro le nuove varianti) offerta dai vaccini approvati in Svizzera, sottolinea come resti «prioritario» che le persone più vulnerabili si vaccinino per evitare il rischio di decorsi gravi. «È altrettanto importante - precisa - che i professionisti della salute - che lavorano a stretto contatto con le persone più vulnerabili - siano anch’essi vaccinati, a protezione della propria salute e di quella delle persone di cui si occupano».

Il Dss fa riferimento soprattutto alle persone particolarmente vulnerabili. «Quelle anziane e immuno-soppresse o che non hanno potuto essere vaccinate per svariati motivi, hanno un considerevole rischio di contrarre l'infezione se entrano in contatto con persone non vaccinate». E per questa tipologia di pazienti - ricorda il Dipartimento - un'infezione significa quasi certamente «un decorso severo, potenzialmente mortale».

I dati raccolti dall’Ufficio del medico cantonale - in forma aggregata e anonimizzata - sono pubblicati e aggiornati sul sito dedicato al coronavirus allo scopo di offrire «un’informazione trasparente». La pubblicazione si inserisce nella nuova campagna «Meglio se vaccinati», lanciata lunedì 16 agosto, che punta a sensibilizzare la popolazione ticinese sui vantaggi della vaccinazione. «Si tratta di un gesto di protezione nei confronti di sé stessi e degli altri».

COMMENTI
 
Mat78 1 anno fa su tio
83% di asini secondo alcuni fenomeni di questo blog...83% che tra 2 mesi sarà probabilmente 95%...in pratica coloro che fanno della medicina e delle cure la loro professione aderiscono massicciamente...saranno stati tutti obbligati o corrotti evidentemente! È un Gombloddo!
Dalu 1 anno fa su tio
Donne e uomini che lavorano per la scienza ma non credono nella scienza… dovrebbero cambiare mestiere
Ste56 1 anno fa su tio
E se un operatore sanitario non vaccinato dovesse contagiare un anziano che per motivi medici non ha potuto essere vaccinato oppure è immunodepresso, come la mettiamo? E se questo poveraccio dovesse morire? Tutto bene in nome delle libertà individuali?
Blobloblo 1 anno fa su tio
E se l’operatore sanitario vaccinato ma portatore che si comporta come se fosse immune ma in realtà non lo è facesse la stessa cosa? Ma smettetela!!!
Mat78 1 anno fa su tio
Non è perché sei vaccinato che ti devi considerare immune. I protocolli di sicurezza sono stati tutti mantenuti e non c'è distinzione tra operatori vaccinati e non. Ovviamente meglio un operatore vaccinato che uno non vaccinato. I decorsi gravi o con maggiori sintomi sono tipici dei non vaccinati e sono proprio questi ad essere molto più infettivi, ecco perché occorre vaccinarsi. Per certe persone sembra che l'unico modo di capire la situazione è ritrovarsi ospedalizzato...peccato che così si danneggia tutta la comunità.
Blobloblo 1 anno fa su tio
Dillo a chi è vaccinato e crede di essere immune!!!
Duca72 1 anno fa su tio
Ancora pochi , Visto il lavoro che fanno!
andrea28 1 anno fa su tio
Ancora una volta non viene data la percentuale di personale sanitario non vaccinato ma guarito dal Covid che è come se fosse vaccinato... In più anche i vaccinati possono trasmettere l'infezione per cui dovranno attenersi alle stesse misure di prevenzione degli altri.
Blobloblo 1 anno fa su tio
Ormai ti sorprendi ancora? Non ti controllano se sei guarito e hai già gli anticorpi nemmeno quando ti devono vaccinare, ti sembra normale? Vaccinano anticorpi a chi gli ha già!!
emib53 1 anno fa su tio
Lo sai che molti guariti hanno pochi anticorpi? E sai anche che chi è vaccinato ha molte meno probabilità di contagiare altri? Quindi sì all'obbligo per il personale sanitario. Sono tenuti a obblighi, mica solo a diritti.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO