CANTONEVia Alta Vallemaggia, si chiude il trekking inaugurale

17.08.21 - 14:44
L'invito è a scoprire la natura alpina a due passi da casa.
Via Alta Vallemaggia
Via Alta Vallemaggia, si chiude il trekking inaugurale
L'invito è a scoprire la natura alpina a due passi da casa.
L'itinerario accoglie l’intera valle e presenta vari punti di contatto con le valli limitrofe

FUSIO - Si è concluso lunedì il Trekking inaugurale della nuova Via Alta Vallemaggia. Progetto faro del Masterplan alta Vallemaggia, sostenuto attraverso la Politica economica regionale, questo itinerario di 200 km abbraccia l’intera valle e presenta vari punti di contatto con le limitrofe valli Verzasca, Bedretto, Formazza, Onsernone.

Quest’anno l’Associazione Via Alta Vallemaggia, dopo la festa inaugurale che si è tenuta sabato 24 luglio a Fusio in presenza del Consigliere di Stato Christian Vitta, ha promosso due trekking inaugurali di 9 giorni. Il primo, partito il giorno successivo sotto una pioggia battente, viste le condizioni meteorologiche per nulla favorevoli, è stato interrotto a Cimalmotto e ripartirà a metà settembre. Il secondo ha preso avvio sabato 8 agosto e il 16 è giunto a conclusione.

La Via Alta Vallemaggia vuole essere un invito a scoprire la natura alpina vicino a casa, da capanna in capanna immersi in un paesaggio di straordinaria bellezza. Per chi intende avvicinarsi a questa avventura escursionistica sono state ideate alcune proposte, che identificano dei percorsi per affrontare una parte della Via Alta, così da poter offrire una varietà di scelta in funzione delle proprie capacità ed esigenze. Il percorso complessivo potrà diventare un progetto da realizzare in più momenti.

Il Trekking dei camosci da Cardada Cimetta a Fusio è stato ideato per gli escursionisti più esperti, il Trekking dei laghetti è un percorso circolare che si appoggia su strutture ricettive custodite e il Trekking delle aquile si sviluppa lungo il crinale ed è pensato per famiglie con ragazzi che vogliono vivere in montagna un’esperienza indimenticabile oppure per “principianti” delle vie alte. Per i meno esperti è possibile provare un assaggio di Via Alta percorrendo la tappa Grossalp – Cimalmotto che non presenta particolari difficoltà tecniche e che, grazie agli impianti di risalita di Bosco Gurin, ha un profilo altimetrico contenuto.

L’attività dell’Associazione è sostenuta dai Comuni di Vallemaggia, da altri enti istituzionali e da una vasta comunità di appassionati. Per supportare concretamente questa iniziativa è possibile diventare membri dell’Associazione oppure acquistare le magliette realizzate dalla startup ticinese Ficufish utilizzando tessuto interamente riciclato.

NOTIZIE PIÙ LETTE