Immobili
Veicoli
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Il «bellissimo gioco» che ti fa perdere 1300 franchi
Il meccanismo è quello del noto "schema Ponzi": piramidale e senza reale possibilità di vincere
CANTONE/CONFINE
4 ore
Senza peli sulla lingua: «Il Green Pass avrà un impatto»
La testimonianza di uno storico parrucchiere e il parere del sindaco Mastromarino
LUGANO
6 ore
Pugni al Parco Ciani, in due in ospedale
La colluttazione è avvenuta attorno alle 18.30. Sconosciute per il momento le cause e la dinamica dei fatti
BELLINZONA
7 ore
Cade dalla scala a chiocciola, operaio in fin di vita
Il 40enne italiano stava lavorando presso una casa in ristrutturazione in via Tamporì a Bellinzona.
CANTONE
9 ore
Il Ticino torna in curva
Abolito il divieto di accedere agli spalti durante le partite di hockey e calcio. I tifosi festeggiano
FOTO
CANTONE
10 ore
Provvedimenti coercitivi, ecco la nuova Giudice supplente (a tempo)
L'avvocatessa Krizia Kono-Genini è stata nominata oggi dal Consiglio di Stato. Resterà in carica fino al 31 marzo
CANTONE
11 ore
L’Ambasciatrice della Polonia fa visita al Ticino
Il Presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli ha ricevuto oggi a Palazzo delle Orsoline Iwona Kozlowska
LUGANO
11 ore
Nasce il Caffè Amélie, spazio di convivialità per adulti
Ogni venerdì verranno proposte diverse attività dalle 14 alle 16.30
LOCARNO
12 ore
Completato l’Ufficio presidenziale del PLR cittadino
Tre i neoeletti: Orlando Bianchetti, Franca Antognini e Daniel Mitric
CANTONE
12 ore
«Il Conservatorio è una scuola, non attività da tempo libero»
Una mozione chiede che gli over 16 possano accedere alle lezioni senza Certificato 2G
LUGANO
13 ore
Nuova sede per il SAS
Dal primo febbraio il Servizio accompagnamento sociale di Lugano verrà trasferito a Molino Nuovo.
LUGANO
13 ore
Tutto bene sui percorsi casa-scuola di Lugano
Lo studio relativo al piano di mobilità scolastica non ha riscontrato lacune gravi, ma qualche miglioramento è possibile
CANTONE
20.03.2021 - 10:390

Il Consiglio di Stato appoggia le misure di Berna

Bellinzona condivide la visione «prudente» sulle riaperture e conferma fino al 18 aprile le disposizioni in vigore.

Il Governo ticinese fa poi un appello alla popolazione di rispettare (ancora) le regole. «Siamo consapevoli della stanchezza che serpeggia tra la gente, ma consideriamo fondamentale che tutti aderiscano a questo sforzo collettivo».

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato condivide e appoggia le misure prese ieri dal Consiglio federale, che - a causa di una situazione epidemiologica molto fragile a causa della notevole diffusione delle nuove varianti - ha per ora deciso di congelare le previste riaperture. «La situazione epidemiologica in Svizzera e in Ticino è segnata da un aumento del numero di contagi e impone quindi la massima prudenza», precisano da Bellinzona.

Per questo motivo, il Governo cantonale ha confermato per il periodo fra il 22 marzo e il 18 aprile le disposizioni attualmente in vigore. «L’unica modifica - sottolinea l'Esecutivo cantonale - riguarda il numero di persone per gli incontri privati al chiuso che passano da un massimo di cinque a un massimo di 10 persone».

«Continuare a seguire le regole» - Poi il Consiglio di Stato lancia un appello «sulla grande importanza» di continuare a seguire le disposizioni di comportamento che contribuiscono a limitare la diffusione del coronavirus: indossare correttamente la mascherina, mantenere le distanze, lavarsi frequentemente le mani e farsi testare al minimo sintomo. «Siamo consapevoli della stanchezza che serpeggia tra la popolazione ticinese, dopo più di un anno di pandemia e di misure restrittive - precisa il Consiglio di Stato - ma consideriamo fondamentale che tutti aderiscano a questo sforzo collettivo di responsabilità».

Mascherine all'aperto - Il Consiglio di Stato, poi, ringrazia quei Comuni (Ascona, Lugano e Locarno) che hanno già risposto positivamente all’invito, lanciato qualche giorno fa, d'introdurre l’obbligo d'indossare la mascherina negli spazi aperti molto frequentati. «Si tratta di un provvedimento efficace che si presta bene per gli spazi pubblici – centri urbani, zone di svago, aree a bordo lago, ecc. – per i quali è lecito prevedere un forte afflusso di persone soprattutto nel prossimo periodo pasquale». L’auspicio del Governo è quindi che questo invito «possa essere accolto positivamente dal maggior numero di Comuni in modo da creare un'uniformità di disposizioni sul territorio cantonale».

La campagna vaccinale - Infine il Governo parla della campagna di vaccinazione che sta procedendo «a un ritmo crescente» e vedrà settimana prossima l'inizio delle vaccinazioni anche nella categoria delle persone con malattie croniche ad alto rischio. «È un altro importante passo - conclude il Consiglio di Stato - che speriamo possa condurci a breve alla fine della crisi e al ritorno alla normalità. Ricordiamo che finora in Ticino sono 53 mila le dosi somministrate e oltre 22 mila le persone che hanno già potuto ricevere una vaccinazione completa».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas56 10 mesi fa su tio
Come molte malattie verificatesi nel corso dei secoli, anche con questa si arrivera' alla normalita' quando tutti saranno vaccinati ( ovvio nella massima sicurezza), altrimenti sara' un continuo passarsi il contagio.
Didimon 10 mesi fa su tio
Le vostre regole.. Ora io farò le mie... E dobbiamo convivere con noi stessi non con il virus.. Popolo ribellione.. O saremo un mondo in dittatura
ciapp 10 mesi fa su tio
che circo ! certo che quando si hanno i piedi al caldo con oltre 20mila fr al mese di paga é facile appoggiare qualsiasi cosa ! mi ricordero' alle prossime votazioni
Um999 10 mesi fa su tio
@ciapp Il bello che questi non stanno appoggiando niente, OPS .. forse qualcosa si .. rischio di essere censurato. Ci stanno bloccando, come già scritto nel post precedente, ma possibile che non sono riusciti ad acquistare 8 milioni di dosi? Poi conta poco se uno vuole o no vaccinarsi, rimane il fatto che la Svizzera (ricca, organizzata, funzionale e precisa) non è riuscita in questo intento o semplicemente non vuole che secondo me è la cosa più plausibile.
pillola rossa 10 mesi fa su tio
@ciapp Idem
Um999 10 mesi fa su tio
Io mi sto domandando da un bel po’: ma uno stato come la Svizzera pieno di risorse, con fior fiore di aziende farmaceutiche sul territorio, ma possibile che non è riuscita ha trovare una soluzione per acquistare 8 Milioni di dosi che poi sono quanto una regione italiana tipo la Sicilia o Lombardia? Lasciamo stare se poi uno di violìni no vaccinare, ma il punto rimane che i conti non tornano. Qualcuno potrebbe darmi qualche spiegazione plausibile, prego non slogan pro o contro. Grazie.
Ro 10 mesi fa su tio
Vaccinazioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7 appena possibile. Non ci sono altre vie percorribili. Bisogna salvare l’estate/autunno 2021.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-21 02:47:06 | 91.208.130.87