Keystone
Guenther Tschanun, a sinistra, viene trasportato al Tribunale di Zurigo, 23 agosto 1990.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
7 ore
Il Ticino ha 28 nuovi avvocati e avvocate
La cerimonia di promozione si è tenuta oggi nell'Aula Magna dell'Università della Svizzera italiana.
CANTONE
7 ore
Riparazioni e incentivi, due novità per le carrozzerie
Ha avuto luogo la 64esime assemblea di Carrosserie Suisse Sezione Ticino
CANTONE
8 ore
Occhio ai radar, ecco dove
La polizia ha diffuso la lista dei controlli mobili previsti per settimana prossima
TENERO
9 ore
Scompare in acqua, è in pericolo di vita
Principio di annegamento al lido Mappo. Un 83enne grigionese è stato ricoverato in condizioni critiche
TICINO/GRIGIONI
10 ore
Il Lucomagno si prepara all'esplosione
Ancora chiusa la strada del passo. Lavori in corso sulla parete che ha ceduto
MENDRISIO
10 ore
Poliziotti attaccati da una ventina di giovani: due arresti
In totale sono sette le persone che sono state medicate al Pronto soccorso.
RIVA SAN VITALE
10 ore
Frontale a Riva: due feriti
Gli occupanti delle due automobili coinvolte avrebbero riportato lesioni non gravi.
MENDRISIO
10 ore
Tiziano Calderari lascia la Presidenza del PLR di Mendrisio
Entro settembre, la Sezione annuncerà il suo successore
BELLINZONA
11 ore
Critiche alla Commissione giovani: «È uno specchietto per le allodole»
Inoltrata un'interpellanza volta a chiarire l'operato della Commissione
LOCARNO
11 ore
Alle Medie di Locarno 2, la miglior media vicinissima al 6
Sono stati premiati oggi i migliori allievi dell'istituto al termine del loro percorso nella scuola obbligatoria
CANTONE
11 ore
Tre casi di variante Delta in Ticino
Il medico cantonale Merlani e il direttore del Dss De Rosa in conferenza stampa: segui la diretta
CANTONE
11.04.2021 - 22:080

Il pluriomicida Günther Tschanun è morto a Losone

È stata fatta nuova luce sugli ultimi anni dell'autore di una delle più grandi stragi del nostro paese

Dopo 14 anni di prigione, Tschanun si è trasferito in Ticino con un altro nome, ed è morto nel 2015 a causa di un incidente in bicicletta

ZURIGO - L'ex capo del genio civile della città di Zurigo, Günther Tschanun, che nel 1986 uccise quattro colleghi di lavoro, è morto più di sei anni fa in un incidente di bicicletta in Ticino, dove aveva vissuto - sotto nuovo nome - dopo aver scontato la sua lunga condanna.

Lo ha scoperto la giornalista di Tamedia Michèle Binswanger dopo laboriose ricerche, la cui prima parte è stata pubblicata oggi dal domenicale "Sonntagszeitung".

Due anni fa, durante una visita guidata al museo del crimine, ha saputo che Tschanun era morto in un incidente in bicicletta. In seguito ha richiesto gli atti di esecuzione penale e ha iniziato le ricerche, ha spiegato la stessa Michèle Binswanger al telegiornale della TV svizzerotedesca SRF.

Secondo il dossier, Tschanun è morto in un incidente ciclistico il 25 febbraio 2015, sulle rive della Maggia vicino a Losone, a 73 anni. Sul certificato di morte è stato identificato come Claudio Trentinaglia, nome con cui ha vissuto dopo il suo rilascio dalla prigione nel 2000.

Günther Tschanun fu l'autore di una delle maggiori stragi della storia criminale svizzera

Il 16 aprile del 1986, uccise a colpi d'arma da fuoco quattro colleghi e ne ferì in modo grave un quinto negli uffici dell'amministrazione municipale di Zurigo. All'origine del tragico gesto sarebbe stato il pessimo clima di lavoro dovuto a una serie di ristrutturazioni.

Fuggito in Francia, acciuffato dopo tre settimane e rimpatriato, Tschanun è stato condannato in prima istanza nel 1988 a 17 anni di reclusione per omicidio intenzionale plurimo. Nel 1990 la pena è stata aumentata a 20 anni dal Tribunale cantonale, che lo ha giudicato colpevole di assassinio plurimo.

Secondo l'atto d'accusa dell'epoca, il giorno della strage Günther Tschanun mise in atto un «piano attentamente meditato per liquidare i suoi antagonisti professionali». Decise di «distruggere coloro che, secondo lui, lo stavano distruggendo».

Il pluriassassino venne rilasciato nel gennaio del 2000, 14 anni dopo il crimine. La sua seconda richiesta di rilascio anticipato fu accolta sulla base di diverse perizie che attestavano che non era a rischio di recidiva.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
Non ho capito in che cosa consista questo scoop. Ha commesso un reato, ha scontato la pena, ha cambiato nome e ha continuato a vivere senza commettere recidiva.
Boss 2 mesi fa su tio
questa è legge!! lavori forzati e carcere a vita!!!
RobediK71 2 mesi fa su tio
Errata corrige: si scontano , per buona condotta, in Svizzera, solo 2/3 della pena, dunque ha fatto tutto
Tio1949 2 mesi fa su tio
Dai dai,che ce la facciamo ad appaiarci alla penisola,e magari in un futuro,sorpassarla!!
#Cleo 2 mesi fa su tio
Vergogna. Rubi una mela e vieni lapidato. E QUANDO LEGGO ... LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI, MA VA VA CHI CI CREDE
seo56 2 mesi fa su tio
🤐🤐🤐🤐🤐🤐🤐
Diablo 2 mesi fa su tio
Peró....ne accoppi 4 e dopo 14 anni sei libero e con un nuovo nome e cognome e sverni in Ticino.....bella storia
adri57 2 mesi fa su tio
@redazione come si può affermare: "...dopo aver scontato la sua lunga condanna". Condannato per ben 4 omicidi, dopo soli 14 anni è già fuori!
Evry 2 mesi fa su tio
Ma l'autorità era al corrente di tutto ?, dubbito. Tutti sapevano ma non dicevano niemnte con la scusa della praivasi .....? Un criminale simile non deve avere la possibilità di nascondersi !!!! vergogna
RobediK71 2 mesi fa su tio
@Evry La pena massima ergastolo è 20 anni, se calcoli la buona condotta già scendi a 17, uscito a 14 non ha fatto nulla di illegale
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-19 02:38:02 | 91.208.130.89