tipress
+4
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
3 ore
«Oltre ventimila gli over 45 già iscritti al vaccino anti Covid»
Il centro più richiesto è quello del Padiglione Conza, dove ci sono circa 7'800 persone in lista d'attesa
CONFINE
4 ore
Con l'auto finisce nel lago di Como: ritrovata senza vita la 70enne dispersa
L'incidente si sarebbe verificato a seguito di una manovra sbagliata.
CANTONE
6 ore
Troppa panna nel camion, la multa è salata
Il mezzo pesante trasportava 19 tonnellate di bombolette spray.
CANTONE
6 ore
Un "scudo protettivo" per le grandi manifestazioni
Il Governo propone un credito per tutelare gli organizzatori dai grandi eventi in caso di annullamenti per Covid.
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
6 ore
Tamponamento in superstrada, due persone al pronto soccorso
L'incidente, avvenuto attorno alle 14.30 all'altezza di Ligornetto, ha coinvolto due auto e un furgone.
LUGANO
6 ore
Walking Lugano slitta al 12 settembre
Gli organizzatori consigliano non attendere, perché quest'anno non ci saranno le iscrizioni sul posto
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
7 ore
Cadono da un muretto e finiscono con l'auto sottosopra
L'incidente è avvenuto in un posteggio privato in via San Nicolao a Tenero.
CANTONE
7 ore
Over 50 in assistenza, il nodo arriva in Parlamento
L'iniziativa parlamentare di Dadò e Fonio sarà discussa a giugno dal Gran Consiglio. Il Ppd: «Qualcosa si muove!»
LUGANO
7 ore
Con la bici sul marciapiede, dall'avvertimento alla multa
Sono 243 i conducenti di bici, monopattini e ciclomotori elettrici fermati nel corso della campagna "Marcia-a-piedi"
MENDRISIO
30.03.2021 - 16:430

I bambini si insediano in Municipio

Mendrisio aderisce al progetto internazionale "La città delle bambine e dei bambini".

Diventa così città pilota a livello svizzero di un' esperienza di promozione dei diritti dell’infanzia.

MENDRISIO - Bambine e bambini entusiasti ed emozionati hanno ricevuto nella sala del Consiglio comunale i loro attestati di consigliere e consigliera, firmati in diretta dal sindaco Samuele Cavadini. Una cerimonia, quella che si è svolta oggi, che va ben oltre il valore simbolico.

La città delle bambine e dei bambini è infatti un progetto concreto che promuove attivamente la partecipazione delle bambine e dei bambini nella vita della comunità. Avviato dal Dicastero politiche sociali (Ufficio famiglie e giovani) in stretta collaborazione con il Dicastero istruzione, il progetto fa di Mendrisio la prima città pilota a livello svizzero.

«I bambini e le bambine – osserva la capa Dicastero politiche sociali Françoise Gehring - rappresentano una delle categorie sociali che animano la vita comunitaria e contribuiscono ad arricchire lo sguardo degli amministratori e delle amministratrici comunali. Sono anche in grado di rappresentare l’altro, il diverso, stimolando l’adulto ad avere una percezione della realtà più completa e inclusiva. La città dei bambini e delle bambine si propone pure di restituire anche ai più piccoli lo spazio pubblico della città».

Per Samuel Maffi, capo Dicastero istruzione, questo percorso innovativo ha un’importante rilevanza pedagogica: «Questo progetto fornisce importanti strumenti di educazione a una cittadinanza attiva in una società democratica, perché la partecipazione è un elemento fondamentale di stabilità democratica. Da qui l’importanza di riflettere su alcune questioni, quali la funzione della partecipazione nello sviluppo sostenibile e il posto della scuola nell’educare alla partecipazione e quindi alla democrazia».

Per i due municipali, La città dei bambini e delle bambine è dunque un investimento nella Mendrisio del futuro.

Il progetto - Nato a Fano nel maggio 1991, il progetto è stato ideato ed è tuttora coordinato da Francesco Tonucci (2015). Il preciso intento politico è di contribuire a promuovere un cambiamento di paradigma nel governo della città, assumendo la bambina e il bambino, al posto dell’adulto lavoratore auto-munito, quale parametro di riferimento della qualità della vita sociale. La premessa teorica, che legittima questo cambio di prospettiva, risiede nella convinzione che la centratura sui bisogni di bambine e bambini assicuri agli/alle abitanti una città sicura, inclusiva e garante delle diversità: uno spazio urbano che incrementi la qualità della vita per tutti e per tutte.

Sviluppi operativi
Con il supporto dei Dicasteri politiche sociali, ambiente e istruzione, l’Ufficio famiglie e giovani della Città si occuperà di coordinare le sedute del Consiglio e di organizzare laboratori ludico/creativi che affronteranno vari temi riguardanti la progettazione di spazi urbani, la mobilità in autonomia e l’elaborazione di proposte e idee da sottoporre al Municipio. Valorizzando le competenze, peculiari di questa fascia di cittadine e cittadini, quali la creatività, la fantasia, la curiosità e il saper giocare da soli e con gli altri, diverranno questioni centrali l’inclusione delle diversità e la sensibilità rispetto ai bisogni altrui. La Città acquisirà, quindi, un’ulteriore e preziosa chiave di lettura, al fine di orientare i progetti futuri e le scelte di governo.

tipress
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-12 23:13:49 | 91.208.130.89