deposit
CANTONE
17.03.2021 - 15:190

Donne al comando: Ticino fanalino di coda

La quota "rosa" ai vertici delle aziende è aumentata negli ultimi anni, ma resta minoritaria

BERNA - Aumenta la quota di donne in posizione dirigenziali in Svizzera, ma il Ticino rimane in fondo alla classifica. Nel 2021 la percentuale "rosa" era del 27% nelle direzioni d'azienda e del 23% nei consigli di amministrazione, a fronte di rispettivamente 23% e 20% registrati dieci anni or sono.

È quanto emerge da un'analisi sui dati (di febbraio) del registro di commercio pubblicata oggi da Crif, società attiva nel campo dell'azione antifrode, dei controlli di solvibilità e dell'informazione per aziende e privati.

Con una quota del 30% Argovia e Appenzello Interno sono i cantoni che presentano la più alta percentuale di donne in posizioni dirigenziali, seguiti da Appenzello Esterno e dai Grigioni (entrambi al 29%). Il Ticino è al 25% e si presenta come quartultimo in una classifica chiusa da Vallese (24%), Zugo (pure 24%) e Neuchâtel (23%).

La presenza di donne nei piani alti aziendali varia anche sensibilmente a seconda del settore. I rami delle fondazioni (52%), dei servizi veterinari (51%) e dell'assistenza sociale (51%) vedono una predominanza femminile. Le dirigenti si fanno per contro più rare per esempio in comparti come l'ingegneria civile (14%).

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-17 04:52:15 | 91.208.130.85